giovedì 31 dicembre 2015

Il vasetto della felicità #1




Buonsalve amici de il mondo di sopra, vi state preparando per questa sera? come darete il benvenuto a questo nuovo anno? Qui nel mondo io e mio marito passeremo la serata con una tisana, un plaid e i mici davanti a qualche film e un buon libro.. (senza dimenticare qualche missione con god of war come gioco sulla play).

Come ultimo post di questo vecchio anno ricco di emozioni, si è deciso in collaborazione con il blog my secret diary, di creare un vasetto della felicità virtuale, per dare a questa fine un nuovo inizio!

Di cosa si tratta? 

Il vasetto della felicità è in realtà un barattolo (ma io e mio marito abbiamo una scatola) piena di foglietti con ricordi felici dove ad ogni fine anno lo apriamo e leggiamo tutte le emozioni provate.

Con my secret diary abbiamo deciso di creare un vasetto virtuale dove ogni mese estrarremmo dei foglietti che ci permetteranno di ricordare cose belle accadute da un capo all'altro dell'Italia.

I ricordi emozionanti che mi sono accaduti questo mese sono tantissimi, ma ve ne cito solo qualcuna, altrimenti qui rimarremmo fino al 2017 a leggere..quindi cominciamo ad estrarre..


Questo mese ho lavorato spiritualmente con i tarocchi delle Dee che mi ha permesso di scoprire meditazioni con Divinità non appartenenti al mio pantheon.

Questo mese c'è stato l'avvento di Yule che mi ha permesso di creare il ramo dei desideri bruciato a mezzanotte lasciando che ogni nostro desiderio arrivi all'Universo.

Questo mese ho dedicato del tempo a me acquistando libri che ancora non facevano parte della mia libreria..




Ora tocca a voi, cosa volete estrarre come ricordo felice di questo mese?

martedì 29 dicembre 2015

Tag Classifica Librosa

Oramai del 2015 sono rimaste pochissime ore trasformate in briciole. Facebook ci ricorda il nostro anno in breve caricando foto del nostro profilo, la gente si rincorre tra gli scaffali dei supermercati alla ricerca di prodotti in offerta da piazzare sulle tavole imbandite per il cenone, la televisione manda ancora in onda film natalizi ed io invece preferisco prendermi un attimo e ringraziare ciò che questo 2015 mi ha portato.

Questo anno mi ha dato la possibilità di conoscere persone nuove, di allontanarmi da altre che nonostante mi abbiano fatto male mi hanno dato la possibilità di crescere, mi ha portato un nuovo micio in famiglia figlio dei miei due amori, più che un micio.. è una peste che ama distruggere, mi ha portato la possibilità di creare il mondo di sopra non solo su facebook ma qui in questo mondo e di trovare uno spazio tutto mio, dove parlare, conoscere, emozionarmi e incontrare persone diverse, ma ciò nonostante simili a me. Questo anno mi ha portato la possibilità di avvicinarmi sempre di più al desiderio di allargare la famiglia e tante piccoli desideri materiali realizzati. Quindi ringrazio il 2015 per tutto questo, per i sorrisi e i pianti, per la forza di superare tantissime cose e per i momenti che sembravano mollarmi ma che poi mi hanno fatto rialzare, ringrazio il 2015 sorridendo al 2016 che arriva.

Grazie anche a voi che ci siete. Il mondo di sopra sei anche tu che ci sei.

Ma come non chiudere questo conto alla rovescia con un paio di articoli sul blog? Uno di questi è appunto un Tag creato da Ombre Angeliche che ci da la possibilità di realizzare una classifica librosa 2015.

Beh quindi.. ecco la mia.

Quanti libri hai letto nel 2015?

Quest'anno chiudo l'anno libroso con la bellezza di 83 libri che mi hanno fatto innamorare, viaggiare, distruggere, annoiarmi, deludermi e farmi felice in ogni loro parola.

Libro migliore e peggiore dell'anno 2015


 

Come romanzo migliore dell'anno non potevo citare Olga di Carta, Lo so ne ho parlato ovunque, vi ho quasi nauseato dalla sua presenza costante, eppure è un libro che difficilmente posso dimenticare. Amo tutto di questa autrice, mi è dentro nelle ossa. After lo considero invece il romanzo peggiore dell'anno.. basta! non se ne può più di questo amore infinito.. ora "oltre 1 miliardo di lettori" mi odieranno e mi metteranno al rogo.

I preferiti

Qui la lista è lunghissima di libri che mi hanno emozionata dalla prima all'ultima pagina, ma non voglio dilungarmi troppo quindi lascio solo qualche chicca che mi ha travolto.

 

Che dire di questi libri se non rimandarvi alle recensioni? Testi che non possono lasciarsi andare.

Autore e personaggio preferito

Ho cancellato e riscritto questa riga non so più quante volte. Non mi piace rispondere con una sola affermazione tralasciando tutti gli altri, perchè ogni libro che ho letto (e che mi sia piaciuto) mi ha fatto entrare nell'anima il personaggio della storia. Ma la spietata gufa delle Ombre Angeliche ha creato questo diabolico tag postando solo un autore ed un solo personaggio preferito quindi tra tutti i miei preferiti che si spintonano l'uno contro l'altro, scelgo lei Chloe della trilogia The Darkest Powers che ho amato (meglio tardi che mai) e che ho apprezzato dalla prima all'ultima pagina della trilogia grazie all'autrice Kelley Armstrong.


Quante saghe hai iniziato e quante ne hai finite?

Di saghe ne ho iniziate quattro anche se conto di iniziare a leggere Aurion di Luca Azzolini (ma la piazzerò nel 2016)

La cover migliore e peggiore dell'anno

 

La cover migliore non poteva essere questa meraviglia della nuova uscita della Salani. Un libro che vale oro per le illustrazioni meravigliose. Come cover peggiore ho scelto Anime Eterne, trovo la copertina davvero inutile e anonima, senza quel brio che fa venir voglia di leggere il libro.. che poi la recensione sia stata negativa è un altra storia.

Miglior libro di un esordiente



Il miglior libro di quest'anno è per me un romanzo scritto da una donna che traccia gli stessi passi di una grande donna. Sonia Morganti crea con le sue pagine qualcosa di meraviglioso che va letto, condiviso e amato.  Gli auguro di trovarsi negli occhi di Calpurnia e di riscoprire le meraviglie che cerca e che ha sempre avuto accanto.

Quale libro avresti voluto leggere ma non c'è l'hai fatta?

