giovedì 19 gennaio 2017

Appuntamento con la strega: manca la forza o solo le mutande

Era da tanto che non postavo un articolo del genere, un'etichetta con l'appuntamento con la strega e ammetto che fa strano dopo tutto ciò che mi è accaduto, riprovare ad avere quella fede che sento come abbandonare. Sto tornando, ci sto provando, ma datemi del tempo. 

Oggi non vi parlerò di cristalli, anche se in realtà il primo intento era quello di parlarvi del cristallo a cui sto facendo affidamento ultimamente. Oggi vi parlerò, o meglio, vi posterò una pagina di un libro che ho ritrovato tra gli scaffali della mia libreria. 

Ti auguro di cuore che questo libro possa aiutarti a realizzare i tuoi sogni. Ti mando tanta luce ed un abbraccio caloroso

Questo è il messaggio che ho trovato all'interno di questo libro.

"Amore ti è caduto qualcosa" e questo foglietto io non lo ricordavo nemmeno. 

Le coincidenze non esistono. Si lo so, lo sappiamo. Comunque


Siete trasmettitori e ricevitori vibrazionali. 

[...] Quando la gente vi guarda, vi vede con gli occhi e vi sente con le orecchie, ma ciò che rappresentate di fronte agli altri e all'Universo è più di quello che si può cogliere con la vista o l'udito: siete trasmettitori vibrazionali, ed emettete il vostro segnale in ogni momento dell'esistenza. 
Quando vi trovate nel vostro corpo fisico e siete svegli, proiettate costantemente un segnale molto specifico e facilmente identificabile che è ricevuto e compreso all'istante e che ottiene immediatamente risposta. Subito le vostre circostanze presenti e future cominciano a cambiare in risposta al segnale che state trasmettendo proprio ora. E quindi l'intero universo, proprio adesso,è influenzato da ciò che state emettendo. 

Questa è la pagina. Ok. Va bene, riflettiamo. Quanto possiamo crederci davvero? [Ah ovviamente il libro è la legge dell'attrazione di Hicks]. Ammetto di non aver letto, in più di dodici anni, nulla su Hicks e sulla legge dell'attrazione. Ho sempre creduto al Karma, all'essere positivi, al quasi dover di comportarsi bene per ricevere del bene, ma quanto ci si può affidare davvero a queste parole? Quanto riusciamo davvero a controllarci?

Secondo queste frasi dovremmo essere presenti nell'autocontrollo, capire che il nostro corpo fisico e la nostra anima sono sempre presenti e che l'universo si comporta a seconda di noi e del nostro comportamento. Una conseguenza generata dalla causa. Grazie al cazzo.  Ma quando tutto ti butta a terra, quando ti senti davvero affondare nel fango, come fai a pensare di rimanere positivo così da sentirne gli effetti dell'Universo? Come fai a non crollare con l'anima e tutte le scarpe? E' difficile e credetemi, io ci sono passata.

Sono affondata, sono caduta a terra di faccia, ho raschiato il fondo del barile con le unghie in cerca di un'uscita e quando non l'ho trovata, sono rimasta lì al buio, con la testa sulle ginocchia a pensare ad una fine. Non sono rimasta positiva, non ho pensato all'Universo e alla sua logica. Non ho pensato a cosa avrebbero fatto le mie Antenate, non ho pensato a nient'altro se non a crollare. Eppure mentre vi scrivo questo post, capisco di quanta in realtà ci sia bisogno della luce per affrontare il buio, e ve lo dice una che nel buio si è fatta dimora.

Non conosco la maggior parte di voi e vorrei davvero guardarvi uno a uno, sapere chi siete e come va il vostro mondo, non so nulla della vostra vita e del vostro essere, ma so che non siete soli. So che qualsiasi problema voi stiate affrontando, verrà superato. So che se ora vi sembra un periodaccio, prima o poi questa nuvola andrà via, so che anche se ora state pensando che vi manca la forza, in realtà sono solo le mutande che vi mancano nel cassetto, perché in realtà avete tutto ciò di cui avete bisogno. So che bisogna essere positivi nella vita e smetterla di nascondersi nel buio.

Ringrazio pubblicamente lettrice al contrario che mi ha ricordato chi sono e che voglia ho di tornare. 

Qualunque cosa negativa vi accada, compreso essere vittime di un fatto grave, catastrofi naturali, malattie o qualsiasi altra cosa, non è colpa vostra. Non c’è nessuna colpa, non siete il bersaglio di una qualche punizione karmica.
Piuttosto, ciò che vi è accaduto è lì e vi appartiene. Dal momento che la paura è una vibrazione, eravate in sintonia a livello vibrazionale con qualunque cosa sia entrato nella vostra vita in un dato momento.
Ricordate che vivete in un Universo che opera secondo la Legge dell’Attrazione, quindi se vivete nella paura, attirerete a voi ciò di cui avete paura. I pensieri stessi sono energia, ed è vitale capire che dovete sforzarvi di non restare attaccati a quelli che vi indeboliscono.
Wayne Dyer, La voce dell’ispirazione

1 commento:

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.