venerdì 4 settembre 2015

La via delle Querce. Recensione

Titolo: La via delle Querce. Introduzione al druidismo moderno.
Autore: Ossian
Editore. Psiche 2
Prezzo: 18,00 15,30 
Pagine: 192

Trama:


Questo saggio è un'analisi sul Druidismo moderno suddiviso in due capitoli prinicipali: La storia, l'etica e i principi; la sezione pratica con le cerimonie e la ritualità.



Che cos'è il Druidismo? Alcune correnti come L'OBOD inglese vedono il tutto come un afilosofia di vita, una spiritualità non in forma regligiosa ma un metodo per riconnettersi con la natura e le sue forze. Altri gruppi druidici invece abbracciano la forma del Druidismo come una vera e propria religione neo pagana inserendo nel contesto una visione mistica e magica.


Le pratiche religiose druidiche sono l'espressione di un condizionamento temporale tra ben precise e redicate tradizioni di magia cerimoniale e pratiche sciamaniche, che cercano di centrare l'uomo moderno con gli spirriti della natura per collocarlo e radicarlo con le energie del territorio che lui abita.

Il movimento non è "spirituale" per un'intesa più animista del termine ma diventa tale solo perchè la pratica religiosa è incondizionatamente collegata con l'iterazione e la conoscenza del mondo degli spiriti della natura e dei propri antenati.

Il moderno druido diventa anche ecologista ed ambientalista, in quanto non solo cerca di preservare le tradizione della propria patria con gli studi della storia e della mitologia ma anche preservando il proprio ambiente o meglio Madre Terra da un declino ecologico.

Tutto ciò lo porta inevitabilmente ad un culto politeista verso archetipi e divinità collocate nell'antica tradizione celtica e indoeuropea.


Ossian D'ambrosio nasce nel 1970 in Germania, si trasferisce in Italia nel 1980. Da sempre interessato alla stregoneria e all'occultismo. Ha scritto e pubblicato la rivista "Vento tra le fronde" che si occupava di spiritualità e cultura celtica, ha curato anche la stesura dei "Quaderni Bardici" e "Il calendario druidico". Nel 2011 scrive: "Ogham-breve guida alla simbologia druidica per comunicare con gli spiriti degli alberi".



Nel 2008 fonda il Cerchio Druidico Italiano.

Un libro davvero ben fatto, di un autore esperto in quello che parla.

E' un saggio che analizza il druidismo italiano così da apprenderne le basi per chi è alla ricerca di una nuova spiritualità.

Il libro inizia con la storia del druidismo moderno così da dare al lettore dell'infarinatura sul druido di oggi. L'autore parla in maniera molto chiara ed esaustiva, sembra di fare una semplice chiacchierata con un amico, quell'amico che abbiamo tutti nella vita, un amico un po' secchione che quando parla ti fa rimanere a bocca aperta per l'emozione.

Andando avanti nella lettura troviamo capitoli anche di pratica che spiegano gli strumenti e i rituali di un druido.

un Druido pagano è chi riverisce gli spiriti,(..) è una persona che può servire per ristabilire un certo equilibrio tra l'uomo e la natura. Potrebbe anche essere definito un nuovo guardiano delle foreste, attento osservatore per un ripristino ecologico e difensore di quelle idee che servono a contrastare movimenti che non vogliono rispettare i valori umani ed animali. Il druida è colui che cerca un nuovo contatto con i misteri della terra. E' colui che ricomincia a sporcarsi le mani con la terra, ad osservare i segni che gli spiriti e gli Dei li comunicano

Il finale si riempie di diverse invocazioni da recitare con canti ed inni di un druido tutto italiano.

Il libro è davvero completo e l'autore cosi umile ce ne parla in maniera molto chiara. A realizzare il contorno di questo bellissimo saggio troviamo una cornice di immagini davvero uniche e simpatiche.

Non può mancare nelle vostre librerie.






Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.