  

Solo ora che le copertine sono tutte vicine all'altra mi rendo conto che il fuoco è l'elemento comune principale ai tre. Sono libri in cui ho letto recensioni positive e negative, ma ciò nonostante la mia curiosità ne è rimasta comunque affascinata. Il dominio del fuoco e Talon sono due libri che devo ancora recuperare e che spero di riuscire a trovare presto. Attraverso il fuoco invece è un libro che mi ha prestato la cara amica del Blog My secret diary.

Miglior trasposizione cinematografica vista quest'anno

Ahimè non amando il cinema, quindi non andando mai al cinema con mio marito, purtroppo non posso rispondere a questa domanda. I film che guardiamo spesso sono film o telefilm stranieri e cartoni animati.

Libro più atteso del 2016?



Come non poter inserire questo? Quando ho finito l'ultima pagina dell'Accademia del bene e del male avrei preferito rimanere chiusa in una scatola fino alla fine dei miei giorni, piuttosto che passare ogni ora senza ritrovarmi nei passi della magia e ora questo 2016 deve arrivare presto per portarmi il seguito tradotto che tanto bramo!


Ringrazio ancora Ombre Angeliche per il tag creato e aspetto con ansia e curiosità le vostre risposte nei commenti.

Grazie anche a voi che ci siete. Il mondo di sopra sei anche tu che ci sei.













lunedì 28 dicembre 2015

Natale da Carrington. Recensione

Cari amici de il mondo di sopra come va questo periodo natalizio? siete ingrassati di quanti kili? Mi scuso per l'assenza ma avendo mio marito in ferie ci siamo dedicati un po' di tempo.. ciò nonostante le mie letture non si sono fermate, anzi! ho finito il secondo libro dedicato a queste feste che mi ero ripromessa di leggere..No non ne ho letti dieci, no nemmeno venti, si ok va bene sono solo due.. ma cavolo c'è l'ho fatta! Se con il primo ci siamo persi tra la magia di Sarah Morgan, ora ci troviamo con Alexandra Brown in Natale da Carrington! E c'è l'ho fatta, quindi un minuto di applausi.. grazie!
Mi avete fatto l'applauso? Va bene la smetto, ora parliamo di un libro saporito. Non posso che essere soddisfatta di finire questo 2015 in bellezza con un libro che mi ha lasciato con il fiato sospeso fino all'ultima pagina.


Titolo: Natale da Carrington
Autore: Alexandra Brown
Editore: Harlequin Mondadori
Prezzo: € 10,97 cartaceo
E-book: € 6,99
Pagine: 332

Sinossi:
Georgie Hart adora il Natale nei grandi magazzini Carrington. Responsabile del reparto borse di lusso, adora aiutare i clienti a trovare il regalo perfetto per la persona giusta. E quest’anno non fa eccezione, visto che in più ci sarà il muscoloso e affascinante Tom, il signor Carrington in persona, con cui passare questo giorno speciale.
Ma i progetti di Georgie vengono completamente rivoluzionati quando Tom annuncia che nei grandi magazzini Carrington si svolgerà un reality televisivo, presentato dalla stravagante e potentissima Kelly Cooper.
Alla prima puntata Georgie non viene mostrata sotto una luce troppo lusinghiera. E le cose vanno di male in peggio quando la viscida figlia di Kelly vuole mettere le grinfie proprio sul suo Tom. Georgie inizia a pensare che queste saranno le peggiori feste della sua vita, ma forse Babbo Natale ha in serbo una piccola sorpresa per lei. Non deve fare altro che aspettare Natale per scoprirlo...




Premetto che questo è il secondo libro della serie creata dall'autrice, ma la sua mente geniale ci permette di leggerlo come libro a sè e non crogiolarci non potendo leggerlo. Quindi dopo questa premessa possiamo partire con Natale da Carrington!

Come oramai avete capito amo questo periodo dell'anno, le sue luci, i libri natalizi, le cioccolate calde i piumoni e i pigiamoni e in questo libro troverete questa atmosfera.

Il personaggio principale qui è Georgie che con il suo caratterino di fuoco ci racconta tutta la storia, ammetto che all'inizio mi sono ritrovata in questo personaggio fatto di fisse mentale, paturnie, melodie natalizie, orgogli e film mentali.. lo so vi ci state ritrovando anche voi, vero?

Pagina dopo pagina ci ritroviamo nello show che viene presentato nel centro commerciale. Ci ritroviamo tra personaggi buffi e personaggi meschini, ci ritroviamo tra momenti che fanno ridere e momenti che feriscono.

Avete presente quei libri che vi fanno bruciare la cena? Quei libri che vi fanno diventare dipendenti dalla lettura, mentre il marito brontola sul divano? Beh questo è esattamente quel libro!

Mi sono trovata a dire "stasera leggo solo una pagina" ed invece di pagine ne ho lette parecchie, poichè la scrittura così divertente e scorrevole ci fa andare avanti senza renderci conto del tempo che corre. 

Ammetto che i personaggi nonostante siano diversi,  mi hanno lasciato il segno solo due Georgie con il suo modo di fare un po' come il mio e Eddie e le sue battutine acide e dirette!

Il personaggio invece che avrei abbandonato in un fosso pieno di coccodrilli legata dalla testa ai piedi è Zara, un odio così non l'ho mai provato quindi se siete come me amanti dei libri e divoratrici di letture, sappiate che vi ritroverete ad odiare profondamente una ragazzina stupida, egocentrica e antipatica, come non mai e che ne parlerete nella realtà come se fosse nel vostro quotidiano (chiedo scusa a mio marito che mi ha dovuto sopportare)

L'autrice ci mostra non una melodia, ma un arcobaleno di colori. Non è un romanzo solo rosa, è un romanzo dalle mille sfumature che ci farà sognare.

Un libro da leggere magari sedute sul divano mentre le luci dell'albero di natale corrono veloci.

Un libro che ringrazio ancora la casa editrice per avermi permesso di leggere.

Un libro che consiglio di leggere mangiando tanti.. tantissimi muffin!

Migliaia di mici!!






lunedì 21 dicembre 2015

Accade a Natale. Recensione

Avrei voluto parlarvi dell'ultimo libro dei fratelli O'Neil davanti al camino acceso e con fiocchi di neve che scendono giù dal cielo, invece sono qui con i gatti che dormono sul divano, con non uno, ma ben due maglioni addosso (si chiama muoio di freddo nonostante i caloriferi) e con la televisione accesa su un film, ma non demordiamo! Quindi chiudiamo gli occhi e facciamo finta che fuori dalla finestra nevichi e che invece della televisione c'è il camino acceso con un fuoco caldo e accogliente..ah dimenticavo Buon Yule amici del mondo di sopra! Che la luce illumini ogni vostro cammino!



