giovedì 28 gennaio 2016

Chi si nasconde dietro il mondo di sopra.

Benvenuti ne Il mondo di sopra, siate abitanti di quello che è il mio mondo, siate lettori, siate amici. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. 



Scrivere di se stessi non è mai facile, è percorrere un viaggio scalzi su un terreno a volte difficile, eppure quando arrivi alla meta senti che il percorso è stato meraviglioso. 

Quando nel lontano 2011 ho deciso di aprire il mio primo blog, l'ho fatto per avere la possibilità di avere un mio spazio, di parlare di me, delle mie passioni. Uno spazio che potesse rappresentare me in quel momento. Ma a volte la vita ci porta a fare delle scelte, a deviare il nostro percorso in un altro cammino e, quello spazio, a me non bastava più. Non lo sentivo più mio, quella che leggevo non ero più io. Dopo anni di pausa e cambiamenti drastici nella mia vita, la voglia di scrivere, di prendermi un angolo del mondo, è tornata. Prima è arrivata la pagina su facebook Il mondo di sopra, poi il bisogno di registrare questo marchio, per poi arrivare qui perché la pagina social non mi bastava più, non avevo spazio per raccontare, per vivere.
So che per molti questo può non essere capito, ma quando un blog, un diario, diventa il tuo specchio, diventa una parte di te a cui è difficile rinunciare.  

Il mondo di sopra si può dire che è un mio prolungamento, è la mia vita fatta in maniera scritta, sono io senza mezzi termini, trasparente davanti ad una realtà a volte non troppo facile. Il mondo di sopra mi permette di dimenticare la malattia incurabile che mi tormenta, mi permette di viaggiare allo stesso modo dei libri che leggo. 

Sono una lettrice, una di quelle che legge più volte anche la lista della spesa. Mi piace collezionare i libri che leggo in una stanza della mia casa, adibita solo a libreria.. e adesso, non mi basta nemmeno più. Dimentico facilmente sigarette, accendini, portafogli in giro (con tanto di imprecazioni da parte del marito) ma i libri non li dimentico mai. Sono gelosa della mia libreria, che conta al momento mentre vi scrivo, quasi più di mille libri e odio profondamente prestare i libri perché ho sempre paura che non tornino mai indietro. Sono una divoratrice letteralmente di ogni genere. Leggo ovunque. Devo leggere ovunque. Ovunque vada con me deve venire sempre un libro.

Sono una strega, una di quelle in continua evoluzione, non ho il tempo per fermarmi, non ho la voglia di fermarmi, ho bisogno di conoscere, di saziare la mia sete di conoscenza. 

Ho cominciato a leggere i tarocchi all'età di quindici anni grazie ad un fascicolo trovato in edicola e da allora sono arrivata a studiarli e a comprenderli, fino a renderli miei. In tredici anni ho giocato e sperimentato ogni mazzo ed ogni stesa. 

Ho studiato la Tarologia di Alejandro Jodorowsky, che unisce i tarocchi alla psicologia. Mi sono poi innamorata di tantissimi mazzi che ora completano la mia collezione, fino ad arrivare ai tarocchi della Dea che uniscono la visione dell'universo femminile e del matriarcato. 

Sono una moglie che ama ciò che ha costruito con suo marito, amo la mia casa piena di colori e amo i miei animali (per il momento tre gatti dispettosi: Ombra, Sekmet e Simba) 

Sono una scrittrice sin da quando ero bambina e il merito va a mia madre che prima della mia nascita scriveva poesie (ho con orgoglio nella mia libreria tutti i suoi scritti, anche se ormai pagine ingiallite). Amo scrivere di mondi meravigliosi, di draghi e folletti, di divinità e di streghe. Amo inserire tratti pagani nelle mie storie. Nei miei libri le streghe non mangiano i bambini e non ballano con i diavoli.

Io non sono la malattia che mi mangia dentro, Il crohn fa parte di me, ma non è me. Ho una malattia autoimmune da quando avevo sedici anni, ha letteralmente cambiato la mia vita, limitandomi spesso in molte cose, ma non solo solo questo, accetto di essere difettosa, ma non sono solo difettosa. 

Amo cucinare qualsiasi cosa, in casa sono la regina dei fornelli, amo sperimentare e soprattutto divorare, ma ciò che preferisco sono i dolci, non ne posso fare a meno.

