martedì 19 aprile 2016

La chimera di Praga. Recensione

Avete presente quando la vostra lista desideri continua ad allungarsi sempre di più e non importa quanti titoli abbiate, avete e dovete sempre aggiungere titoli interessanti? Ecco segnatevi anche questo allora, perchè entriamo in un mondo completamente diverso.












Tanto tempo fa un angelo e un diavolo si innamorarono. Non finì bene. 

Quando si arriva alla parola fine di un libro e questo stesso libro già ci manca.. beh vuol dire che per noi è e sarà sempre un capolavoro.

Quando sono arrivata alla fine di questa storia sono rimasta amareggiata all'idea di averlo già finito, la lettura è stata così evocativa e scorrevole che mi sono sentita sola all'idea di lasciarlo andare, l'unica cosa che mi ha rincuorato è stato il secondo volume pronto sul comodino per la lettura seguente.

La chimera di Praga sorprende già dalla copertina, quella piuma mossa dal vento e quel colore pastello ci permettono di entrare in un luogo magico, in un mondo urban fantasy che ci sorprenderà.

Karou ha capelli blu pavone mossi dal vento, ha la pelle bianca ricoperta di tatuaggi ed ha una vita completamente frenetica.

La nostra protagonista è una donna forte che si aggrappa a tutto con le unghie e con i denti. Karou non si spaventa mai, ha il gelo nelle vene, mica sangue! Tutto ciò che la nostra giovane protagonista ha sempre voluto è una famiglia, un modo per chiamare un luogo o un qualcosa famiglia e tutto questo lo ritrova nelle creature che l'autrice crea, nelle creature che diventano per lei la sua famiglia, che a modo loro la amano.

Karou ama disegnare, ha sempre avuto il talento di creare opere d'arte semplicemente con un foglio ed una matita, disegni che poi in realtà rappresentano quella stessa famiglia con cui è cresciuta e pagina dopo pagina entriamo nel suo mondo che ci svela segreti, paure e ossessioni.

Ma nella vita quanto possiamo essere sicuri di tutto?

La nostra giovane donna si divide tra la vita umana e quella stregata, se da piccola tutto ciò poteva sembrare normale, ora sente che qualcosa le sta sfuggendo di mano come sabbia tra le dita, ha bisogno di sapere il perchè della sua vita così speciale, ha bisogno di scoprire cosa effettivamente si nasconde nelle creature che chiama famiglia.

Pagina dopo pagina incontreremo una mitologia stupefacente che ci permetterà di immergerci completamente nella storia. 

Le esperienze di vita di Karou si ripercuotono sul suo essere in quanto ciò che ora fa per la bottega della sua famiglia, non è più così sicuro come sembrava. Se da una parte troviamo una Karou forte, determinata e coraggiosa, dall'altra parte troviamo una donna che ha bisogno di scoprire la verità su ciò che vende quella bottega che è sempre stata casa sua.

La sua routine quotidiana cambia, quando nella sua vita appare una creatura pronta ad uccidere lei e la sua famiglia. Un'angelo che dal paradiso ha avuto il compito di scontrarsi con la meravigliosa giovane donna dai capelli blu.

Ma se è lo stesso angelo che si innamora del diavolo? 


Amici lettori, oramai sapete quanto per me sia fondamentale trovare in un libro qualcosa che mi rapisca e che mi permetta di viaggiare fuori da quella realtà che spesso può sembrare dura. Con la chimera di Praga ho viaggiato nella stessa città che il titolo evoca, la scrittura così incalzante dell'autrice mi ha permesso di trascinarmi insieme alla nostra protagonista in un mondo che mai avrei potuto credere possibile.

Era da tanto che non mi soffermavo a leggere un libro del genere, ogni personaggio incontrato è complesso e completo in ogni loro parte, basta semplicemente chiudere gli occhi per riuscire ad individuare ogni dettaglio, l'ambientazione così ben descritta ci permette di guardare con gli stessi occhi della protagonista.