Titolo: Accade a Natale
Autore: Sarah Morgan
Casa Editrice: HM Harlequin Mondadori
Pagine: 330
Prezzo: 14.90 €
Data di pubblicazione: Novembre 2015

Sinossi:
Questo Natale, Tyler O'Neil, ex campione di sci, affascinante rubacuori e papà single ha una sola missione: regalare a sua figlia Jess il miglior Natale della sua vita. Il fatto che la sua migliore amica, Brenna, bella e sexy da morire, sarà temporaneamente ospite del suo chalet allo Snow Crystal Resort, al completo per le feste, è una deliziosa distrazione che lui deve assolutamente ignorare. L'amicizia che lo lega a Brenna, infatti, è forse l'unica relazione che non ha ancora rovinato. E non ha alcuna intenzione di farlo adesso. Brenna è da sempre innamorata di Tyler e stargli così vicino si rivela una vera tortura: come può concentrarsi nell'essergli solo amica quando lui dorme nella stanza accanto? È possibile che in questo magico Natale i suoi sogni possano finalmente diventare realtà?




E carissime fan dei fratelli O'Neal ci siamo! Strappiamoci i capelli, culliamoci sotto le coperte, organizziamo delle assemblee anonime per riprenderci! Siamo arrivate alla fine della storia, siamo arrivati all'ultimo capitolo. Fino adesso l'autrice ci ha tenute con il fiato sospeso per tutto il tempo.. ed ora ci siamo.

Ci troviamo con l'autrice nel mezzo dello Chalet dove Tyler sta organizzando per la figlia il miglior Natale della sua vita. Non è facile stare dietro quest'uomo, un uomo che all'inizio della sua vita da adulto ne ha passate tante, un uomo che ha lottato e che ora ha smesso di fidarsi della gente.

E nello Chalet chi troviamo se non la sua migliore amica Brenna? Loro sono come il sole e la luna dove lei la luna, scusate Brenna, ne è totalmente innamorata. 

Donne, amiche, sorelle che siete qui a leggermi.. come siamo noi donne innamorate segretamente dove ogni minima cosa ci fa battere il cuore pensando a lui? Bhe immaginatevi li nella stanza affianco all'uomo dei vostri sogni e dei vostri incubi.. e capirete Brenna.

La storia è pazzesca e divertente. L'autrice come al solito non si smentisce mai, troviamo conversazioni divertenti e precise, una famiglia impicciona un po' come quelle che troviamo a casa, l'amore nelle sua parti più romantiche e la sensualità elegante di scene "erotiche" mai volgari.

Tyler e Brenna, ma non dimentichiamoci della figlia Jess. L'autrice ci permette di entrare anche nella testa di lei e capirla un po' di più, capire il suo mondo fatto per le emozioni verso il padre, per la scuola e il bullismo e per la sua passione che le ruba il tempo.

Il modo di scrivere dell'autrice ci permette di sognare ad occhi aperti e se nelle volte scorse quei luoghi ci han fatto sognare paesaggi diversi, ora l'autrice ci fa sognare lo stesso Natale che si trovano a passare i protagonisti.

Che dire se non BELLO, BELLO, e ancora BELLO?





Pagina dopo pagina vi ritroverete nella testa di tutti i personaggi, a sentirvi mai sazi e a voler sempre di più. Vi ritroverete nella mente contorta di Tyler dove il top e i pantacollant di Brenna lo faranno morire per la voglia di lei e lei nella mente di una donna che con coraggio affronta poi la dichiarazione d'amore, ebbene si Brenna si dichiara signore mie che non avete il coraggio di dire cosa provate a quell'uomo che stalkerate da tempo.



A chi vuole emozionarsi, a chi vuole leggere un libro ironico e d'amore per questo Natale.. beh.. non potete allora non perdervi in queste pagine.

Mi mancheranno i fratelli? Mi mancheranno tutti, anche la famiglia impicciona in quest'ultimo libro.

Sarah Morgan crea magie signore mie!










venerdì 18 dicembre 2015

Il mondo di sopra augura buone feste..regalando un pacchetto!




Cari amici del mondo di sopra, le feste si stanno avvicinando sempre di più. Lo so, lo stress si fa sentire per la corsa alla ricerca degli ultimi (o dei primi) regali di Natale per amici e parenti e l'angoscia dei chili di troppo sulla bilancia dopo l'abbuffata, segna le ore.

Ma qui nel mondo di sopra per augurarvi Buone Feste si è deciso insieme alla casa editrice Nativi Digitali Edizioni di farvi un regalo, una gift card di 10 euro che vi permetterà di acquistare gli ebook che preferite tra le svariate collane di Storie, Fantasy, Viaggi e Saggi, da utilizzare per voi amanti divoratori di libri o da regalare ad un amico!


Partecipare è molto semplice:
- basta essere lettori fissi del blog (o diventarlo cliccando su unisciti a questo sito)
- mettere mi piace alla pagina della casa editrice (trovate il click qui )
- condividere l'evento e taggando i vostri amici
- lasciare un commentino qui sotto con la vostra email per assegnarvi un numerino.


Il 24 Mattina sarà estratto il vincitore che verrà contattato direttamente dalla casa editrice per rilasciarvi l'ebook card.


Il mondo di sopra buone feste ti vuole augurare, con un semplice pacchetto regalo al vincitore donare! 



Per leggere i nostri ebook non serve che il destinatario del regalo abbia il Kindle o un altro lettore di ebook: basta uno smartphone, un tablet o un pc, visto che sono disponibili i formati Epub, Pdf e Mobi, trasportabili e leggibili su qualunque dispositivo.

come l'arcobaleno tra una criniera. recensione

Le feste si avvicinano sempre di più e oggi nonostante il freddo vi presento un libro che grazie all'autrice ho letto e amato. Sto parlando di Come l'arcobaleno tra una criniera.. Ma prima presentiamolo.

Titolo: come l'arcobaleno tra una criniera
Autore: Paola Iotti
Editore: Giovanelli Edizione
Prezzo: 14,00 euro
Pagine: 324

Sinossi:
Una donna incontra due cavalli, Orizzonte e Stracciatella, e un sogno accarezzato da tempo si materializza per incanto. Come tessere di un misterioso puzzle gli eventi del passato e del presente si incastrano fra loro svelando un disegno inaspettato: si rende conto che le difficoltà poste nella vita dal destino hanno regalato opportunità per crescere interiormente, costruendo un equilibrio che illumina e consente di "vedere" l'essenza e l'armonia del mondo. Rispolvera alcuni "segreti" rivelati da un saggio amico: li mette in pratica senza quasi accorgersene, comprendendo che spesso sono le persone a creare limiti all'azione e che i confini si possono allargare dando ascolto alla voce del cuore. L'affetto per i suoi animali le ha permesso di amare sé stessa e ciò che il fato le ha riservato. Anche la passione per un campione della disciplina equestre del dressage. Mentre si sviluppa la storia con l'atleta, si verificano episodi enigmatici che fanno nascere la curiosità d'indagare sul trascorso di Stracciatella...




