sabato 5 marzo 2016

In my mailbox: la buca delle lettere

Buon sabato cari amici lettori, finalmente è arrivato questo weekend. Questa settimana è stata davvero lunga e piena di impegni, mi sono ritrovata a cercare tempo per cose che tuttavia non sono riuscita a finire. Lo so, ammetto che è un mio errore, buttarmi praticamente a capofitto su ogni cosa e poi mi ritrovo a non avere il tempo. Blogger, moglie, gestione casa, gestione lavoro, gestione gatti, gestione shop, gestione libri.. e ora mi sono cimentata anche sul creare libri delle ombre, quindi ad ingiallire pagine, a cucirle e a fare copertine. Ok, ho un problema.. non ci sarà un circolo per le persone come me? Un non ho tempo ma voglio sempre far qualcosa anonimo?
Comunque siamo arrivati ad una delle rubriche che preferisco: In my mailigbox (cita i libri acquistati, omaggiati e scambiati nel corso della settimana.) 

Diamo quindi inizio a...





Ricorda, la vita è selvaggia; va vissuta con tutti i rischi e i pericoli. Ed è splendida perché c'è l'avventura.
Non provare a costringere la vita in un modello prestabilito! Lasciale avere il suo corso. Accetta tutto; trascendi la dualità tramite l'accettazione e lascia che la vita abbia il suo corso... E arriverai, è certo che arriverai. Ti do questa certezza non per renderti sicuro, ma perché è un fatto. Non è una certezza che genera sicurezza. Colui che è selvaggio arriva sempre.
















Questa settimana gli scambi e gli acquisti sono stati davvero molto pochi, ma come vi ho detto prima avendo davvero poco tempo mi sono trovata a perdere di vista scambi davvero succulenti, ma mi rifarò.. (vi o mi prometto?)
L'acquisto di questa settimana è un libro che era da qualche settimana nella mia W.L. La Dea Madre e il culto Betilico. Purtroppo a primo impatto non ne sono rimasta molto contenta in quanto visto il prezzo di 14,00 € mi aspettavo qualche pagina in più e non un libricino da leggere in meno di mezz'ora. Spero che il contenuto sia almeno sostanzioso così da non bocciarlo totalmente. 













Un libro invece che ha catturato subito la mia attenzione e di cui sorrido mentre vi scrivo (e che ho preso in scambio) è Amore, zucchero e cannella. Mi ricorda un po' i titoli come Il profumo del pane alla lavanda e giorni di zucchero fragole e neve. Ho un debole per i libri che mescolano insieme ricette di cucina, sapori di casa e amore e questo sembra averli tutti. E' un libro della Newton Compton Editori del 2011, ha le pagine già ingiallite ma sono sicura che mi ruberà il cuore.



Quest'altro scambio invece non mi ha reso particolarmente felice. Prima di accettare lo scambio con un libro che avevo tra gli scaffali da anni, ci avrò ripensato su migliaia di volte, cercando forse una scusa per non accettare. Non che il libro non sia in buone condizioni, anzi. Ma è proprio il suo contenuto che mi lascia perplessa. Praticamente è il solito librone che contiene tre-quattro libri (in questo caso la prima trilogia più un racconto esclusivo). Come avrete ormai notato io sono molto veloce nel leggere, è una passione che mi porto sin da piccola e questa velocità mi permette poi con entusiasmo di parlarvi per ore della lettura che ho fatto, quindi è come entrare in un circolo vizioso, ma questo libro contiene solo una parte della saga di Percy Jackson e mi trovo in difficoltà poi riuscire a parlarvene fino a che non trovo e finisco gli altri libri, insomma trita e ritrita credo che finirà tra lo scaffale e la polvere come il libro che ho scambiato.

Due libri invece inaspettati, ma graditissimi sono The Original's e 99 giorni. Quando la casa editrice mi ha scritto che le copie staffetta per le recensioni delle blogger erano finite, ho inserito subito entrambi nella mia WL così in un modo o in un altro da recuperarli e riuscirvene a parlarne visto la mia passione per la serie televisiva (per il primo) e il mio amore per quella copertina (nella seconda).
Di The Original dicono che nella trilogia siano inseriti più argomentazioni rispetto alla serie televisiva e che dia spazio quindi alla storia dei vampiri originali, ma sarà effettivamente cosi?

Ora fermiamoci un attimo ad ammirare la copertina di 99 giorni. Ammettiamolo, la stiamo amando tutti vero? Lei che balla nell'acqua, lei che si perde in quel blu.. Acqua è questo il nome della ragazza che ha perso la memoria, il nome della ragazza che tutti credevano morta, Acqua il nome che lei si dà grazie ad un tatuaggio che scopre sul suo corpo. Di questo romanzo dicono che sia una storia tra suspance e romanticismo.. 


E voi invece cosa avete recuperato in questa settimana? Da quale libro vi siete fatti ammaliare? 


1 commento:

  1. Io sono innamorata della cover di 99 giorni, lo devo leggere al più presto *-*

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.