mercoledì 22 novembre 2017

Puoi sentire la notte? [Blogtour]. L'amore opposto...


Puoi sentire la notte è un libro di Paolo Costa, pubblicato da Milena Edizioni e da qualche giorno trovate online il blogtour che vi permette di entrare nel dietro le quinte del romanzo, di leggere qualche particolarità e riflessione sulla lettura. 


puoi sentire la notte?

Paolo Costa


Editore: Milena Edizioni 
Prezzo: 12,00€
Pagine: 215

Trama: Stefano vive la sua vita giorno per giorno. Schiacciato dalla perdita della sua più cara amica e con la consapevolezza di essere fuori posto, in un mondo che sembra stargli stretto, cerca di sopravvivere senza sentire il peso dei fallimenti che gli gravano sulle spalle. Con attorno una famiglia che sembra non conoscerlo più, tutto ciò che Kevin vorrebbe è restare nascosto nel suo “armadio”, lontano da qualsiasi sguardo. Bloccato in una vita che non vuole, con un lavoro incerto, cerca di superare ogni giornata senza versare l'ultima goccia che potrebbe finire per inondare tutto il suo mondo. Due ragazzi diversi, due realtà opposte, un incontro esplosivo. Affronteranno l'amore, o resteranno nascosti dentro l'armadio?

Nella mia tappa oggi vi parlo dell'amore, di quella sensazione da farfalle nello stomaco, di quel sentimento che ci fa sentire su una nuvola, che ci fa camminare metri da terra, di quel sentimento che a volte fa male, che a volte non è capito, che a volte ci lascia senza fiato. L'amore è un emozione a volte difficile da affrontare, che lascia le parole in gola eppure è talmente bello che è difficile viverne senza. L'amore è difficile, è massacrante, doloroso anche, eppure riesce ad essere cibo dell'anima.

L'amore è opposto alla paura, all'odio, all'indifferenza. L'amore è opposto a ciò che non è amore. 

Per vivere il loro amore Stefano e Kevin hanno difficoltà, superano ostacoli messi per primi da loro stessi, eppure quando riescono ad amarsi la sensazione di meraviglia rimane sulla pelle di chi li legge.

Il tocco di Stefano è tutto ciò di cui ho bisogno per farmi forza e lasciare uscire il tornado che ho sempre tenuto dentro. Il silenzio è stato la mia arma fino ad ora, ma adesso ho qualcosa che vale di più, la sto stringendo tra le mani mentre nella mia mente rimbombano le parole 

Saffo è la poetessa dell'amore per eccellenza. Il suo amore è brutale, violento, passionale, è forte e totalizzante. Ama a prescindere dal sesso, lei ama l'amore, quello che brucia dentro, non importa se le venga dato da uomini o donne, lei ama e lo fa con tutto il corpo e l'anima.

Simile a un Dio mi sembra quell’uomo che siede davanti a te, e da vicino ti ascolta mentre tu parli con dolcezza e con incanto sorridi. E questo fa sobbalzare il mio cuore nel petto. Se appena ti vedo, sùbito non posso più parlare: la lingua si spezza: un fuoco leggero sotto la pelle mi corre: nulla vedo con gli occhi e le orecchie mi rombano: un sudore freddo mi pervade: un tremore tutta mi scuote: sono più verde dell’erba; e poco lontana mi sento dall’essere morta. Ma tutto si può sopportare..

Emily Dickinson si dice che si innamorò di un pastore protestante, ma il suo amore passionale, il bisogno di sentirsi amata rimase comunque platonico.

L’Amore è tutto Che l’Amore è tutto È tutto ciò che sappiamo dell’Amore, È abbastanza, il carico dev’essere Proporzionato al solco.


Edgar Allan Poe visse dell'amore la parte più cruenta e dolorosa. Riuscì ad amare in maniera viscerale ogni sua donna. Quando la sua prima innamorata morì, passava le notti sulla sua tomba quasi a pregarla sul suo ritorno. Virginia, la sua unica cugina e sposa, visse con lui un amore diverso, più puro rispetto a quello che concedeva alle donne del suo letto e alle storie preziose.

Eri per me quel tutto, amore, per cui si struggeva la mia anima - una verde isola nel mare, amore, una fonte limpida, un’ara di magici frutti e fiori adornata: e tutti erano miei quei fiori. Ah, sogno splendido e breve! Stellata speranza, appena apparsa e subito sopraffatta! Una voce del Futuro mi grida – ma e’ sul Passato (oscuro gugite!) che la mia anima aleggia tacita, immobile, sgomenta! Perche’ mai piu’, oh, mai piu’ per me risplendera’ quella luce di Vita! Mai piu’ – mai piu’ – mai piu’ - (e’ quel che il mare ripete alle sabbie del lido) – mai piu’ rifiorira’ un albero percosso dal fulmine, ne’ potra’ piu’ elevarsi un’aquila ferita. Vivo, trasognato, giorni estatici, e tutte le mie notturne visioni mi riportano ai tuoi grigi occhi di luce, a la’ dove tu stessa ti porti e risplendi, oh, in quali eteree danze, lungo rivi che scorrono perenni.

L'amore violento e passionale al tempo stesso, l'amore che brucia e che fa male, l'amore che fa morire lo viviamo con Giulietta e Romeo, destinati ad amarsi per sempre in altra vita, nell'amore immortale.

se le visioni del sonno vanno oltre la semplice lusinga, allora i miei sogni mi preannunciano una notizia colma di gioia ... ho sognato che la mia donna mi ha trovato morto (curioso sogno quello che concede ad un morto la capacita' di pensare!), e bacio dopo bacio riversava nelle mie labbra un tale alito di vita,che io tornavo in vita ,ed ero imperatore. Ahime'! quanto deve essere dolce il reale godimento dell'amore, se e' sufficiente solo sognarlo per ricavarne cosi'

L'amore può avere la forma di Leopardi, struggente nel suo amore platonico verso il bisogno di amare ed essere amato. A Silvia era dedicato il suo amore malinconico, ma in realtà il poeta amava il bisogno di una donna perfetta, la ricerca costante della perfezione dell'amore. 

Silvia, rimembri ancora quel tempo della tua vita mortale, quando beltà splendea negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi, e tu, lieta e pensosa, il limitare di gioventù salivi? Sonavan le quiete stanze, e le vie d'intorno, al tuo perpetuo canto, allor che all'opre femminili intenta sedevi, assai contenta di quel vago avvenir che in mente avevi. Era il maggio odoroso: e tu solevi così menare il giorno.

E voi invece, in quale maniera riuscite ad amare? 

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.