Quando l'autrice mi ha chiesto di recensire questo libro devo dire che non me l'aspettavo così. L'autrice racconta in una maniera armonica e come pezzi di puzzle che si completano, la storia della protagonista e di due animali e la persona che ama. Fine. Non troviamo altro, eppure nonostante la mancanza di tutto il resto, credo che questo libro possa essere definito quasi un capolavoro.

A volte verrebbe da dire "Sono solo animali" ma poi leggendo un libro del genere, beh l'autrice ci permette di capire che non sono solo animali e che a volte non servono le parole per comunicare.

Dalla prima pagina all'ultima troviamo una storia commovente. Il legame che unisce questi esseri ci permette di sentire le emozioni anche nella nostra pelle e di capire che ci sono certi legami che non si possono spezzare.

L'autrice non scrive, l'autrice ci racconta una melodia che ci permette di ascoltare ogni tono e di capire cosa finalmente significhi emozionarci e la parola "sentimento".

E' una melodia che racconta non solo a parole ciò che succede, ma racconta dietro lei ciò che l'autrice è, perchè sin dalle prime righe si sente il rapporto che lei ha con queste creature magnifiche e non soltanto la protagonista della storia.

La scrittura è scorrevole e nonostante il numero di pagine e i capitoli ben settantuno, non si fa fatica a leggerlo. Ho preferito darmi più tempo per ascoltare le sue parole altrimenti è possibilissimo leggerlo in pochi giorni. 

Non bisogna ancorare l'essenza alla fisicità dell'esistenza ma concentrarsi sulla spiritualità eterna a cui appartiene.

Un libro che spero presto abbia un seguito e che corra come un cavallo libero e selvaggio.

Consiglio questo libro a chi corre, a chi crede nell'amore e nelle emozioni, a chi vive, a chi ama gli animali, a chi ha voglia di conoscerli, a chi da piccolo si emozionava guardando il cartone animato Spirit.





mercoledì 16 dicembre 2015

w...w...w..wednesday

Il ginseng è pronto, i gatti fan colazione.. e allora che ne dite di iniziare la giornata con questa magnifica e divertente rubrica?



Per partecipare basta rispondere a queste semplici domande:

- Cosa stai leggendo?
- Cos'hai appena finito di leggere?
- Quale sarà il prossimo libro che leggerai?



- Cosa stai leggendo?

Due libri diversi tra loro. Due libri che in un modo o in un altro lasciano comunque qualcosa. Ecco quello che sto leggendo. Due libri che riescono a prendermi la mente in tutti e due i casi. Alla ricerca di Omm seti è un regalo di yule inviatomi da Mirial de I colori del vento. E' una storia vera che parla di egitto e reincarnazione. Un libro che sin dalle prime pagine sembrava dare con certezza che le coincidenze non esistono visto che è arrivato nello stesso momento che ho chiesto a Sekmet un segno dopo un rituale. Natale da Carrington è un omaggio inviatomi dalla casa editrice. Un libro carino e divertente che si adatta perfettamente al periodo che stiamo attraversando, un libro leggero che scorre veloce e che vi recensirò tra pochissimo.



- Cos'hai appena finito di leggere?

Sono rimasta piacevolmente incantata da due libri di due autrici diverse. Il primo "Come l'arcobaleno tra una criniera" è un romanzo inviatomi direttamente dall'autrice, di cui domani troverete la recensione, dove mescola in maniera equilibrata sia il voler lasciare messaggi positivi e di speranza, sia la voglia di raccontare e raccontarsi. Mentre "mezzanima l'ultima luna" è un fantasy inviatomi dalla casa editrice che mi ha fatto soffrire parecchio, non per la storia che mi è piaciuta visto tra l'altro i punti in più acquisiti dal fatto che l'autrice ha sedici anni ed è il suo primo romanzo d'esordio, ma per la scrittura piccina! Una talpa come me fa davvero fatica a leggere in maniera così piccola un numero così importante di pagine. E' un libro che poteva esser divorato in poche giornate se solo la dimensione dei caratteri fosse stata adeguata!




- Quale sarà il prossimo libro che leggerai?

E per la prima volta la risposta a questa domanda è: Non lo so! Visto l'avvicinarsi sempre più velocemente delle feste passerò del tempo con la mia famiglia e con lo scartare tantissimi regali che saranno sicuramente libri.. quindi non so quale libro mi aspetteranno da leggere



E voi cosa state leggendo? In quale mondo state viaggiando?? Son curiosa di scoprire le vostre risposte..





lunedì 14 dicembre 2015

Speciale: Yule si avvicina.. Cosa rappresenta e come celebrarlo

Buon salve amici de il mondo di sopra, mancano esattamente pochissimi giorni all'arrivo di Yule e qui nel nostro mondo ho deciso di portarvi (come vi avevo promesso nella pagina facebook) un articolo su come festeggiare questo sabba e su come celebrarlo per chi pratica.






E mentre la ruota dell'anno continua a girare, Yule andiamo a celebrare, che la Dea il nostro cammino sorvegli e che il Dio si risvegli.

Yule cade nel primo giorno d'inverno ed è considerata una festa solare in quanto è il giorno in cui il Sole rinasce per riscaldare di nuovo la Terra.
Gli antichi Egizi celebravano questa festa quattromila anni or sono quando per dodici giorni si festeggiava la rinascita di Oro, figlio di Iside e Osiride che sulla terra assumeva le sembianze del Sole.
Per far in modo che il Dio Sole rimanesse ancora più a lungo nel cielo, gli Egizi tendevano a decorare ogni luogo ben visibile in onore del Dio.
La notizia di queste celebrazioni fece il giro del mondo viaggiando di paese in paese fino all'arrivo nella Vecchia Roma che con l'avvento dei Saturnali inserirono non solo decorazioni per celebrare, ma offerte, candele, canti e banchetti.

Ecco quindi la nascita delle celebrazioni per il solstizio d'inverno.

