giovedì 3 dicembre 2015

#14 Appuntamento con la strega: Erica la pianta magica delle fate

Buonsalve amici de Il mondo di sopra e benvenuti al tredicesimo appuntamento con la strega di questa rubrica magica, dove ne parliamo sempre il giovedì... e quale giorno migliore del giorno di Giove?




Nella scorsa puntata abbiamo visto una Dea a cui sono molto legata, ovvero la Dea Bastet e la sua parte Sekmet.

Oggi parliamo invece di una delle numerose piante magiche, ovvero l'erica.


Antiche leggende narrano che questa pianta sia una delle numerose piante delle fate che dormono tra i loro petali al sicuro dai dispettosi folletti.

Portare dell'erica in tasca aiuta ad eliminare le negatività e ad appropriarsi della magia e della buona sorte delle fatine.

La pianta appartiene alla famiglia delle Ericaceae, è una pianta dall’arbusto sempre verde, legata al Sole e ad elementi importanti come l'acqua e il fuoco. 

In botanica della pianta ne vengono utilizzate le sommità fiorite, le foglioline raccolte nei mesi di agosto e settembre. 

I vecchi montanari ne utilizzavano il legno visto la sua resistenza al fuoco, per costruire le proprie pipe.

Gli antichi popoli pagani utilizzavano l'erica per costruire sia le scope che servivano a pulire lo spazio sacro allontanando gli spiriti negativi,  sia il forno in cui cuocere il pane che veniva dedicato agli Dei.

Vecchie leggende narrano che dormire sopra un letto di erica porti tutti i segreti dell'aldilà e ne manifesti ogni cosa. E' per questo che si sconsiglia di dormire con la pianta sotto il cuscino per oltretutto non farsi rapire dalle fate.

Con questa pianta è possibile cucire in luna crescente talismani portafortuna e amuleti che possano riequilibrare l'armonia perduta.

Con i suoi ramoscelli è possibile costruire una piccola scopetta d'altare che ci dia la possibilità di purificare gli ambienti dalle entità negative e dalle energie pesanti. 

E' possibile anche utilizzare le sue parti come fumigazione di incenso sia come offerta alle fate, sia come allontanamento di tali energie.



Vecchie tradizioni ci narrano che l'erica veniva utilizzata anche in infusi e decotti che permettevano il riequilibrio interiore e sollievo da infezioni. 

Si narra che gli uomini nel sabba di Beltane offrissero alle donne mazzi di Erica come portafortuna e amore passionale.

Tuttavia questa volta vi lascio una ricetta non mia, in quanto di marito ne ho già uno che mi basta e avanza..

Ricetta per favorire l'incontro con l'uomo dei sogni (tratto da il grande libro delle piante magiche,non verificato)

Portare ad ebollizione un litro d'acqua e mettervi a macerare 40 grammi di fiori di erica e una manciata di fiori secchi di verbena, Lasciare bollire per una decina di minuti e lasciar raffreddare completamente. Dopo averlo filtrato aggiungerlo all'acqua del bagno o doccia e immergervi.






2 commenti:

  1. Molto interessante queste informazioni sull'erica!
    Mi piace anche la ricetta per favorire l'incontro con l'uomo dei sogni (o meglio, quello che fa per noi). Io sono già a posto con l'amore, ma se così non fosse ci proverei!
    è una pozione d'amore che non nuoce a nessuno, e trovo che sia quindi una cosa giusta. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già è una pozione molto semplice e ci permette di ritrovare oltre all'uomo dei sogni, quella sicurezza che abbiamo smarrito. Qui, come nella pagina facebook, non troverete mai legamenti d'amore perchè nonostante sia "facile" farli credo che sia inutile legare a sè un uomo che non ci ama, oltre che pericoloso.. :) l'amore è bello quando ci si ama in due.. e non potrà mai bastare solo uno per entrambi :)

      Elimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.