sabato 15 agosto 2015

La Danza a Spirale di Starhawk (Recensione)

Spesso mi trovo a rispondere alla domanda "come posso avvicinarmi a questo mondo, alla Dea?" di solito vengono consigliati libri di validi autori come Cunningham, come Buckland, o come la Currot; tuttavia preferisco sempre consigliare questo libro perchè sin dall'inizio mi ha sempre dato tanto e anche a rileggerlo negli anni trovo sempre qualcosa da imparare. Starhawk è una delle teoriche più conosciute del neopaganesimo e dell'ecofemminismo. La sua spiritualità assorbe anche gran parte dello sciamanesimo (essendo lei stessa una sciamana). Il libro introduce non solo alle divinità, quindi al Dio e alla Dea, ma con gli esercizi aiuta a connettersi con la parte più profonda di noi, aiuta a comprendere l'arte della stregoneria, spiegando le varie feste, come aprire e chiudere un cerchio e l'energia. Mi permetto di ricopiare ciò che l'autrice scrive del suo libro: 

<< Attraverso la Dea, possiamo scoprire le nostre energie, illuminare le nostre menti, avere la padronanza completa dei nostri corpi, e celebrare le nostre emozioni. Possiamo superare i nostri ruoli costrittivi e limitati e diventare finalmente complete >> 

E' un libro, un saggio, un gioiello di quasi cinquecento pagine dove la Dea la senti nella pelle. C'è da chiarire che nonostante l'autrice abbia avuto anche un insegnamento wiccan, la sua tradizione è quella Feri, cioè una tradizione della stregoneria indipendente rispetto a quella tramandata da Gardner e che non accetta il Rede (canto dove sono indicati i principi della tradizione wicca.) Lo consiglio? Assolutamente si. E' da avere in una libreria di una strega? Si. E' da leggere solo una volta? No nella vita ci si ritroverà sempre a rileggerlo più volte...

2 commenti:

  1. Tu sai quanto io ami la tua cultura pagana e anche quanto adori le letture che trattino di questo argomento. Perciò questo libro fila dritto nella mia WishList *_*

    RispondiElimina
  2. è un saggio che ti rimarrà nel cuore.. specialmente per i canti che ha **

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.