Regina del Sole, Regina della Luna
Regina dei corni, Regina dei fuochi
Portaci il figlio della promessa

E' la grande Madre che lo Crea.
E' il Signore della Vita che è nato di nuovo!
L'oscurità e la tristezza vengono messe da parte
quando il Sole si leva di nuovo!
Sole dorato, delle colline e dei campi,
illumina la Terra, illumina i cieli,
illumina le acque, accendi i fuochi!!
Questo è il compleanno del Sole,
io che son morto, oggi son di nuovo vivo.
Il Sole bambino, il Re nato in inverno!
(canto tradizionale tratto da "La danza a spirale" di Starhawk)

Alla fine in questa festa ritroviamo la morte, la trasformazione e la rinascita. Il vecchio Re Sole ormai oscuro, si trasforma divenendo il Sole Bambino che rinasce dal ventre della Dea.

La Dea riporta la vita quella che prima era morte, permette al Sole di rinascere bambino cosi da portare calore e luce in tutta la Terra.

Antiche usanze narrano che fin dalla notte dei tempi si utilizzava bruciare il ceppo di Yule narrando la battaglia e la nascita del Sole vecchio e bambino.

La tradizione cristiana decise quindi di assorbire anche questa festa (soprattutto i Saturnali) e creare l'avvenimento del Natale il 25 dicembre.

Tuttavia ancora oggi nel 2015 ritroviamo ancora le vecchie feste pagane e le loro celebrazioni come ad esempio l'usanza di scambiarsi doni tramandata appunto dai Saturnali.

L'albero di natale rappresenta invece l'albero della mitologia nordica, l'albero quindi del Cosmo.

Appendere ai suoi rami decorazioni e luci rappresenta la celebrazione del mito del Sole e della Luce.

L'agrifoglio invece con le sue bacche rosse riporta il sole e la ruota dell'anno.

Ci sono tanti modi per celebrare questa festa, per l'altare è possibile utilizzare un panno bianco e decorare con rami di sempreverde. Possiamo usare candele rosse, bianche e verdi.

Dorothy Morrison nel suo libro L'arte della strega consiglia per Yule come mistura di incenso un composto di camomilla, zenzero, pino e salvia, io invece preferisco comporre il mio incenso da bruciare su carboncino con rosmarino, camomilla e cannella così non solo fumigare e ringraziare, ma da dare il benvenuto al nuovo Sole.

Possiamo creare un albero solstiziale con luci e decori che rappresentino il sole, possiamo alzarci all'alba e celebrare il nuovo Sole.

Per assicurarci buona fortuna e prosperità per l'anno nuovo è possibile rivestire una candela verde con della camomilla e lasciarla consumare.

Una tradizione ormai in famiglia che mi piace riportare ovunque vada, è quella di raccogliere un ramo qualche giorno prima di Yule per poi appenderci ogni desiderio che vorremmo realizzare per il nuovo anno.

Qui in casa lascio sempre foglietti bianchi vicino al ramo così che chi ne sente l'esigenza possa scrivere il suo desiderio e appenderlo..

Se poi anche tu vuoi scrivere un desiderio a distanza sul rametto lasciami pure un email o un commento qui sotto.

La notte di Yule bruciare poi tutto il ramo con i desideri così che il fumo possa portarli in alto e farli avverare.








sabato 12 dicembre 2015

Sotto l'albero di natale 2.0

Buon salve amici del mondo di sopra. No non siamo finiti nel futuro, ne' stiamo facendo un esperimento tecnologico, ma semplicemente partecipo anch'io a questa fantastica iniziativa che gira nella blog sfera e ho scoperto tramite Avido Lettore.

Per partecipare vi basta seguire le regole, quindi andare sul blog, iscrivervi e poi postare l'iniziativa sul vostro blog con i vostri desideri, mentre se non ne avete uno, andate negli altri blog appositi.


DI COSA SI TRATTA?

SOTTO L'ALBERO DI NATALE prende spunto dall'iniziativa Elf Christmas Wishlist, che consiste nel creare una lista di 10 desideri che gli elfi (cioè chi aderisce all'iniziativa) si sforzano di realizzare. Ognuno di noi nel suo piccolo può rendere felice un'altra persona, a volte basta poco: una parola, un sorriso, un disegno. La versione di VIAGGIATRICI IMMOBILI si basa sullo stesso principio, ma è un'iniziativa strettamente legata alla lettura e alla scrittura, rivolta ai book blogger, ai vlogger, ai lettori, agli autori e a chiunque abbia un legame con il mondo dei libri.

COME PARTECIPARE
Se siete blogger, aprite un post nel vostro blog. Il post dovrà comprendere questo regolamento (in modo che chiunque legga sappia di cosa si tratta), una lista di 10 desideri e la lista dei partecipanti con il link alla loro wishlist natalizia.
Una volta che avete deciso di partecipare, passate a commentare questo post con il link della vostra wishlist. Man mano aggiornerò la lista dei partecipanti, così che tutti possano averla sott'occhio e vedere quali desideri possono realizzare,
Se siete lettori, lasciate un commento con la vostra wishlist e il vostro indirizzo email. Provvederò io a creare una pagina apposita in cui racchiudere tutte le wishlist di chi ha un blog.N.B: l'indirizzo email serve in modo che possiate essere contattati da chi ha voglia\possibilità di esaudire uno dei vostri desideri.
ATTENZIONE: non è obbligatorio realizzare desideri. Lo scopo di questa iniziativa è regalare sorrisi e questo può essere fatto anche solo con un commento gentile.
Cosa si può desiderare? Vi lascio direttamente le parole di Alexiel, perché credo che non potrei dare una spiegazione migliore:
Qualsiasi cosa che sia attinente al nostro piccolo universo letterario: magari desiderate un libro e una di noi lo possiede, molte di noi hanno romanzi che non vogliono più o di cui vogliono sbarazzarsi, ciò che a uno non piace potrebbe portare il sorriso sul volto di qualcun altro; ebook e pdf di libri che cercate da tempo, in fondo sappiamo tutti che ne abbiamo a bizzeffe e loro attendono solo di essere letti; segnalibri, quaderni, anche solo una storia. C'è chi ha la mania di collezionare cartoline per inserirle nei libri, chi preferisce i segnalibri, c'è chi adora scrivere a mano e si riempie di blocchi o di post-it e chi scrive racconti per passione e potrebbe condividerne uno o magari siete un autore e potete regalare una copia del vostro romanzo autografata.
Insomma potete desiderare ciò che volete, dalle cose più semplici, magari anche legate a un fandom ("Vorrei leggere una Fanfiction su Shadowhunters in cui si approfondisce il rapporto tra Alex e Magnus", "Vorrei un disegno di Tris e Four di Divergent"), a quelle che richiedono un minino sforzo ("Vorrei un segnalibro con il mio nome sopra", "Vorrei il romanzo Fangirl di Rainbow Rowell), fino alle più complicate ("Vorrei una nuova libreria IKEA perché la mia è piena", "Vorrei una copia autografata di Allegiant").
L'importante è che si tratti di cose che desiderate e le altre persone partecipanti all'iniziativa cercheranno - nel loro piccolo - di realizzare questi desideri. È chiaro che non potrò pagare una libreria nuova a nessuno, ma magari posso regalare un libro che ho e non leggo. Mi raccomando, ricordatevi di aggiornare la vostra pagina con i vari partecipanti e se aderite all'iniziativa provate a realizzare i desideri degli altri, non è un obbligo, ma non è molto corretto sperare solo di vedere realizzati i propri desideri senza fare nulla per gli altri. Non dovete fare regali che includano spendere dei soldi, non è richiesto, a volta basta un follower in più, un commento, un consiglio per rendere felice qualcuno.
Ripeto, non ci sono obblighi, nessuno vi punterà una pistola alla testa perché realizziate i sogni degli altri, né è garantito che i vostri desideri verranno esauditi, però ricordatevi che è Natale e non c'è niente di più bello che sapere di avere reso qualcuno un po' più felice.

