sabato 3 settembre 2016

L'eredità dei re. Recensione.

Buongiorno lettori.Dopo aver lasciato le vacanze eccoci di nuovo di fronte al weekend! Quindi si riposa di nuovo? No, non credo. Purtroppo in questi giorni sarò vittima delle visite ai parenti, che ansia! Pranzi, cene, pettegolezzi....odio all'inverosimile nei confronti delle giornate piene con parenti che non si vedono mai, con parenti che sorridono, ma poi sembrano accoltellarti alle spalle.. parenti serpenti? In questo caso si. Quindi ahimè rimbocchiamoci le maniche e con il sorriso più smagliante andiamo a far quella cotanta visita. Ciò non toglie però che prima di affrontare la guerra, oggi vi parlerò del primo libro della serie Stirpe di Dei e Re, edito dalla Harper Collins. Un libro pieno di aspettative, un libro che ho contato i giorni alla rovescia fino al suo arrivo, un libro che non mi ha deluso e che entra dritto dritto ai primi posti della classifica dei libri preferiti.

Titolo: L'eredità dei re
Autore: Eleanor Herman
Editore: Harper Collins
Pagine: 382
Prezzo: 16,00€













Ci sono momenti nella vita in cui si ha bisogno di staccare per un attimo dal quotidiano e di cominciare a sognare. Con L'eredità dei re i sogni diventano così reali quasi a sfiorarli, con l'eredità dei re si scopre esattamente cosa significa leggere. Ho avuto aspettative talmente alte su questo libro che ho fatto di tutto pur di non leggere anche solo inconsapevolmente notizie e recensioni. Avete presente quando aspettate qualcosa per così tanto tempo e avete paura di rovinarne il momento? Ecco, con l'eredità dei re io mi sono sentita esattamente così. Ho avuto il batticuore dalla prima all'ultima pagina. Mi sono isolata dal resto del mondo, non ho voluto più saper nulla di nessuno. Eravamo io e quel mondo, e credetemi. Non c'è stato niente di più bello al mondo.

Dicono di questo libro che sia il nuovo trono di spade, dicono che lettori che amano mito e magia lo divoreranno, beh... hanno ragione. L'eredità dei re è uno di quei libri che già l'averlo in mano lascia a bocca aperta. Per la prima volta sono completamente innamorata della copertina che ci fa letteralmente entrare in un mondo ricco e diverso. Il buco della serratura ci permette di sbirciare all'interno di un qualcosa di unico, da non lasciare andare. 

Già dalle prime pagine l'autrice ci scaraventa nel suo mondo portandoci faccia a faccia con personaggi che diventeranno la nostra stessa famiglia. Di solito nei libri si ha un evoluzione in crescendo nei personaggi, un ondeggiar lento che ci culla verso la fine facendoci automaticamente affezionare ad ogni personaggio descritto, con l'eredità dei re è tutto al contrario. 

In questo libro i personaggi sono tutti lì nelle prime pagine, sono così consistenti e vivi che ci si affeziona subito, senza preliminari, senza corteggiamenti, nudi e crudi come l'autrice li crea. 
Ma il bello è che li crea talmente vividi che ci lasciano i segni sulla pelle, che leggendo il libro ci gireremo intorno alla ricerca di qualcuno o qualcosa che ci fa sentire osservati, sperando in qualche maniera di trovar tutti loro davanti a noi.

Questo romanzo è un misto tra lo storico e il fantasy e le ricerche dell'autrice entrano dentro come un pugno, la sua accuratezza in ogni minimo dettaglio ci permette di scoprire un passato a volte dimenticato.

Eccoci quindi davanti a storie che si intrecciano, davanti a storie che si legano poiché a volte il destino è già stato scritto e l'autrice con i suoi giovani personaggi c'è lo mostra a modo suo. 

Ci troviamo di fronte ad Alessandro Magno ancora giovane, che con il suo fedele amico è pronto per partire alla ricerca di un dono che gli cambierà la vita. Ci troviamo di fronte a Katarina che giura sangue e vendetta, ci troviamo nell'antica Persia tra sete e incensi di fronte ad una principessa che tenta la fuga da un matrimonio con un uomo, o forse un ragazzo, mai conosciuto. Quello stesso ragazzo che ora cerca un viaggio lontano. 

Ci troviamo di fronte a personaggi secondari che a modo loro vorrebbero anch'essi vivere il proprio destino, ci troviamo di fronte ad una magia che sembrava oramai perduta, ci troviamo di fronte a sangue che in un modo o in un altro per il regno va versato. 

Intrighi, tradimenti, manipolazione degli stessi personaggi, l'autrice diventa la burattinaia e i burattini non sono i personaggi, ma siamo noi che ci troviamo a primo impatto nella stessa storia.

Mi è piaciuto molto vivere il romanzo con i vari personaggi, trovare quelle stesse emozioni di ieri nei nostri occhi, trovarci in un mondo ricco e complesso, trovare come l'autrice abbia schematizzato tutta la trama controllando le redini e tenendole ben salde in un gioco storico e fantasioso al tempo stesso.

L'eredità dei re è una serie che non va trascurata e non va sottovalutata, è un romanzo ipnotico e prepotente, un romanzo che picchia nel petto e che sale in cima alle mie classifiche dei libri preferiti.

Attenti perché toglie il fiato. 

Aspetto trepidamente il seguito, sarà un tuffo ancora vivido in quel passato che ne è divenuto storia? Al tempo e alla casa editrice l'ardua sentenza.











5 commenti:

  1. Come ti capisco! Sono rimasta completamente incantata dai personaggi, dalle ambientazioni... mi sembrava di poter sentire tutto come se mi trovassi nel libro. Il profumo d'incenso ad un certo punto era soffocante. Non vedo l'ora che esca il secondo, anche la novella prequel è molto bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si il prequel mi è piaciuto anch'esso, ma l'eredità dei re mi ha completamente travolto, non avevo voglia di arrivare alla fine del libro per non finirlo mai! Bello. spero che il seguito non si perda!

      Elimina
  2. Di questo libro ho sentito parlare davvero benissimo e anche la tua bella recensione conferma che questo libro va assolutamente letto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto? Deve essere divorato e scritto nella pelle :D mi sono innamorata della scrittura... pura poesia e storia molto originale **

      Elimina
  3. Ciao Emi sai che questa settimana ho letto invece delle recensioni non positivissime? Voglio assolutamente leggere questo libro per farmi un'idea personale, le tue parole mi hanno davvero fatta volare ❤️_❤️ Bellissima recensione! ^_^

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.