giovedì 14 gennaio 2016

Te lo dico sottovoce. Recensione

Buon salve amici de il mondo di sopra, avete voglia di leggere un romanzo romantico che vi trascina nel suo mondo struggente e divertente allo stesso tempo? Allora continuare a leggere..

Titolo: Te lo dico sottovoce
Autore: Lucrezia Scali
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Romance



















Quando la casa editrice mi ha dato la possibilità di leggere questo libro, non ho resistito all'idea di recensire un romanzo d'esordio di una blogger collega. Ed eccomi qui ancora caldo tra le mani, mentre vi scrivo queste righe.

Non leggo spesso romance struggenti su un amore chissà quanto favolistico, perchè mi sembra sempre che il libro finisca tra i clichè, invece con Lucrezia il mio modo di vedere questo genere è totalmente cambiato.

E' vero che questo romanzo parla d'amore, ma uno dei punti centrali che sviluppa è quello sull'amore per gli animali e su come toccano le corde del nostro cuore con parole fatte di musica. 

Tanti sono i romanzi che parlano di animali, eppure l'autrice con il suo linguaggio e il suo tono ha reso il tutto diverso ed unico.

La storia ci narra di Mia, una veterinaria di ormai trent'anni, forse complessata dai problemi con una famiglia un po' troppo invadente e con la voglia di vivere la sua vita senza amore. tuttavia quel sogno che tutte le notti le viene in mente, sembra sussurrare tutt'altro.. Ora provate a non alzare la mano, ma quante volte la maggior parte di noi si è svegliata con la bava lunga sul cuscino, con i capelli in disordine dopo aver sognato quel principe azzurro da favola? Quante volte ci siamo scazzate all'idea di svegliarci dopo un sogno così...bello? Quante volte abbiamo sperato di ritrovarci tra le braccia del nostro amato ed invece abbiamo coccolato il nostro fedele amico a quattro zampe? Quello che comunque c'è sempre e ci fa sorridere con il suo modo di fare? Ecco, ora Mia siete un po' anche voi.

Mia ama due cose del suo mondo: la decisione di non aspettare il grande amore, ma poi la sera ecco ricorrere quel sogno, e gli animali. Ama talmente tanto gli animali che il suo progetto più grande riguarda la pet therapy.

La sua routine quotidiana viene travolta quando nella sua vita appaiono non uno, ma due uomini completamente l'uno opposto all'altro. Da una parte troviamo un nuovo vicino poliziotto (il fascino della divisa colpisce ancora) bello e dannato.. (no, non è un vampiro, eppure ha un caratteraccio), insomma il classico stronzo.. almeno secondo lei. Dall'altra invece troviamo un uomo tranquillo, quello che può dar solo senso di pace e sicurezza. 

Mia è la classica donna con la D maiuscola pregi e difetti compresi e l'autrice con la sua scrittura ci permette di ritrovarci in lei in molti momenti. 

Riga dopo riga ci ritroveremo in tantissimi colpi di scena che faranno vacillare la protagonista (ed anche noi) nelle sue certezze. La sua semplicità e la sua determinazione le permetterà di credere in quello che forse aveva perso e che la notte il suo inconscio le ricordava di sperare.

Ho amato i suoi personaggi, ho sofferto con Mia in alcuni momenti, ho sospirato e come il protagonista della storia infinita, ho parlato con lei. L'ho ascoltata e l'ho esortata ad andare avanti. 

Mi sono lasciata prendere dalle emozioni e quando sono arrivata all'ultima pagina il mio cuore ha sussultato, perchè era finito. 

Quelle emozioni, quel modo di fare, il libro che per ore mi ha accompagnato, era finito; ecco quindi cosa succede quando un libro ci piace davvero, il cuore sussulta.

Te lo dico sottovoce è un romanzo d'esordio che parla d'amore, ma lo fa trattando l'amore in tutti i suoi campi.. e credo che sia questo che abbia aiutato Lucrezia a rendere il suo romanzo d'esordio, un romanzo vincente.

Come vi dicevo sopra Mia siamo noi, non è una di quelle donne inventate dall'inchiostro di una mano, Mia posso essere io o puoi essere tu che stai leggendo e non c'è cosa più bella di intravedersi in un personaggio.

Consiglio questo romanzo a chi ha voglia di sognare e a chi come me si è innamorata pazzamente della cover.

Un romanzo che amerete, che vi farà sognare... un romanzo che vivrete. Cosa significa per voi leggere? Significa provare emozioni, far sussultare il cuore.. e io non te lo dico sottovoce caro lettore, io te lo urlo.. di quanto sia bello perdersi tra queste pagine.






4 commenti:

  1. mA GRAZIE, è bellissima *_* Grazie grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te. spero di leggere altre tue meraviglie!

      Elimina
  2. Ciao! Sono curiosa di leggere il libro, soprattutto perché coinvolge i nostri amici pelosetti <3

    RispondiElimina
  3. Questo libro ce l'ho in lista ho letto molte recensioni positive a riguardo, molto bella anche la tua recensione.

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.