My Wishlist

1. Raggiungere i 1000 iscritti che commentino anche  sul blog. Magari non avverrà proprio per Natale, ma spero di raggiungerli prima o poi.
2. Qualsiasi oggetto che rappresenti le bamboline gorjuss.. le amo e non posso farne a meno.
3. Il libro La trilogia del cuore d'inchiostro. E' da anni che è nel mio carrello amazon eppure non riesco mai a prenderla. So ogni frase del film a memoria, ma ahimè non ho mai letto i libri.. e dovrò pur rimediare un giorno no?
4. Questo è un desiderio che andrebbe al primo posto, ma parlando di libri e spiritualità non volevo nemmeno parlarne, ma come potevo resistere se questa lista andrà in mano agli elfi? Beh il mio desiderio più grande è quello di diventare madre di una bellissima creatura. Il nostro è un percorso difficile fatto di lacrime e sospiri, ma spero di farcela.
5. Mi piacerebbe avere un numero illimitato di mazzi di tarocchi. Oltre che divinare con loro li colleziono anche e non mi bastano mai.
6. farmi conoscere nel mondo della blog sfera, il mondo di sopra è nato da poco eppure mi piacerebbe riuscire a diventare qualcuno che possa portare sorrisi e piacere alla gente.
7. Finire il progetto che in questi giorni grazie all'avvento della Luna nuova sto realizzando. Sto impiegando tempo, spazio e anima, ma spero di riuscire ad arrivare fino in fondo.
8. Qualsiasi cosa legata al mondo dei libri. Amo ricevere libri in scambio o in omaggio, divoro libri a tutte le ore e non finirei mai di leggere.
9. Svaligiare il disney store e portarmi via a gratis tutto ciò che hanno.. per poi lasciargli il loro saluto "ti auguro una magica giornata" u.u
10.  Mangiare un sacco di dolci senza ingrassare. Giuro. Da brava strega ci provo ogni giorno ad inventare la pozione magica, sono sicura che mi manca solo un ingrediente..

BLOG partecipanti:

THE BOOKSHELF
CHRONICLES OF A BOOKAHOLIC
INSIDE A BOOK
LEGGENDO VIAGGIANDO
L'ALBERO DELLE MELE
IL BAULE D'INCHIOSTRO
MARI AND THE BOOKS
LA BIBLIOTECA DI DRUSIE
LE LETTRICI IMPERTINENTI
THE BOOKISH TEAPOT
DIVORATORI DI LIBRI
PROGETTO FELICE
OTIUMENTIS
DA UNA STELLA CADENTE ALL'ALTRA
GOTTA READ'EM ALL!
INKADDICTED
IL TEMPO DEI LIBRI
READING IS BELIEVING

Aspetto i vostri desideri, contribuiamo tutti a far sorridere la gente che ci circonda :)

Mi potete contattare all'email che trovate nel micino :)

giovedì 10 dicembre 2015

Il mondo di sopra ti consiglia

Lo so è giovedì e no, non avete sbagliato articolo, ma oggi preferisco rimandare l'appuntamento con la strega per proporvi un nuovo speciale. Ovvero il mondo di sopra ti consiglia.



Ormai ci siamo.. siamo entrati nel periodo delle feste. Le strade e le case sono tutte illuminate, le decorazioni portano allegria e malinconia allo stesso tempo, i nasi dei bambini sono appiccicati alle finestre in attesa della prima neve e c'è chi davanti al camino con la copertina (anche quella di linus..) sulle gambe, legge un bel libro. Ed ecco quindi l'avvento il mondo di sopra ti consiglia.

Avete presente quella sensazione quando provate qualcosa di davvero bello e volete gridarlo al mondo? Beh oggi nel mondo di sopra io voglio fare la stessa cosa.. voglio consigliarvi un libro che lo trovo adatto in questo periodo.

Voglio consigliarvi un libro da regalare alla persona a cui volete bene o perchè no.. regalarvi qualcosa per voi stesse, per perdervi anche voi in quelle pagine, riga dopo riga ritrovarvi in un mondo al contrario che vi porterà all'ultima pagina con il magone per averlo già finito..

 Regala un libro: Dralon !



Vi parlo così perchè tempo fa, grazie all'autrice, ho avuto la possibilità di leggere il libro in anteprima e credo di non essermi ancora ripresa del tutto dal trauma che per il seguito del secondo volume bisogna ancora aspettare un po' (invierò la parcella del mio psicologo a M.c. Willems)

Per chi invece si è perso la recensione (cooooosa??? e perchè mai non l'avete letta?) vi lascio il click.. qui   (vi tengo d'occhio sappiatelo!)

