sabato 25 febbraio 2017

Piccole Donne Book Tag


Buongiorno Abitanti lettori del mondo. Questa mattina ho proprio voglia di chiudere la settimana con un tag che ho trovato grazie a Virginia del blog Virginia e il labirinto . [Il tag è stato creato da la Libraia in Soffitta]. Oggi la giornata in realtà mi ricorda molto le coperte e una tazza di cioccolata calda, mentre vi scrivo fuori la nebbia è alta e non vi nego che in questo momento rimpiango i termosifoni accesi. Ma bando alle ciance e andiamo a giocare. A fine articolo vi lascio i nomi di chi taggo. 

  • La famiglia March: un romanzo tutto al femminile 

Un romanzo femminile, iniziamo già con una richiesta difficile. Per un attimo ho pensato di buttarmi sul classico, ma poi la mia scelta è ricaduta su La ragazza fantasma di Kinsella. Un romanzo che mi è piaciuto parecchio e ho letto in poche ore. Divertente, ironico e commovente allo stesso tempo. 
  • Margareth March: un libro che ti ha instillato buoni sentimenti 

Ci sono diversi libri che mi hanno dato tanto, ma non mi sono mai commossa come ho fatto con La misura della felicità di Zevin. Ho letto questo libro in un paio di ore e nonostante all'inizio la lettura sembra quasi lenta, in realtà pagina dopo pagina di lacrime ne ho versate parecchie. Mi ha scaldato in un momento in cui sembrava che il mio cuore fosse diventato ghiaccio. 
  • Robert March: Un libro con un protagonista che abbia un forte senso del dovere

Per rispondere a questa domanda ho scelto il libro E nel cielo brillano le stelle di Moros. Un libro dove abbiamo due protagonisti principali: un padre e una figlia adolescente. Saranno le scelte decisive del padre a comprendere il dolore della figlia e a scegliere di capirla e non giudicarla. Un libro che mi ha fatto riflettere. 
  • Jo: un romanzo con una protagonista forte e ribelle 

Mi dispiace, sarò ripetitiva, ma appena ho letto questa domanda l'unico nome che mi è venuto in mente è Katniss, e non sto parlando della regina gatta di Pam, ma della protagonista di Hunger Games di cui ho assolutamente dovuto comprare la trilogia in questa edizione. 
  • Beth: un racconto dolce e delicato


Per questa risposta mi prendo la libertà di citare più racconti grazie al libro di Beatrix Potter: Il mondo di Beatrix Potter. Un libro che custodisco come granello d'oro. Dolce e delicato al tempo stesso. Da sfogliare sempre. 
  • Meg: un libro incentrato sul legame tra sorelle

Beh.. qui vinco facile. Ho amato questo libro, Le vergini Suicide,  l'ho letto all'età di quindici / sedici anni e tutt'ora lo rileggo spesso volentieri. Il legame così forte tra sorelle nonostante non sia un libro a lieto fine, ti entra nelle pelle lasciandoti un senso di amarezza in bocca.
  • Amy: Un libro verso il quale avevi grandi aspettative, ma che in cui hai trovato dei difetti

Avevo tantissime aspettative per questa lettura e invece mi sono ritrovata a leggere un libro noioso che per un attimo pensavo che non finisse mai. Sin da piccola appena leggo un libro, devo comunque finirlo, ma credetemi Vita dopo Vita mi ha amareggiato, deluso, è un enorme NO. 
  • Zia March: un libro che ti ha irritato

Okay, va bene, non posso citare di nuovo Vita dopo Vita, vi ho già detto che per me è un grande NO vero? Se devo scegliere un altro libro rispondo allora con Resalio. Di questo romanzo sono stata colpita dai colori della copertina e dalla resistenza nel contenuto, invece ho trovato solo una brutta copia alla Federico Moccia, inserendo parti "toccanti" con malattie che sembrano solo utilizzate per audience. Un libro che mi ha fatto venire l'orticaria. 
  • Laurie: un libro incentrato sui rapporti di amicizia 

Un libro che mi è piaciuto e che ci racconta a suo modo i rapporti di amicizia è sicuramente TrollHunters, di cui su Netflix sono online le prime stagioni della serie. Divertente, leale, leggero e molto bello.
  • James Lawrence: Un libro che ti intimoriva, ma che una volta letto ti è rimasto nel cuore.

Sono stata intimorita per mesi e anni dalla mole di questa trilogia, pensando che mi togliesse quello che in realtà mi aveva donato il film, perché per la prima volta ho visto il film piuttosto che leggere il libro. Ma se le coincidenze non esistono La trilogia del Mondo di Inchiostro è arrivato in un momento particolare della mia vita e mi è rimasta nel cuore. Nonostante la mole, ho letto il libro avida di sapere e di scoprire. Mi ha tolto il fiato. 
  • John Brooke: Un libro che hai trovato istruttivo

Lo so, sarò banale in questa risposta, ma non trovo altro da dire se non che a loro modo ogni libro mi lascia qualcosa ed è istruttivo. Ogni pagina che leggo mi permette di imparare qualcosa.

  • Fritz Bhaer: Un libro che basandoti sulla cover non avresti comprato, ma che poi ti ha conquistato.

Lo so, molte di voi mi linceranno ma Raccontami di un giorno perfetto non era un libro adatto a me; almeno questo è stato il mio pensiero nel momento in cui mi sono basata solo sulla cover. Quando Noemi di Emozioni di una musa, invece, mi ha prestato il libro, mi sono sentita una stupida a non averlo letto prima. Bello, toccante, forte al punto giusto e poco mi importa se la copertina continua a non piacermi, è un libro che non può mancare nella mia libreria. 
Con questo tag mi sono davvero divertita, ho riscoperto libri che non leggevo da un po' e ho confermato altre scelte di cui preferisco allontanarmi. Ma veniamo alle blogger che taggo:

  • Jessica di The Ink Spell
  • Noemi di Emozioni di una musa
  • Erika di Libri al caffè
  • Seli di Ombre Angeliche
  • e tutte coloro che vogliono partecipare


5 commenti:

  1. È davvero un tag carino. Se non mi dimentico, quando rientro a casa lo faccio! ^_^

    La trilogia della Funke l'ho acquistata da poco e non vedo l'ora di leggerla ne ho sentito parlare benissimo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vedrai che ti divertirai, sono proprio contenta di averlo scoperto :D Oh la amerai, basta sfogliare l'interno e scoprire le illustrazioni per capire che infondo ne vale la pena :D

      Elimina
  2. Quanti bei titoli! La ragazza fantasma è l'unico che ho letto per il momento della Kinsella e mi era piaciuto tantissimo. La misura della felicità stavo per comprarlo ieri all'usato, ma la copia era messa maluccio e ho rinunciato... prima o poi lo recupero sicuramente però :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ragazza fantasma l'ho adorato, mi ha fatto divertire e peccato che sia finito troppo presto. La misura della felicità merita, io l'ho comprato quando la tea dava due libri al prezzo di uno. Merita, ho pianto parecchio su quelle pagine. Aspetto il tuo tag :D

      Elimina
  3. Ciao! Grazie mille per avermi taggato!!1 Piccole donne è una grande classico!! Condivido in pieno la scelta di Hunger games per Jo. L'unico altro libro che ho letto è La ragazza fantasma della Kinsella che però non mi è piaciuto particolarmente

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.