sabato 10 ottobre 2015

La sottile visione dell'altalena. Recensione

Prima di iniziare con gli articoli su Samhain voglio parlarvi di un libro che mi ha colpito in tutte le sue sfumature.

Di questa autrice mi ero già innamorata grazie a La chiave segreta della Luna dove trovate la recensione in questo click

La casa editrice Libro Aperto International Pubblishing anche stavolta sembra non smentirsi mai con le chicche che pubblica.. ma prima di continuare a palarvene, lasciate che ve lo presenti.

Titolo: La sottile visione dell'altalena
Autore: Eleonora Buompane
Editore: Libro Aperto International Pubblishing
Pagine: 130
Prezzo: 8,00 cartaceo, 1,99 ebook

Sinossi:

Irene alterna le sue giornate tra la cartoleria in cui lavora e la palestra, dove insegna Yoga. Dopo un'infanzia segnata dalla morte della madre e dall'allontanamento di un fratello gemello, lentamente sta riprendendo in mano la sua vita. Un amore nascosto e le poesie di un ammiratore segreto, rinvenute negli armadietti della palestra, le faranno riscoprire ricordi di un passato dimenticato ed emozioni di un futuro ancora da vivere. A ricordarle che i legami familiari rimangono vivi in noi, un incontro inaspettato che la riporterà improvvisamente ad affrontare il suo passato e il periodo difficile dell'infanzia. Questa volta Irene saprà però combattere le sue ansie e le sue paure, forte di una nuova vita e di un nuovo sorriso accanto a lei.



Io sono una della vecchia scuola e quindi ora mi rivolgo a voi che state leggendo questa recensione, si proprio tu che sei seduta al pc o che con il dito scorri lo schermo dello smartphone, ora guardatemi, o meglio immaginatemi e abbiate il coraggio di dirmi che voi non avete mai sognato una cosa del genere, un ammiratore segreto che con bigliettini anonimi riempisse le nostre giornate quotidiane con frasi e poesie d'amore. 

Quante volte avete sognato di trovare un biglietto indirizzato proprio a voi da un principe azzurro? Quante volte il cuore ha sussultato vedendo un foglietto sul vetro della macchina pensando di trovare una frase romantica e non solo una multa? Beh amiche e perchè no amici de il mondo di sopra con questo libro il sogno e il ricordo è realizzato.

Quando ho letto la chiave segreta della luna mi sono innamorata del modo di scrivere dell'autrice, una poesia non un racconto.. ed ora eccolo qui con la sottile visione dell'altalena... un altra poesia.

Il personaggio principale e' Irene, una ragazza che nel suo passato ha incontrato percorsi a volte troppo duri e ora ha un futuro incerto davanti a sè.

Il romanzo si avvia pagina dopo pagina verso tantissimi sentimenti come passione, realtà, amore che passano da un punto all'altro del passato al futuro senza mai ostacolare. Le parole dell'autrice a volte crudi e a tratti delicati, ci portano a ritrovarci in molte occasioni ed è quindi come se questo romanzo lo avessimo scritto un po' anche noi.

E' un romanzo che ti punge sul vivo, che a pelle ti sembra di essere un tuo prolungamento, che a volte ti lascia l'amaro e un attimo dopo ti fa sorridere.

Irene ha avuto un passato difficile e questo richiamo che l'autrice porta spesso nelle pagine, ci fa riflettere su quanto possa essere a volte dura esser soli.

La scrittura è scorrevole, poetica, quasi magica.. Una scrittura che ti tocca dentro e lo fa in maniera cosi leggera che non hai bisogno di altro.

E' un libro che si legge in qualche giorno, non perchè sia difficile, ma perchè è un romanzo delicato che nonostante la sua durezza a volte, ha bisogno di essere assaporato con cura in tutte le sue sfumature.

E' un libro che non solo colpisce per il suo contenuto, ma anche per la copertina e per il titolo,così leggero e quasi frizzante. Un libro pieno, soddisfacente.. un libro che consiglio a chi ha voglia di trovare e di trovarsi.




Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.