martedì 29 settembre 2015

Sette riti di bellezza giapponese. Recensione

Questo libro non è solo un libro da leggere, ma è un libro da testare ed io l'ho testato dalla prima all'ultima pagina e ne sono rimasta estasiata. Ma cominciamo dall'inizio..


Titolo: Sette riti di bellezza giapponese
Autore: Elodie- Joy- Jaubert
Editore: Sonzogno
Pagine: 128
Prezzo: € 13,00 cartaceo, E-book € 7,99

Sinossi:

Le donne giapponesi di solito dimostrano dieci anni in meno della loro età effettiva. Come fanno ad avere una pelle così radiosa? Certamente la genetica gioca un ruolo importante. Ma è davvero l’unica cosa che distingue noi occidentali dai freschi fiori del Sol Levante? Elodie-Joy Jaubert, grazie alla sua passione per il Giappone, è andata a scoprire il segreto di quei visi di porcellana, dall’aspetto sano e pieno e dalla carnagione liscia e soda come il mochi, il cremoso dolce di riso la cui consistenza richiama una pelle levigata e in salute. Le giapponesi, infatti, hanno elaborato un sistema di cure tradizionali, che si trasmette di generazione in generazione. Si tratta di un rituale quotidiano di trattamenti chiamato layering, un termine inglese che significa a strati, e consiste in un minuzioso ordine di gesti di bellezza e di cure specifiche, dalla pulizia alla tonificazione, dall’idratazione alla protezione e al nutrimento, da ripetere mattino e sera. Non vi preoccupate: non si tratta di trascorrere ore davanti allo specchio né di spendere in prodotti molto costosi. Questo metodo è adatto a tutti e a tutti i portafogli, e l’autrice ha scelto di presentarlo in sette facili tappe, con illustrazioni pratiche, consigliando prodotti naturali, biologici ed etici, molti dei quali potrete già trovarli nelle vostre cucine. Poiché, come dicono le giapponesi, bellezza significa soprattutto «essere in armonia con gli elementi».



Sfogliare questo libro significa smettere di comprare creme e cremine dai banconi di profumerie e supermercati.. ed aprirsi al mondo del fai da te anche in casa. Non solo perchè questo libro ci aiuta a risparmiare, ma ci aiuta a equilibrare il nostro corpo e la mente e a scegliere di cominciare a prenderci cura di noi stesse.

Questo libro è da vedere come un percorso dove passo dopo passo l'autrice ci insegna a camminare nel mondo della bellezza giapponese, nella cultura che c'è dietro alla bellezza della pelle e dei capelli e ad iniziare ogni nuovo strato.. perdendo pochissimi minuti al giorno.

Belle in tempo record e vogliamo anche lamentarci? Quando ho aperto questo libro ho pensato ok ora invece di leggerlo, lo testo. Testo qualsiasi cosa che l'autrice scrive. E amici miei.. cosi ho fatto! Ho testato questo libro dall'inizio alla fine, iniziando con il layering ,ovvero la tecnica a strati, utilizzando elementi che avevo in casa ed elementi che si comprano a pochissimi euro. 

La cura che l'autrice ci mette nello scrivere fa sì che quella stessa cura emerga nel momento in cui testiamo le sue parole. Mi sono trovata a massaggiare l'olio con la stessa delicatezza in cui l'autrice lo descrive. Non solo viene descritto, ma anche disegnato!

L'autrice ci propone i disegni delle fasi su come inserire i prodotti sulla nostra pelle, cosi da capirne i movimenti non solo con le parole. 

Come detto precedentemente questo libro è un percorso, si passa dalla pelle e dalla cura della propria persona, non per gli altri ma per se stessi, al percorso della cura del capello dove anche qui ci si apre un mondo anche su come asciugare i capelli. 

Questo libro è diventato il mio prezioso manuale che presto prenderò in versione cartacea così da sfogliarlo facilmente quando l'olio della sera sulla pelle comincia a fare effetto.

Testare queste ricette significa cominciare a prendersi cura di sè ed io cosi ho fatto. Mi sono presa cura di me e credetemi, i risultati si vedono sin da subito. Non sono diventata una di quelle bellissime donne orientali, ma il mio viso e i miei capelli sono molto più luminosi grazie a strati così piccoli.

Consiglio questo libro a tutte le donne che non solo ricercano l'evoluzione nella propria anima, ma cercano l'equilibrio anche nella propria figura esterna.




Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.