domenica 22 maggio 2016

In my mailbox. la buca delle lettere

Nonostante i lavori in casa mondo di sopra, non volevo assolutamente perdermi questo articolo che finalmente vi mostra in dettaglio gli arrivi della settimana, compresi quindi gli acquisti fatti al Salone del libro. Bando quindi alle ciance e buttiamoci a fondo della buca delle lettere.
 


Partiamo subito dagli arrivi della settimana dell'assenza per via de Il salone del Libro. Ringrazio come sempre il mio amministratore condominiale per il ritiro della posta...

Ebbene si, l'ho fatto anch'io, o meglio ho ceduto all'avvento di Divergent. Ero riuscita a scamparmene alla lettura, ma alla fine trovandolo in sconto a meno di tre euro non ho resistito e l'ho acquistato. Sarà una tortura leggerlo? Dentro soffia il vento è un omaggio della Neri Pozza, io lo amo completamente. Sono rimasta a fissare la copertina per qualche minuto, sospirando in ogni termine possibile, la delicatezza che poi trasmette nello sfogliare le pagine è qualcosa di davvero piacevole. Loser è un arrivo invece della Linee Infinite arrivato esattamente il giorno prima della partenza e essendo una light novel molto leggera l'ho divorato in fretta, sia nelle ore notturne in albergo, sia durante il viaggio di ritorno a casa. A tratti infatti mi ha ricordato un po' Rossana.. lo ricordate il cartone animato?.Ovunque con te è invece un omaggio della Harper Collins, di questo libro ho letto tantissime recensioni positive ecco perchè non vedo l'ora di divorarlo. veniamo invece ad Haiku, un omaggio dell'autrice Rita Cerimele, E' stata una piacevolissima sorpresa scartare il suo pacco, non solo per l'intima dedica in prima pagina che mi ha commosso, ma dopo una sfogliata veloce mi sono trovata davanti ai ringraziamenti dove l'autrice cita con orgoglio Il mondo di sopra... l'emozione quindi descritta di trovare il nome del mio angolino in un libro, non ha prezzo!

Veniamo invece adesso al bottino del Salone, come vi dicevo nell'articolo su questa esperienza avrei voluto davvero portarmi via molto di più, ma ahimè il budget è stato limitato, tuttavia sono comunque soddisfatta.

Purtroppo devo già avvisarvi che non sono riuscita a fotografare tutte le copertine dei libri in quanto come vi dicevo il trasloco è imminente e la mia libreria è già intrappolata in venti scatoloni ( e non sono nemmeno a metà), tuttavia cercherò di elencarvi ogni libro acquistato anche se non ha la foto in primo piano. 

Il segreto della regina rossa è stato l'acquisto principale fatto a pochi minuti dopo l'arrivo. Mi sono innamorata di questa serie, di questa rivisitazione su Alice. Come ben sapete amo tutto ciò che riguarda Alice e il paese delle meraviglie, ecco perchè dovevo leggere anche questa nuova storia. Ammetto che rispetto alle altre due copertine dei primi libri, questa mi piace di meno, sarà il piercing che non mi piace o sarà il personaggio, non so, c'è qualcosa comunque che non mi attrae. (avrei tuttavia preferito uno sconto avendolo comprato in fiera, in realtà l'ho acquistato a prezzo pieno)

Per The invasion of the tearling sono letteralmente corsa verso lo stand della casa editrice perchè non volevo assolutamente perdermi l'omaggio dei poster con l'acquisto del libro. Amo la storia, amo la scrittura evocativa, amo anche l'impaginazione stessa del testo. Ho comunque avuto una piccola discussione con il commesso in quanto anche in questa stampa mi aspettavo un impaginazione come la prima in edizione limitata, quindi con le pagine quasi a pergamena. Tuttavia l'ho acquistato lo stesso senza perder tempo. 

Storie di streghe, storie di fate è una raccolta di due volumi editi dalla Keltia Editrice. La prima cosa che mi ha colpito di questo volumetto è la copertina e la sensazione che si ha al tocco, in quanto realizzata in copertina ruvida. Affascinata poi dal titolo mi sono messa a curiosare l'interno, scoprendo poi tramite l'editore stesso che è una raccolta di vecchi racconti sulle streghe e sulle fate, racconti leggendari delle vecchiette del paese. Insomma un volumetto molto carino, scoprendo poi il cofanetto con volume uno e volume due, e avendo un piccolo sconticino, non ho potuto fare a meno di acquistarlo. Tra l'altro ho scoperto che questa casa editrice ha comunque un catalogo davvero interessante per quanto riguarda materiale esoterico. La terrò infatti d'occhio.  

Il libro più magico del mondo l'ho acquistato insieme alle carte dei trionfi, di questa storia ne sono rimasta affascinata già dal primo volume preso tempo fa. Ho trovato lo stand della Brigantia per puro caso, non sapendo della sua presenza alla fiera e quando mi sono fermata così per pura curiosità facendo notare a marito di aver già tutti i libri presenti lì, mi sono trovata davanti a Valeria in persona che dopo avermi riconosciuto siamo rimaste a chiacchierare su come ha creato qualcosa di magico, portando alla luce i tarocchi e creando storie per bambini con gli arcani stessi. Fiera anche della presenza dell'editrice della Brigantia che mi ha omaggiato, rincorrendomi per la fiera, con Il grimorio del lago, un libro che ho amato tantissimo. Il grande libro delle erbe l'ho acquistato invece allo stand stampa a pochissimo, grazie ad un notevole sconto. Sfogliandolo ho notato non solo le proprietà delle erbe, i suoi miti e le sue indicazioni, ma come un vecchio quaderno ha antiche ricette sempre con l'utilizzo delle piante. Insomma un herbario come si deve!

