giovedì 16 giugno 2016

#30 Appuntamento con la strega: Orecchio di Venere

Buongiorno cari amici lettori. Era da tempo che non pubblicavo questa mia affezionatissima rubrica. L'appuntamento con la strega nasce per parlarvi di tutto ciò che riguarda la mia vita, perchè c'è un piccolo di magia in ogni cosa quotidiana! Purtroppo le varie date dei blogtour che hanno invaso (piacevolmente) il mio piccolo spazio, non mi hanno permesso di parlarvi di stregoneria e cristalli da un paio di settimane o poco più. Ma oggi rimedio parlandovi di un cristallo che amo molto, l'Orecchio di Venere, che già dal nome mi manda in brodo di giuggiole.




Sono sicura che amerete questo cristallo per via dei suoi colori e della sua iridescenza. 

L'orecchio di Venere e' diffuso in tutti i mari e varia in diverse dimensioni. Lo strato più interno e' composto da madreperla altamente iridescente e' per questo che da origini a tantissimi colori forti e mutevoli. 

Antiche leggende raccontano che un giorno la Dea Venere sacrificò il suo orecchio al mar mediterraneo, per placarne le sue ire e salvare una giovane coppia di innamorati in balia delle violente onde.  Il mare impietosito decise di calmare la sua violenza e di non perdere quel prezioso sacrificio, decidendo quindi di ricoprire quel piccolo tesoro in conchiglia.

Come pietra lavora sul secondo e quinto chakra. Elimina le insicurezze e la depressione. Stimola la fertilità e la creatività e aumenta l'autostima. 

Come rapporto fisico attenua le infiammazioni e il prurito. Energicamente aumenta la potenza fisica e aiuta a sentirci meglio.

Si utilizza per mantenere in equilibrio le nostre emozioni, specialmente in situazioni di stress. Indossare questo orecchio aiuta ad allontanare le emozioni negative sia proprie che quelle altrui.

Aiuta a mantenere la calma e a trovar chiarezza nei problemi.

Nel feng shui viene utilizzata come canalizzatore di energia nelle stanze con gli specchi.

Come indossarla:

- inserirla in sacchettini da portare in borsa
- tenere in tasca ricoperta da del cotone
- indossarla come ciondolo a collana all'altezza gola
- non va d'accordo con pietre come l'avventurina.
- ha bisogno di essere ricaricata alla luce della luna che gli dona vitalità. 






4 commenti:

  1. Adoro questo post *_* grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, io amo trovare le vecchie storie legate ai cristalli e questa è bellissima! :)

      Elimina
  2. Credo che questa pietra mi aiuterebbe un po' per le sue caratteristiche :) bellissimo post, comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai un negozio di cristalli vicino casa potresti prenderlo li, altrimenti su facebook trovi l'e-shop :)

      Elimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.