venerdì 7 aprile 2017

Di te. Piacere russo. Recensione

Carissimi abitanti de Il mondo di sopra...bentrovati! E' di nuovo Lucia a scrivervi, questa volta non dalle Dolomiti ma dalla mia casetta in Abruzzo....sono passata dalle montagne al mare nel giro di pochi giorni, e per quanto sia piacevole respirare la brezza marina devo ancora riabituarmi. Questa volta voglio parlarvi di una trilogia molto particolare, di un genere che non avevo mai letto in vita mia, vuoi per pregiudizio, vuoi per paura che fosse tutto banale e noioso, insomma: un erotico!! Una piacevole scoperta la Delrai Edizioni: una casa editrice che propone libri mai banali, avvincenti, in grado di dare un po' di pepe e adrenalina alla routine quotidiana. Andiamo un pochino più a fondo: la trilogia in questione è Piacere Russo, composta da 3 libri, Potrei morire di te, Vorrei Vivere di Te,Tutto di te, scritti dalla bravissima Malia Delrai che è anche fondatrice della casa editrice.

DI TE 

Malia Delrai


Editore: Delrai Edizioni 
Prezzo: 19,90€
Pagine: 654
Serie: Russo Series 
Genere: Rosa/ Erotico 

Trama: Carnefice o salvatore? Selene non si capacita ancora di ciò che le sta accadendo. Nuda e indifesa, si trova senza volerlo in una stanza d'albergo, attorno a lei solo potenziali compratori. Uno tra questi la osserva con attenzione e le parla in tono pacato. La colpisce la bellezza dell'uomo, ma anche la pericolosità che emana il suo fascino: le dice di volerla, a patto che lei diventi sua. Selene non ha altra scelta, viene comprata dallo sconosciuto ed è costretta a seguirlo in una villa. L'attrazione che prova per lui va oltre ogni legge morale, non riesce, infatti, a resistergli e cade nelle spire del piacere per la prima volta nella sua vita. Roman le insegna a fare l'amore e non ammette un rifiuto. Roman la guarda e la fa sentire donna. Roman la possiede e le dona ciò di cui ha bisogno. Selene ha paura, paura di innamorarsi, paura di lasciarsi andare davvero a un mafioso russo che sembra privo di qualsiasi scrupolo.La trilogia Piacere russo, riproposta in un unico volume: Potrei morire di te, Vorrei vivere di te, Tutto di te. Perché l'amore supera qualsiasi limite e confine tra giusto e sbagliato, bene e male.

Questa trilogia è narrata dal punto di vista della protagonista, Selene ( che bel nome vero? il nome della Dea della luna), una ragazza italiana che un bel giorno viene rapita...e si risveglia in Russia, prigioniera di loschi individui. 

Selene è nuda, imprigionata, sta per essere venduta e probabilmente verrà violentata e poi costretta a prostituirsi, è terrorizzata, non sa come ha fatto a finire in quel luogo da incubo. 

Per un attimo mi sono immedesimata, ho provato a immaginare questa scena, la sensazione di terrore e di impotenza, il desiderio di fuggire sperando in un miracolo, nella salvezza

La salvezza per Selene arriva da un uomo misterioso e bellissimo, che la fissa con grandi occhi verdi, un mafioso russo che le parla in italiano e le dice che vuole solo aiutarla, e che la compra per una cifra folle. L'aiuterà, ma da quel giorno in poi lei dovrà esaudire tutti i suoi desideri e le sue fantasie. Selene ha paura ma allo stesso tempo non riesce a staccare gli occhi di dosso dal suo carnefice -salvatore, è attratta follemente dall'uomo di ghiaccio, come lo chiama lei, e decide di abbandonarsi completamente a lui pur di avere salva la vita. 

Viene portata in una dimora lussuosissima, al cui interno troveremo diversi personaggi, come Irena, la nonna del nostro mafioso che si chiama Roman, e addirittura Tatia, che si rivelerà essere la fidanzata ufficiale di Roman, costretto a sposarla per cementare l'unione di due potentissime famiglie.  
Rimarrai qui, piccola luna, chiusa qui dentro. Non ci sarà nessun altro uomo per te oltre a me
Basta, sussurrò esausta Roman non la ascoltò. Intuiva le sue necessità e sapeva che si stava contorcendo sotto di lui per il piacere, ma lei era all'oscuro delle sensazioni fisiche che la stavano sconvolgendo. 

Che dirvi...ho adorato questa trilogia

Ho adorato la storia, originale e sensuale, la scrittura dell'autrice, intensa e mai volgare, davvero evocativa, capace di farti vivere davvero determinate scene.
Sarà per questo che anche quando ero a lavoro pensando al romanzo mi facevo dei gran film, dimenticando tutto il resto.  

Pensate che il tutto si limiti al sesso e che sia solo una storia di sesso? Vi sbagliate! Nel corso della storia vedremo Selene, vergine timida ed inesperta, diventare sempre più consapevole di sè, del suo corpo....e dei sentimenti per Roman Aleksandrovic Nevskij, uomo senza scrupoli, ricchissimo, circondato da uomini feroci, e al tempo stesso capace anche di tenerezza e di amore. Capiremo anche che tra i due in fondo la vera forte è Selene, e Roman sotto la scorza da duro nasconde delle fragilità mai ammesse e mai risolte. 

Ma chi è davvero Roman? E soprattutto, perchè Selene è stata rapita? Da chi è stata venduta?

Un altro aspetto che mi ha davvero tenuto con l'ansia e la voglia di finire la storia al più presto è il rapporto di Selene con la sua famiglia di origine, con sua madre, che rivedrà solo dopo mesi, e con suo padre, un uomo che forse non è poi il bravo padre di famiglia che tutti pensiamo. Mi ha poi colpito tantissimo la potenza evocativa della scrittura della Delrai: esplicita, sfrontata, aggressiva, ho letteralmente passato giorni a immaginare Roman e Selene a letto... con un po' di invidia, lo ammetto.

L’avrebbe distrutta se avesse voluto farlo ed era pronta ad accettarlo, ma con quale ragione? «Puoi aver fatto cose atroci, me ne rendo conto» gli confessò «lo sapevo dal primo momento che ti ho visto» «E?» si interruppe lui con quella parola strozzata. «E ho deciso che la morale passava in secondo piano, perché al primo posto ci sei stato improvvisamente tu». 

Consigliatissimo se avete voglia di trasgressione e di vedere le vostre fantasie prendere corpo!! Ps: la stessa trilogia è narrata anche dal punto di vista di Roman ( Roman, Alex, Nevskij) 

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.