Di questo libro mi ha affascinato tantissimo il fatto che la nostra protagonista sia una donna bellissima e tatuata allo stesso tempo e che ogni suo tatuaggio avesse un significato particolare. E' oramai da giorni che prego mio marito di darmi la possibilità di tatuarmi i palmi della mano come Karou.

Starei a parlarvi di lei per ore, starei a parlarvi del suo modo di essere e di come ci entra nella pelle. 

Questa storia si scava un posto nel nostro cuore senza darci il tempo di capire, ci entra nella pelle e non ci lascia più andare, il vortice di emozioni che ci crea non ci dà il tempo di far altro se non di leggere questo libro. Avidi dobbiamo arrivare alla fine perchè come Karou dobbiamo sapere.

Le creature che la nostra autrice racconta, sono creature vive, passionali, di quelle che ti rimangono dentro come un pugno, nonostante il classico di angeli e demoni non troveremo quella banalità che ci si aspetta, quel trito e ritrito che si è letto fin'ora.

Il ritmo continuo del libro ci permette di perderci tra colpi di scena e  tra il fiato sospeso in gola, leggere questo libro significa dimenticarci di respirare! Ci troveremo travolti a cercare tra la gente la nostra protagonista dai capelli blu pavone e a cercare un biglietto aereo per viaggiare nei vicoli di Praga. Cercheremo tra le botteghe le ali delle chimere e cercheremo online collane di denti da vendere a quelle stesse creature.

Riga dopo riga l'autrice ci porta per mano in un viaggio nuovo, in un viaggio diverso che mai penseremo sia possibile. 


Se poi l'urban fantasy non ci basta e se questo mondo delle meraviglie ancora ci sembra poco, ecco che l'autrice rivolta il nostro essere con una storia d'amore travolgente, ma come detto all'inizio tra angeli e demoni non può mai finir bene.

Avete presente quando avete bisogno di scoprire sempre di più? Volete sempre di più e che un solo libro non vi basta? Ecco questo è quello che succede leggendo questo tesoro che racchiude queste pagine infinite. Vi troverete a capire che tutto questo non vi basta, che le emozioni che ormai come un uragano vi travolgono l'animo, non saranno mai sazie fino a non scoprire ancora il continuo, il cosa succederà dopo alla nostra Karou e al nostro angelo.

La scrittura dell'autrice è poesia, il suo ritmo è musica, il suo inchiostro è arte.

Tanto tempo fa c'erano due lune che erano sorelle. Nitid era la dea delle lacrime e della vita e il cielo apparteneva a lei. Nessuno venerava Ellai, tranne gli amanti clandestini.

Bello.Travolgente. Un romanzo che ti divora l'anima dall'interno e che ti lascia vuota fino alla lettura del seguito. 








5 commenti:

  1. Anche a me è piaciuto tantissimo, e sono felicissima perché finalmente uscirà il terzo volume! Lo aspettavo da anni XD

    RispondiElimina
  2. Si io mi sono fiondata già sul secondo **

    RispondiElimina
  3. Io ho adorato questo libro,mi ha fatto sognare e commuovere! E ho adorato i capelli blu di Karou! Anche il secondo libro è bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lei è stupenda, mi ha fatto completamente innamorare del suo aspetto fisico e del suo carattere, quasi come se a guardarmi allo specchio vedessi lei. Bello. Bello.

      Elimina
  4. Bella recensione (la mia la trovi qui, se ti va!) ^^
    Di questo libro ho assolutamente amato l'ambientazione descritta dalla sapiente mano della Taylor, i personaggi a 360° in particolare Sulphurus, il mio amore, e i cliffhanger finali che fanno venire voglia di continuare la storia...
    Non è sicuramente un libro perfetto, però, e ci sono degli elementi che per ora mi hanno deluso (Akiva!!).
    Un abbraccio e buone letture,
    Rainy

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.