Ma perchè consigliarvi un libro così? Prima di rispondere a questa domanda vi lascio un piccolo estratto:
«Buona mattina a tutta Londra e dintorni…» augurò l’allegra voce dello speaker di radio Destiny.
«Un buon giorno a te, signore della radio» gli rispose come ogni mattina Kate.
«Zuccona, lo vuoi capire che non ti può sentire!» le fece notare poco gentilmente Michael mentre affogava i cereali nella tazza del latte.
«Sì che mi sente invece!» lo contraddisse la bimba.
«Silenzio!» li interruppe Romeo roteando la forchetta in aria. «Stanno dando l’aggiornamento sul traffico».
«…ultime notizie sulla viabilità… nuove, lunghe code sono state appena segnalate nel centro della città, tra King Street, Marylebone Road e Trafalgar Square…»
«Lo sapevo!» replicò Romeo battendo un pugno sul tavolo.
«…per chi dovesse raggiungere gli uffici della city, il nostro consiglio è di muoversi con largo anticipo…»
«Troppo tardi per noi!» borbottò il signor Moffet mentre terminava rassegnato il suo ennesimo boccone.
«…per chi invece non si facesse allarmare dal traffico, consigliamo di gustarsi le proposte della nostra emittente. Oggi, lunedì 24 settembre, è il giorno che gli appassionati di occultismo indicano come il “giorno delle streghe”. Sono in molti a credere infatti che in questa data si incrocino e intercettino potenti forze oscure. Per l’occasione abbiamo invitato in studio una nota conoscitrice del campo, un’esimia docente di psicologia del paranormale dell’Università di Edimburgo, che ci aiuterà ad approfondire questo interessante tema con un sunto dei suoi studi: la dottoressa Odilde Costalbine».
«Ehi, Deejay Einstein, visto che ci sei, perché non chiedi a questa grande esperta come far magicamente sparire il groviglio di macchine che blocca la città!» lo sfidò papà Romeo imburrandosi un’altra fetta biscottata.
«Dottoressa Costalbine, ci spieghi qualcosa in più su questa leggenda. Quali sono le sue origini e perché la gente dovrebbe crederci? Sono certo che i nostri ascoltatori sono molto interessati a questo argomento».
«Come no! Mi stavo giusto chiedendo quando ne avrebbero parlato» disse sarcastico il signor Moffet mentre deponeva l’ultimo uovo al tegamino nel suo piatto.
«Io non parlerei di leggende, John…» lo corresse la dottoressa, «…mi rendo conto che per la gente comune, quindi la maggior parte della gente, risulti difficile se non impossibile accettare l’esistenza della magia. E questo perché solo pochi possiedono la sensibilità per coglierne i segnali e per sintonizzarsi sulle quasi impercettibili frequenze del mondo paranormale».
«Quante stupidaggini!» disse seccato il papà. «Non me ne starò certo qui seduto ad ascoltare queste strampalate idiozie!» si avvicinò alla radio con l’intenzione di cambiare stazione, ma il grido acuto di Kate lo fece arrestare di colpo. «Cosa c’è? Cosa è successo, di grazia?» chiese visibilmente scosso.
«Voglio sentire cosa dice la dottoressa!» rispose la bimba, angelica.
«Ma sono solo un cumulo di sciocchezze!» tentò di convincerla il papà.
«AAAAAAHHHHH!» Kate lanciò un urlo se possibile ancora più acuto del precedente, tanto che Peter e Michael dovettero tapparsi le orecchie.
«Per pietà, papà! Lasciale sentire il programma o finiremo col perdere l’udito» lo pregò Peter. Tutti sapevano bene che innervosire Kate poteva rivelarsi pericoloso. La sorellina, a soli 5 anni quasi 7 come le piaceva dire, era una sorta di boss della malavita anche a scuola. Tutti i compagni la temevano al punto tale che non si trafficavano cerapongo e astucci senza il suo esplicito consenso.
«E va bene!» concesse il padre, «Ma solo per qualche altro minuto» e alzò nuovamente il volume.
«…queste non sono solo superstizioni, mio caro John. Non solo io, ma anche altre decine di esperti ritengono che oggi sia uno dei giorni di contatto con il mondo della magia. Come avvenga la congiunzione… beh… questo è ancora mistero!» Finalmente, con grande sollievo di papà Romeo, la voce dello speaker si decise ad introdurre un nuovo argomento. Il signor Moffet ne approfittò per cercare un’altra stazione dove poter ascoltare un po’ di buona musica e dimenticarsi in fretta di quelle assurdità.
«Questo sì che è il giusto sound, ragazzi!» disse improvvisando un terribile passo a due con la scopa e scatenando le risate dei figli.
«Romeo, Aloysius Moffet!» gli gridò la moglie spaventandolo a morte. «Non credo tu sia di esempio ai tuoi figli perdendo tempo a flirtare con una scopa in cucina».
«Ma io stavo solo…» cercò di giustificarsi l’uomo.
«La storia non si fa né coi ma né coi se! Dovresti saperlo» lo rimproverò Eleanor come se si rivolgesse ad un bambino. «Lo ripeteva in continuazione quella rompiscatole della tua bisavola. Avanti, pelandrone! Porta le merende dei ragazzi in macchina e controlla che non abbiano dimenticato nulla».
«Comunque» tentò nuovamente Romeo, «…ti ricordi quando ball…»
«Le merende!» gli chiarì ancora una volta Eleanor.
«Signorsì, signora! Ho capito. Non c’è mica bisogno di ripeterlo» e fatti schioccare i tacchi delle scarpe, partì con la scopa poggiata sulla spalla come fosse una doppietta, seguito in formazione dai figli. La signora Moffet raccolse la sua borsa dal pavimento e prima di andare diede un’ultima occhiata affranta alla cucina. Padelle e pentole unte si accatastavano nel lavabo. Piatti e tazze sporche giacevano come feriti di guerra sulla tovaglia macchiata di caffè e i resti della colazione erano ora diventati il pasto principale di Polpetta, la gatta di Kate. Sollevò disperata gli occhi al cielo, pensando a cosa l’avrebbe attesa quella sera, e spense veloce la luce. Proprio quando credeva che nient’altro quel giorno avrebbe potuto farla tardare, il trillo vibrante del campanello suonò inatteso.
«E adesso chi diamine è?» sbottò infastidita.


Ecco lo so avete anche voi gli occhi a cuoricino,..ma non vi dirò chi suonò a quella porta, per scoprirlo dovrete leggere il libro dall'inizio all fine.. ma dicevamo, perchè quindi consigliarvelo??


Perchè è un libro che lascia il segno, perchè ci permette di entrare in un mondo diverso o meglio al contrario, dove anche i grandi vivono la magia dei bimbi. E' un libro che ci cattura sia con la scrittura che con le illustrazioni e non ci lascia andare via finchè non è finito.

E' come se la storia la vivessimo con loro, intorno a noi non troveremo più le nostre case, ma Dralon stesso.

E se siete arrivati fino a qui e non siete ancora convinti.. beh vi lascio allora la sorpresa che vi indicavo nel titolo:


– Benvenuta cara M.C. nel blog il Mondo di Sopra, come ben sai è collegato ai lettori della pagina Facebook. Il tuo libro ha colpito diversi lettori ed è sorprendente, in quanto è volato velocemente nel mondo della blogsfera.. Ma prima di parlare di Dralon parlaci di te. Descrivici M.C. in poche parole. Chi sei come autrice e donna?

