lunedì 8 febbraio 2016

Giornata stregata: Festival del Fumetto Novegro

Vi scrivo queste righe dal ritorno del Festival del Fumetto. Questo è un post programmato in quanto ormai è quasi mezzanotte mentre sorseggio una tisana ai frutti e vi racconto della giornata appena trascorsa.



Il Festival del Fumetto è una fiera annuale tenutasi nel parco esposizioni Novegro il 6 e il 7 Febbraio. Che dire, praticamente il paradiso dei Nerd. Qui si può trovare di tutto, dai libri, ai fumetti, a cosplay meravigliosi e a gadget impensabili o forse ambiti da tempo. 

Come ogni anno la compagnia dei nerd si è riunita e ha deciso di partire la domenica. Ore 9 del mattino la partenza da casa dell'amico più vicino. Consiglio da ricordare per i viaggi futuri:

- MAI ANDARE A DORMIRE TARDI 

La mia decisione di andare a dormire tardi ha fatto si di ritrovarmi in fiera con un trucco pensatissimo per coprire le occhiaie, che ha solo peggiorato la situazione, fortuna ha voluto di non incontrare un panda pronto all'accoppiamento.

L'arrivo è stato alle 10,30 ma l'entrata ufficiale alle 11,30 in quanto la fila per i biglietti partiva esattamente dai parcheggi lontanissimi. Orbene, la prossima volta avviso per gli amici lasciatemi in macchina mentre voi fate la fila sotto l'acqua. 

I miei capelli piastrati delicatamente alle 8,00 del mattino mentre bevevo il mio ginseng sono andati a p ****^** esattamente alle 10,45 quando hanno preso le prime gocce d'acqua. Mi sono trovata quindi un cespuglio di rovi al posto di capelli lisci come seta... (questo grazie anche al marito che doveva sventolare l'ombrello per fare segnali agli altri per il ritrovo, come se solo noi avessimo un unico ombrello viola... ) 


L'entrata è stata divina, c'è stato un ohhh liberatorio quando siamo riusciti a metter piede in fiera. La prima cosa fatta è stata (trascinarmi in bagno per la pipì) ... uhm ok la seconda cosa fatta è stata colazione con... gli arancini siciliani! Buoni...caldi... e profumo di casa! Per poi girare...e  girare.... e girare fino praticamente la chiusura.

E' stato piacevole incontrare vecchi e nuovi clienti, incontrare vecchie amiche, aiutare una vecchia amica con un consulto di tarocchi a quattro mani, incontrare nuovi e vecchi autori di libri fantasy, appassionarsi...ma soprattutto fare acquisti. Quest'anno (come ormai vi ripeto da un po') il mio budget è stato limitato, ma sono comunque soddisfatta degli acquisti:


Il cucchiaio magico è un libro di ricette di base wiccan, mi ha incuriosito la copertina e le ricette molto semplici con le spiegazioni pratiche e magiche. Ricorda quasi le ricette in cucina di Scott Cunningham, ma stavolta all'italiana. 

Al Potteraduno del Festival non poteva mica mancare l'acquisto della maglia della mia amatissima casa.. I Serperverde. Colore e simbolo ovviamente favoloso. 

Gli animali fantastici dove trovarli e le fiabe di beda il bardo sono stati acquisti che avevo programmato di fare in quanto ormai era difficile recuperarli online in queste copertine. 

La grande guerra è un omaggio che l'autore di questo libro ha deciso di farmi. E' un fantasy di base quasi classica, tuttavia mi ha incuriosito la parte storica (quindi veritiera) della storia e i vari personaggi un po' particolari, (nani volanti nel sottosuolo) non vedo l'ora di parlarvene.

Ultimo una storia carinissima. scritto da un ragazzo carinissimo, Nopperaboo. Raramente acquisto favolette, ma le illustrazioni e la gentilezza di questo autore mi hanno così catturato che non potevo lasciarlo lì. E' pur vero che è una storia piccola, per ragazzini, eppure sfogliarlo mi ha fatto sentire bene e mi ha lasciato un bel sorriso sul volto. Anche qui ho proprio voglia di parlarvene. La cosa simpatica di questo libro è che capovolgendolo la storia si legge in giapponese, quasi stile manga? Beh mi è piaciuto anche questo. 

I micro incensi è stato un acquisto veloce fatto per l'odore che emanavano. E' molto raro che utilizzi incensi così, ma l'odore e i colori mi han fatto venir l'acquolina in bocca. Quanto è vero quando l'occhio vuole la sua parte.

ci sono anch'io qui in mezzo vicino al palco :3


La giornata è stata davvero stancante, girare per ore tra le bancarelle, incontrare tanta gente, ammirare e sbavare su molti costumi davvero ben fatti, fare la fila in bagno e ahimè mi scuso per l'ultima volta che son passata davanti a tutti, ma non riuscivo più a stare in fila.. quindi ho fatto la maleducata, lo ammetto! Acquistare, sbavare su cose che non sono riuscita a prendere mangiando patatine al miele ( e qui il rimorso è tanto per non averle prese e portate con me anche a casa).









Ringrazio l'organizzazione che ha permesso tutto questo, gli autori, gli scrittori, i banconisti che hanno creato/venduto/ rivenduto/ conversato , i cosplayer che hanno portato meraviglie sotto questo cielo nuvoloso. Ringrazio la gente che mi ha riconosciuto, la gente nuova che ho conosciuto, le vecchie conoscenze che è meglio starne alla larga e ringrazio mio marito che è sempre con me ovunque vada, perchè l'importante è stare insieme. 



Eccomi devastata al ritorno a casa.


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.