martedì 3 novembre 2015

Il principe infernale.Recensione

Buongiorno amici de Il mondo di sopra e buon martedì *_* se ieri c'era la nebbia, stamattina mi sveglio con il sole caldo sulla pelle.. Ma veniamo al libro di oggi.
Il principe infernale è uno di quei libri che vi avevo consigliato per Samhain e oggi finalmente riesco a parlarvene.. Ho aspettato e aspettato.. e aspettato ancora per far passare Samhain e darvi la possibilità di prenderlo e ora eccoci qui a farne quattro chiacchiere.

Titolo: Il principe infernale
Autore: Laura Jelenkovich
Editore: Leone Editore
Pagine: 218
Prezzo: 9.90 cartaceo

Sinossi:

I principi infernali Amaymon e Paimon portano morte e devastazione sulla Terra per prepararla all’avvento dell’Anticristo. Il cardinale Mangini, con l’aiuto di due fidati amici e della magia sacra, inizia una guerra silenziosa per fermare il piano dei due fratelli e confinare di nuovo Amaymon nella stanza di buio, da cui era stato accidentalmente liberato. La fede e la conoscenza di alcuni arcani segreti della Chiesa guideranno il bene ancora una volta alla vittoria.










Quando la casa editrice mi ha dato la possibilità di recensire questo libro ammetto che mi aspettavo un bel mattoncino come Il Rituale,di cui trovate la recensione in questo click, invece ho ricevuto un libricino di neanche duecentoventi pagine che mi ha lasciato perplessa.. almeno all'inizio.

Ecco il principe infernale è uno di quei libri che sfata il mito che nei libri piccoli c'è poca roba. 

Se dal titolo vi aspettate un romanzo come i famosi di Anne Rice o romanzi di Licia Troisi.. beh vi sbagliate di grosso.

Certo non è un romanzo di quei livelli, ma nemmeno da buttar via in quanto i due personaggi principali sono interessanti e pieni di personalità

Il concetto di Dio, del bene e del male è fin troppo netto.. è come se l'autrice ci porta a conoscere quasi la sua spiritualità, ovvio che questo non è affatto male, ma per chi non crede o per chi comunque non è pronto ad affrontare la propria spiritualità, si trova quasi in bilico.

La lettura è scorrevole, l'autrice ci porta a Genova,tra l'altro la sua città natia, dove uno dei principi infernali viene risvegliato dopo antichi millenni di silenzi.. ed è qui che inizia la lotta tra bene e male.

I personaggi descritti sono diversi e ognuno di loro lascia comunque qualcosa al lettore, quasi come se si raccontasse un film.

E' un libro che non ha genere, almeno io non riesco a definirlo, in quanto ha tutto..credetemi quando vi dico che passiamo in ogni genere di libro..

Pagina dopo pagina ci si innamora di Rita e della sua personalità, i dubbi di lei diventano i nostri, le paure e quasi i timori sono gli stessi che troviamo noi nel leggere questa storia.

Ho amato il modo di raccontarsi e le sue perplessità, il suo non voler credere e poi cosi piccola interiormente, diventare grande.

E' inutile dire che il male in questo caso ha davvero del fascino, l'autrice con il suo modo di scrivere cosi in crescendo ci permette di scoprire i principi infernali che nel loro modo di essere diventano divertenti da scoprire 

Attento, attento. Non mi ridere troppo vicino, potresti bruciarmi l'anima.

Una devastazione di oggi e non di ieri. Coincidenze che forse non sono tali.. casualità.. fantasia o solo premonizioni? Alla fine del libro la nostra cara autrice ci lascia con questo dubbio.

Un libro che vale la pena di leggere, un libro che ci permette di entrare nella mente dell'autrice e nella sua fantasia. Un apocalisse moderna, una lotta che chissà se qualcuno sta facendo davvero mentre noi siamo qui a parlarne.

Consiglio questo libro a chi prega un lui o una lei, a chi nel mondo di oggi non vede solo pura casualità, a chi ha voglia di brividi nuovi, a chi ama le letture italiane, a chi in un libro di poche pagine ha voglia di scoprire un mondo nuovo, a chi sa che le coincidenze non esistono, a chi ama le letture che lasciano il segno all'interno.


















Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.