lunedì 13 giugno 2016

Rivalità.Le stelle di Noss Head. Recensione

Buona giornata, cari amici lettori. Oggi ho deciso di prendere una pausa dal trasloco, ho bisogno di riposare. Ieri ho finalmente sistemato la stanza della libreria, ma quanto è stato traumatico spostare tutti i libri, per poi rimetterli in ordine? Ci sono stati diversi momenti di panico, quando per un attimo non trovavo i seguiti di alcuni, e i primi volumi di altri... insomma credo di non aver mai sentito il cuore battere così forte dalla paura! Per fortuna mio marito con sangue freddo, riusciva a trovarmi i titoli mancanti in mezzo ai miei nemici mortali: gli scatoloni!

Stamattina visto la bella giornata ho deciso di lasciarvi la mia opinione su Rivalità, il secondo capitolo di Vertigine, che dire? Anche questa volta l'autrice mi ha rapito!


Titolo: Rivalità
Autore: Sophie Jomain
Serie: Le stelle di Noss Head (vol. 2)
Editore: Fazi Editore. Lain Ya
Pagine: 377
Prezzo: 13,50€














Per chi mi segue da un po', sa quanto Vertigine mi sia entrato nel cuore, quante ore ho passato nella lettura di quelle pagine, sperando poi di non trovare alla fine l'amaro in bocca per aver terminato la lettura e quanto poi con ansia e fremito ne abbia aspettato il seguito. 

Trovarmi poi di fronte a questo nuovo capitolo, molto più oscuro del precedente, mi ha completamente spiazzato. 

Mi sono trovata davanti ad emozioni contrastanti, quasi come se l'autrice sfidasse il lettore "se il primo capitolo ti è piaciuto, con questo ne diventerai dipendente". 

Ed in effetti succede proprio così, Rivalità ci mette davanti alla dipendenza di questa storia, ci cattura in maniera travolgente, come se leggerlo diventasse vitale quanto respirare. 

Ma andiamo con ordine. Se vi siete persi il primo capitolo in questo click trovate la recensione. 

Con il primo romanzo avevamo lasciato i nostri protagonisti a godersi il loro amore, la loro passione, ma come la copertina ci annuncia con i suoi colori (e il suo titolo) ecco che quel cielo azzurro, quei cuoricini volanti e quel canto degli uccellini in amore, viene travolto da nuovi protagonisti che dominano la scena.

Dolce utopia. Non accade mai niente come desideriamo. 

I nostri protagonisti ormai cresciuti, la nostra temeraria umana e (ahimè, bellissimo!) il suo compagno lupo mannaro, si ritrovano al college dove tra rituali di iniziazione delle confraternite e ansie da studenti in crisi, passano le loro giornate tra corsi e materie nuove, scoprendo giorno dopo giorno le facoltà scelte. 

Ma si sa quando tutto è troppo bello, comunemente mortale, ecco che l'Universo prepara i suoi ostacoli all'orizzonte e se quell'amore passionale, forte, nato così velocemente sembrava comunque stabile, ecco che Hannah si ritrova sulle sabbie mobili, si ritrova a scoprire nuove amicizie, nuovi protagonisti che metteranno in discussione tutto.

Se con il primo capitolo, mi sono innamorata della mitologia, dei minuziosi dettagli che l'autrice crea, qui i personaggi diventano completamente reali, non rimangono più scritti solo su carta. E' come se ogni personaggio diventassimo noi, come se ogni personaggio diventasse un nostro amico, un nostro familiare, uno sconosciuto da dover incontrare, in quanto l'autrice li fa diventar reali. 

La potenza della sua scrittura, l'inchiostro che le corre nelle vene, permette di sentire ogni personaggio descritto in maniera viva. La loro complessità, il loro carattere così forte e umano al tempo stesso diventa crudo, diventa vivo. Diventa sangue. Ogni personaggio diventa fatto quindi di carne e ossa, di sangue e pelle.

Non stupitevi quindi se mentre leggete la vostra mente vi farà guardare il paesaggio intorno per cercare il personaggio, o se mentre state per finire l'ennesima riga dovrete rileggere la parte pensando "ma qui ha descritto proprio me".

In questo libro la nostra protagonista Hannah sembra diventare più forte, sembra diventar consapevole di ciò che vuole e dei progetti da realizzare, quindi poco importa se le sabbie mobili continuano a farla affondare, lei comunque troverà quell'appiglio per uscirne.

In questa recensione non troverete scritta ogni parte del romanzo, ne i protagonisti nuovi e la loro mitologia che circonda la loro aura, perchè come io stessa ho preferito non spoilerarmi nulla, così farò con voi, in quanto è talmente forte come romanzo che deve sorprendervi come ha fatto con me.

"Perchè hanno tutti i capelli e gli occhi chiari?"
"E' un cambiamento che avviene durante la loro trasformazione. Così come la loro pigmentazione diventa molto pallida. "

Rivalità è stata una lettura ipnotica, quasi pesante dal punto di vista emotivo, in quanto ci mette a nudo con i nostri stessi sentimenti a volte facendoli lottare tra loro.

La storia è così ricca di colpi di scena che porta il lettore ad incollarsi alle pagine, a non trovar più altro da fare al di fuori della lettura di questo seguito che a questo punto, mi viene da dire INASPETTATO, perchè mai mi sarei aspettata una lettura del genere.

Quindi come detto sopra, se il primo l'ho amato, questo ne crea DIPENDENZA. 

Rivalità è un romanzo più scuro, più gothico in certi lati e più dark in altri, lascia con il fiato sospeso per via di molti colpi di scena, e nonostante l'ambientazione sia diversa è comunque trattata in maniera lodevole, quasi come se l'autrice ci mettesse davanti ad una fotografia dell'ambiente esterno e non ad un rigo scritto.

Pagina dopo pagina si è rapiti dalle continue emozioni e dalla voglia di sapere, di sorprendersi. Un libro che non diventa mai banale nonostante voci, a questo punto avide e invidiose, continuino a paragonarlo a Twilight (che come ben sapete ho odiato immensamente). 

Un libro che è capace di catturare l'anima.

E se di un libro di mezzo, di un seguito, si ha sempre paura che possa essere banale, quasi un brodo allungato, con Rivalità non succede e anzi, anche qui arrivati alla parola fine ci si avrà solo la voglia di chiudersi da qualche parte in attesa del seguito. 


Quindi ecco scusate, ma vado ad isolarmi su qualche montagna fino a che non ho il volume tre di questa serie!

Una lettura sorprendente, un libro che ti scava la pelle, ti entra dentro per farsi spazio, un libro che diventa la nostra cicatrice, la nostra stessa pelle. 













7 commenti:

  1. Dopo questa recensione carica di passione non posso non leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non te ne pentirai! I luoghi descritti sono magici!

      Elimina
  2. Dopo aver letto la tua recensione mi hai fatto venir voglia di leggerlo anche se non è il mio genere! Complimenti♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono davvero felice, parti dal primo capitolo con Vertigine perchè ti stupirà.

      Elimina
  3. Questa tua recensione mi ha fatto venir voglia di leggere il libro anche se non è il mio genere di solito! Complimenti♡

    RispondiElimina
  4. Se c'è una persona che può convincermi a comprare un libro quella sei tu! Mi hai fatto entrare in un mondo magico!

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.