martedì 16 febbraio 2016

La verità su di noi. Recensione

Da nemmeno una settimana è uscito questo romanzo e io qui mi ritrovo a parlarvene quasi con il cuore in gola, perchè la casa editrice mi ha permesso di fare le ore piccole, di avere gli occhi arrossati e di litigare con mio marito per la luce per finire di leggere questo libro. Ammettiamolo leggere non è soltanto un piacere, leggere è un dovere, è uno sport che ti fa faticare! Leggere ti fa sudare, leggere ti fa rimanere sveglia... e la Higgins ci aiuta tantissimo.

La verità su di noi
Kristan Higgins
Editore: HarperCollins
Pubblicazione: 9 febbraio 2016
Pagine 428
Prezzo: € 14,90 cartaceo

Jenny Tate disegna abiti da sposa e dovrebbe quindi essere un’esperta di storie a lieto fine. Forse è per questo che dopo il divorzio ha continuato ostinatamente a essere amica dell’ex marito. E della sua nuova moglie. Forse la migliore amica che abbia mai avuto. No, non può andare bene, non è normale. No? Per questo Jenny decide di lasciarsi Manhattan e il suo ex alle spalle e di trasferirsi nella propria città natale, Cambry-on-Hudson, poco distante da New York, dove si crogiolerà nella perfetta felicità di sua sorella Rachel e della sua splendida famiglia. Un piano niente male per ricominciare. Peccato che al suo arrivo, Jenny si trovi davanti l’apice di una crisi coniugale coi fiocchi: il marito perfetto ha una storia con una collega. Rachel non è certo il tipo da concedere seconde occasioni, ma ora che si trova in mezzo alla bufera, i casi sono due: rimanere single a quarant’anni o intrappolata in un matrimonio che evidentemente non è felice come si era immaginata. Il suo punto di riferimento è l’idilliaca vita coniugale dei genitori, ed è quella felicità che Rachel vuole nella propria vita. Jenny dovrà quindi aiutarla e sostenerla in questo momento non facile. Sarà il caso di svelarle una certa cosetta riguardo al matrimonio di mamma e papà, rischiando di rovinare tutto per sempre?


Ho ancora il libro tra le mani mentre vi parlo di questo romanzo. La sigaretta è oramai quasi spenta, eppure ho bisogno dell'ultimo tiro. E' un romanzo di oltre quattrocento pagine, ma la storia è così leggera che non si sentiranno neppure.

Avete presente quando aprite il libro e fate un compromesso con voi stesse su quante pagine leggere? All'inizio si dice sempre ne leggerò solo dieci di pagine.. poi venti.... poi venticinque.. e più si va avanti e più finiscono i capitoli e più il marito accanto borbotta per la luce accesa in piena notte. 
Ecco questo è quello che mi è capitato esattamente con questo libro.

L'autrice ci porta nel mondo della porta accanto, in una famiglia che può essere anche il nostro vicino di casa..

Jenny è una famosa stilista di abiti da sposa, è solare, è divertente, è.. tonta. E se ne rende conto quando si ritrova alla festa della nuova fidanzata dell'ex marito. Perchè l'uomo che doveva amarla tutta la vita, il suo principe azzurro con il cavallo bianco, ora festeggia un altra, la sua nuova ragazza trovata guarda caso dopo qualche mese dal divorzio. Ed è alla festa che Jenny si rende conto che avere un rapporto di amicizia con il proprio ex marito è un enorme cazzata. 

Nel capitolo successivo invece ci troviamo nella testa di Rachel. 

Io i libri così li amo: i libri doppi che donano punti di vista diversi nei vari capitoli, libri che ti fanno entrare nella testa dei protagonisti e non hai più voglia di uscirne. Ed in questo caso l'autrice ci porta nella testa di Jenny e Rachel due sorelle così diverse eppure così unite.

Dicevamo.. nel capitolo successivo ci troviamo nella testa di Rachel, lei si può dire che è  la classica donna all'antica, dedita alla casa e ai figli, moglie e madre. Tutto il suo mondo ruota intorno alla perfezione del suo matrimonio, intorno ai suoi figli e a suo marito. Ma esiste davvero la perfezione in un matrimonio? O anche la coppia più perfetta può nascondere qualche punto buio?

E' la classica storia che potremmo trovare tra le mure domestiche eppure l'autrice ci lascia con il fiato sospeso dall'inizio alla fine. La sua scrittura ci permette di entrare in quel mondo e ci troveremo non solo ad essere nella testa di Jenny e Rachel, ma ad essere esattamente loro. 

Ammetto che mi sono immedesimata in entrambe, ma Rachel è stata capace di catturarmi di più, l'autrice mi ha talmente coinvolto che mi sono trovata a sospettare di mio marito stesso!! (povero amore.. )

Avete presente quando ci si affeziona ai personaggi? Beh nello stesso tempo i personaggi si possono odiare..  ecco io ho odiato il marito di Rachel, Adam. L'uomo che ha mandato a quel paese la famiglia e il suo matrimonio per un paio di tette e non avendo qualcosa sotto nei pantaloni per assumersi le responsabilità, ha fatto credere che cadere in quella vagina beh.. sia stato un incidente!!! 

Donne.. uomini.. si può cadere dalla bicicletta, non in una vagina!

Ho seguito questa lettura come si fa con un diario, pagina dopo pagina ho scoperto qualcosa in più di queste due donne e me ne sono innamorata. Sono stata catturata nel mondo che l'autrice crea che quando sono arrivata alla pagina fine mi sono trovata addosso della malinconia, come se dopo un lungo percorso ho dovuto dire addio a due amiche, a due sorelle. 

E' una lettura scorrevole che si lascia amare con i suoi personaggi imbranati, perfetti e a volte troppo altezzosi, come la madre di Jenny e Rachel con sempre qualcosa da dire.. Avete presente quelle donne in cui l'universo stesso deve girare secondo il loro piacimento? Ecco questa donna ci farà provare le stesse cose.

In questo romanzo non manca di certo l'amore, Jenny nonostante sia titubante e voglia ricominciare a vivere partendo da se stessa partendo da zero, trova anche lei l'amore. Ma dopo un matrimonio fallito sarà pronta a rimettersi in gioco? Ad amare di nuovo?

Questo libro ci farà ricredere sull'amore, ci darà la possibilità di capire che quello vero esiste anche se il primo ci ha fatto male. Questo libro ci dona speranza e voglia di ricominciare da zero, ci fa sentire indipendenti e libere di volare.

Frizzante, delicato, divertente, romance.. un libro bello che merita di essere letto e quando arriverete all'ultima pagina... beh avrete la sensazione di aver perso delle amiche.. ma per ritrovarle non vi preoccupate.. basta rileggerlo!

Un libro che ti riempie il cuore.. un libro che ti fa sentire come Elsa la regina dei ghiacci o Merida.. a volte qualche principessa non ha bisogno di essere salvata da un uomo.

Non mi hai spezzato il cuore. Me l’hai riempito. Ti amo ma capisco cosa puoi e cosa non puoi fare. Spero solo di essere un ricordo felice nella tua memoria. Perché tu sei questo per me. Penso in continuazione a te, e sono contenta di essere stata con te e di averti conosciuto.










1 commento:

  1. Ciao! Io adoro la Higgins, mi fa sempre divertire con le sue storie e non vedo l'ora di leggere anche questo. Dalla tua recensione mi fa ben sperare di innamorarmi anche di questo libro!

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.