lunedì 16 novembre 2015

Pagina a caso.



Pagina a caso nasce dal bisogno di ritrovare un vecchio gesto che facevo da piccola nelle biblioteche e nelle librerie, quando mamma si fermava a chiacchierare con le amiche.

Quando riuscivo a rimanere da sola con i miei pensieri, mi piaceva prendere un libro dallo scaffale più alto e aprirlo in una Pagina a caso e leggerla fino al punto.

Era un gioco che mi faceva viaggiare per qualche minuto in un altro mondo, per poi finire e ritornare alla quotidianità e stringere la mano di mia madre.

Ecco perchè nasce questa rubrica e come allora non sarà una rubrica periodica, ma semplicemente una rubrica a caso, un momento in cui vi parlerò con tenerezza e vi leggerò la pagina a caso del libro che ho aperto dallo scaffale e chissà se in quelle parole troverete forse un libro che avete già letto o che vorrete leggere più avanti.

Allora iniziamo..

Derek stava per caso cercando di spaventarmi? Fino a qualche giorno prima avrei detto di si, senza alcuna esitazione. Ma ora sapevo che invece era solo onesto. Mi aveva informato di quello che aveva sentito. Il pensiero di indorarmi la pillola non lo aveva nemmeno sfiorato.
Questo mi rese ancora più determinata a trovare almeno una risposta ai mille quesiti, quando l'infermiera fece capolino per annunciare che avrebbero spento le luci.
<<Signora Talbot?>>
<<Si cara?>> rispose, tornando a sbirciare dalla porta.
<<Possiamo chiamare Liz?Mi piacerebbe poterle parlare per chiarire quello che è successo ieri notte>>
<<Non c'è nulla da chiarire, cara. E' Liz a sentirsi in colpa per averti spaventata a quel modo. Sono sicura che la potrai chiamare nel fine settimana.>>
<<Questo fine settimana?>>
L'infermiera entrò in camera e si chiuse la porta alle spalle. 
<<Gli altri dottori mi hanno detto che Liz ha qualche problema di adattamento. >>
Rae si tirò su di scatto. << Cosa c'è che non va?>>
<<Si chiama stress post-traumatico. la notte scorsa è stata davvero difficile per lei. I medici del nuovo ospedale non vogliono che lei si ricordi quanto è accaduto >>

E voi cosa state leggendo? Quale pagina a caso avete sfogliato? 

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.