Vorrei rispondere a questa domanda prendendo in prestito le parole usate dalla straordinaria J.K. Rowling per descrivere il personaggio di Harry Potter, durante un’intervista per una televisione scozzese: “ … he’s just a common guy but with a twist”
M.C. Willems è una persona come tante ma con un piccolo segreto nascosto nelle pantofole.

– Dralon è il tuo primo romanzo d'esordio. Cosa significa scrivere un libro?

Ai miei occhi, non rappresenta solo uno dei possibili modi di esprimere e condividere la propria creatività; scrivere è compiere un viaggio di cui non si ha ancora una chiara destinazione e durante il quale è possibile fare incredibili incontri e scoperte inaspettate.
– Nel romanzo troviamo tantissimi personaggi, uno diverso dall'altro che percorrono avventure in un mondo al contrario, quasi come se anche tu percorrendo quegli stessi passi volessi invitare il lettore in questo mondo, l'ispirazione per una parte cosi magica è innata in te o hai avuto ispirazione grazie a qualcosa o qualcuno?

Credo che la capacità di “fantasticare” non si possa acquisire; è un po’ come la naturale predisposizione che certe persone hanno per la matematica o per la musica.
Ricordo che sin da piccola, raccontavo storie di avventura e magia alle mie amiche di scuola oppure dirigevo i miei cugini in quelli che, solo molto più tardi, sarebbero diventati i famosi role play games 

– Cosa rappresenta per te la scrittura

Come scritto precedentemente, la ritengo oltre che una fondamentale forma di espressione anche un modo per modificare o confermare certe percezioni e prospettive.

– Come si sviluppa l'idea di scrivere un libro e poi portarlo a termine?

Il mio modo di operare è abbastanza semplice.
Dopo la fase di brainstorming, lavoro sulle immagini che si sono create nella mia mente, raccolgo informazioni che possono essermi utili durante la stesura della storia e fisso sulla carta alcuni “nodi” fondamentali (personaggi, scenari, dialoghi e alcuni avvenimenti chiave).
La terza e ultima fase è quella che chiamo di “riempimento”. In questo stadio, creo la storia vera e propria collegando i punti precedentemente fissati.

– Dei tuoi personaggi qual è quello che senti più vicino a te?

Non riesco a scegliere un unico personaggio; ho lasciato una piccola parte di me in ognuno di loro. Posso però dirti che lo scontroso Isidore G. Dott ispira in me una particolare simpatia.

– Con Dralon che messaggio vuoi mandare ai lettori

Che non si è mai troppo grandi per leggere o ascoltare favole.

– e lo stesso Dralon cosa ti ha lasciato alla fine?

Il desiderio di raccontare altre storie fantastiche.

– Come mai hai preferito pubblicare in self piuttosto che affidarti ad una casa editrice?

Penso che la scelta derivi in buona parte dalla mia insicurezza. In tutta onestà, temevo che nessuna casa editrice sarebbe mai stata interessata a pubblicare la mia storia.

– Che sentimenti o pensieri ti ha suscitato avere la tua prima copia di Dralon in mano

Una soddisfazione indescrivibile: mi sono finalmente convinta che i sogni non sono poi sempre così impossibili e irraggiungibili.

– Sappiamo che Dralon è il primo volume di una trilogia (e qui nel mondo di sopra non
vediamo l'ora di leggere il seguito) stai già sviluppando il seguito o per il momento ti sei dedicata solo ai personaggi?

Non tutti i personaggi sono delineati e non tutte le ambientazioni scelte ma i punti salienti del secondo libro sono sicuramente pronti.
Conto di iniziare a scrivere il secondo capitolo della storia subito dopo la promozione di Dralon (inizio di gennaio).

– La nostra chiacchierata purtroppo è finita, lascia un pensiero sul perchè i lettori
dovrebbero comprare questo libro come regalo per Natale e non solo perchè lo consiglia Il mondo di sopra :)

Consiglio il mio romanzo a chiunque abbia ancora voglia di sognare e trascorrere un po’ di tempo in un mondo magico dove la parola d’ordine è: “Qui, tutto è possibile!”.

- Grazie per la partecipazione nel nostro mondo.

Grazie a te mondo di sopra per la sincera disponibilità e per lo spazio e l'attenzione che offri a noi autori emergenti
Un carissimo saluto,
M.C. Willems

E' con questa frase quindi cari amici che voglio lasciarvi, una frase dell'autrice stessa: 


 mi sono finalmente convinta che i sogni non sono poi sempre così impossibili e irraggiungibili.


E con Dralon i sogni non saranno più lontani.. a Natale regala un libro.. scegli Dralon! 

mercoledì 9 dicembre 2015

w..w...w...wednesday

Il ginseng è pronto, i gatti fan colazione.. e allora che ne dite di iniziare la giornata con questa magnifica e divertente rubrica?



Per partecipare basta rispondere a queste semplici domande:

- Cosa stai leggendo?
- Cos'hai appena finito di leggere?
- Quale sarà il prossimo libro che leggerai?


- Cosa stai leggendo?

Quante volte vi ho detto che sto divorando tantissimi libri? beh con l'avvicinarsi di Yule ho rallentato un po' le cose per dedicarmi ai regali da inviare ad amici e parenti lontani e a finire gli addobbi in casa. Quindi oggi come libro che sto leggendo vi ripresento stavolta al primo posto Come l'arcobaleno tra una criniera che oltre ad avere una bella immagine comincia a piacermi molto. Sto finendo anche Mezzanima l'ultima luna il libro che ve ne parlavo giorni fa sulla pagina facebook scritto ricordo da una ragazzina di sedici anni.. avete presente i sedici anni? Quando noi infilavamo le dita nel naso e masticavamo gomme come cammelli a sedici anni, un altra invece ha scritto un libro fantasy.. 

 



- Cos'hai appena finito di leggere?

Mi sono persa tra le pagine della Dea nascosta lasciandomi condurre dai suoi esercizi che come vi dicevo la volta precedente non facevo da un po'. Tra qualche giorno vi lascerò la recensione collegata all'appuntamento con la strega.




- Quale sarà il prossimo libro che leggerai?

Finite le feste spero di perdermi presto tra le braccia della Bambola di Ossa, anche se ultimamente ho scoperto che la versione italiana purtroppo non ha sviluppato all'interno delle pagine, le illustrazioni che ci sono in quella inglese.. Una sola domanda.." ma come minchia si fa??? ma perchè???" e scusate se le domande sono due. Un altro titolo invece che mi tocca molto è Shamrock, un libro fantasy che prestò sarà tappa di un prossimo blogtour qui nel mondo di sopra. E' un libro che ha toccato le mie corde e che mi fa sentire l'autrice molto vicino.



E voi cosa state leggendo? in quali mondi state viaggiando? Quali fogli state annusando?