Amo l'inverno, nonostante sia freddolosa, perchè amo il natale che per me è una festa pagana perchè mi permette di decorare casa (ancora più del solito) e di sentire nell'aria odore di buono dentro e fuori l'anima.

Amo indossare solo ed esclusivamente anfibi, raramente mi vedrete in giro con tacchetti a spillo, amo ridere e amo la gente.

Chiamatemi strega perché lo sono, ma qui non troverete la classica regina di Biancaneve, qui se vi offro una mela non sarà per addormentarvi. 

"I tarocchi sono immagini psicologiche, simboli con cui si gioca,come se l’inconscio giocasse con il suo contenuto" Carl Gustav Jung

12 commenti:

  1. Ciao! Mi ha fatto piacere leggere questo post e scoprire qualcosa in più su di te =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sono felice chee mi hai dedicato qualche minuto :)

      Elimina
  2. Ciao!!!! Bellissima la tua presentazione, mi è piaciuto un sacco come hai descritto con chiarezza, senza problemi il tuo mondo....vorrei trovare a volte lo stesso coraggio....e dico cosi perchè anch'io adoro il mondo della magia, mi sento un po' strega, un po' folletto....adoro i tarocchi, sto tentando di approcciarmi al loro mondo da un bel po' di tempo e con l'occasione ti chiedo se hai qualche suggerimento da darmi per capirli meglio, senza andare alla deriva da un scritto all'altro! Adoro anch'io il Natale, passo giorni ad addobbare casa e sono incompresa dalla maggior parte delle persone che mi circondano per questo amore smisurato che ho per il Natale....mi riempie il cuore di calore fuori e dentro...è un delitto ? be' ora ti saluto, se vorrai rispondere a questo messaggio mi faresti piacere, anche per me è importante sapere che qualcuno dedica qualche minuto del suo tempo ad ascoltarmi.....ti aspetto sul mio blog!!!!! Adoro le gorjuss e divoro tantissimi libri!!!!!! Belle le tue recensioni, brava brava!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pietre era da un po' che non ti leggevo. Guarda i libri che ho letto sui tarocchi sono davvero tanti, però posso consigliartene due che sono stati per me fondamentali. I tarocchi di Wirth e la via dei tarocchi di Jodorowsky. Sai quando "nascondiamo" ancora qualcosa è perchè non siamo pronti, non siamo sicuri di noi e su quello che può accadere. Sin da bambina mi sono sempre sentita diversa, sbagliata. pensa che non avevo nemmeno il coraggio di dire ai miei a cosa credevo. E se penso che adesso mia madre viene a bussare alla mia porta con le amiche per farsi fare un giro di carte.. beh mi viene da sorridere. Quando sarai pronta ad ascoltarti, ad accettare ciò che sei.. vedrai che tutto sarà più facile. Se hai la possibilità indossa un cristallo di quarzo rosa che è molto utile. No non è un delitto il bisogno di sentire quel calore che scioglie il ghiaccio che spesso si crea nel cuore e devi essere fiera perciò che sei. Passo volentieri :)

      Elimina
    2. Grazie per i tuoi suggerimenti e per le tue parole di incoraggiamento, ne farò tesoro!!!!! Hai ragione quando dici che non mi sento sicura di ciò che sono e per questo tendo a nascondermi....lo faccio da una vita, per protezione....per questo ho iniziato a studiare cristalloterapia, a creare monili di pietra personalizzati in base alle esigenze di chi me li chiede...e da li ho iniziato ad interessarmi ai tarocchi, a tutto ciò che crea e riporta armonia tra mente, corpo e spirito! un abbraccio pietroso, ma carico di energia positiva!!!!!

      Elimina
  3. Bellissima la tua presentazione!! Bacio gioia

    RispondiElimina
  4. sono tutte cose che gia sapevo XD hahaha mogliettina mia ti conosco come le mie tasche MUHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA TI LOVVO <3 <3 <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pero ti sei dimenticata di scrivere una cosa amo la mia mogliettina calabrese :P

      Elimina
    2. ahahahahha e come mai dalla tua tasca spunta una caramella? eh ????? soprattutto senza offrirla???

      Elimina
    3. ma quella è per te tranquilla non è avvelenata :P sapevo che ti saresti imbucavi nelle mie tasche perciò l'ho lasciata li per te :*

      Elimina
  5. Ciao! Ho scoperto il tuo blog per caso è sono rimasta ammaliata dalla tua grafica! Ti seguirò volentieri d'ora in avanti:)

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.