Crow e Il grimorio del Lago (citato prima) sono due omaggi graditissimi delle case editrici. 
Amante dell'Egitto e legata al pantheon spirituale egiziano come potevo lasciare entrambi i titoli li allo stand? Ecco quindi che mi sono portata a casa anche questi: La concezione tradizionale dell'aldilà e Dei e templi dell'antico egitto. 

La sindrome del sosia è invece un thriller psichiatrico preso dallo stand della Leone Editore ad un prezzo stracciatissimo, in quanto sono curiosissima di leggerlo per come l'autore abbia usato il suo mestiere da psichiatra in un thriller. 

Veniamo invece agli acquisti effettuati al libraccio:

Muses mi ha ispirato tantissimo la copertina e la curiosità su come l'autore abbia utilizzato le Muse come protagonista di questo libro. Fruscio di streghe, invece, lo avevo puntato da un po' nella mia w.l  ma non ero riuscita mai ad acquistarlo con la copertina vecchia (che ahimè non ho la foto). Il ladro di sogni è un thriller vecchio che mi ha colpito dalla sinossi. Morga la maga del vento, invece, è un regalo per un'amica, anche lei dedita al fantasy. Viaggio al Deltora invece è una raccolta dei primi cinque libri. Su questo libro non so assolutamente dirvi nulla, lo conosco di fama, ma non conosco la storia, l'ho acquistato perchè questo librone l'ho pagato ad un prezzo stracciatissimo (nemmeno cinque euro) e ha una copertina meravigliosa.
Manca in foto gli stregoni sempre preso al Libraccio, che è un saggio sull'inquisizione e sulla visione maschile e femminile delle streghe. 


Voi invece cosa avete acquistato in questa settimana? Qual è il vostro bottino che riempie le vostre librerie? Sono curiosa di leggervi. 










13 commenti:

  1. "Ovunque con te" è bellissimo :)
    Quanti titoli interessanti e direi che... hai proprio svaligiato il Salone xD
    A Torino ho preso un solo libro (strano eh?!) "L'importanza di chiamarti amore" di Anna Premoli e durante la settimana ho ricevuto in omaggio "Senza difese" di Meredith Wild da Newton Compton!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehy vincitrice di Alice, dov'eri finita? Non ti ho visto nell'ultima tappa :P per il salone mi dispiace che non ci siam viste, sicuramente ( e spero) ci sarà un'altra occasione. Senza difese l'hai iniziato? Sai già dirmi qualcosa? ispirava molto anche me. Eh magari aver svaligiato il salone. volevo portarmi a casa moooolta più roba ;)

      Elimina
  2. Beata te che sei andata al salone:/ questa settimana niente acquisti per me!;)

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che meraviglia di libri *_____*
    Molti sono già nella mia WL, altri invece mi hanno incuriosito così tanto che li aggiungerò (per esempio, La sindrome del sosia e The invasion of the tearling *-*)
    Fruscio di Streghe, invece, l'ho letto quando ero ragazzina... non ricordo più bene la storia, ma ricordo che mi era piaciuto un sacco! :3
    Comunque, hai un sacco di libri da leggere bellissimi! *_* Quasi ti invidio per quanti sono ahahahah

    Un bacione cara,
    Alba ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bello notare a piccoli passi quanto i nostri gusti siano simili. The queen of the tearling se trovi la prima edizione te ne innamori. Ha un impaginazione stupenda!

      Elimina
    2. Sì è vero, abbiamo gusti molto simili... Mi piace! **
      Comunque ok, allora cercherò sicuramente quella :3

      Elimina
  4. Dimenticavo... Divergent è molto interessante! Sarà che io ho un amore immenso per i distopici, ma lo sto divorando! *-*

    RispondiElimina
  5. Deltora è una saga che ho monopolizzato la mia infanzia. Ora non la vedo in libreria neppure per sbaglio.
    Beata te che sei riuscita ad andare al Salone. Immagino la tristezza nello scoprire che le pagine del libro di Tearling non erano come le precedenti ç_ç Io penso che leggerò la versione ingelse perché ho messo gli occhi sua una copertina che mi piace da morire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono moooolto lenta a leggere in inglese quindi mi troverei in difficolta'. Si ci sono rimasta malissimo volevo sotterrare il commesso u.u salone meraviglioso. L'anno prossimo se ci fai un pensiero ci si vede. Ma a giugno per la garzanti sali?

      Elimina
  6. "The invasion of tearling" interessa anche me, sia per la trama sia per la bellissima impaginazione.
    Bella anche la cover de"Il grande libro delle erbe", che non conoscevo.
    "Divergent" non mi ha convinta per niente, ma effettivamente trovarlo a quel prezzo è stato un affare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di trovare anche gli altri a poco prezzo perche' non mi piacerebbe interromperne la lettura. Ah ma come l'impaginazione del primo libro non c'e' parita'... a parte per la nave di teseo stupendo!

      Elimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.