domenica 21 ottobre 2018

La mia buca delle lettere: quando le novità ti riempiono casa


Questa domenica è oramai giunta al termine e ci si riposa davanti ai film e le serie tv di Netflix nonostante il freddo che comincia a farsi sentire. Questa settimana è stata ricca di recensioni, anteprime e novità all'interno del Il mondo di sopra, che mi hanno permesso di leggere libri interessanti e altri un po' meno. La buca delle lettere è stata quindi molto ricca e bando alle ciance, lasciate che ve la mostri.



Parto subito con due anteprime succulenti che aspettavo con ansia di ricevere: La prima in uscita per Salani Editore il 29 Ottobre è Il terzo volume di Olga di carta, Misteriosa di Elisabetta Gnone. E' inutile Olga Papel o si ama o si ama, non ci sono altre possibilità di scelta. La sua delicatezza, il suo modo di raccontare e riuscire ad incantare anche noi grandi è un qualcosa che rimane dentro e ti fa riflettere anche se il libro è finito da un pezzo. La seconda uscita che aspettavo e di cui vi parlerò il 23 Ottobre è The Outsider di Stephen King, edito da Sperling & Kupfer. In questo romanzo l'autore sembra tornato alle origini di The Shining, lasciandoci con il fiato sospeso fino alla fine. 


Io sto con Vanessa, di Kerascoet edito da Deagostini è un silent book di cui vi ho già parlato qui: click, un libro per bambini ma che tocca le corde anche dei grandi per la voglia di meravigliarsi nelle piccole cose e nei gesti quotidiani. Il principe crudele, di Holly Black edito da Mondadori è un omaggio sempre  della casa editrice per la partecipazione al Blogtour e al Review Party di cui vi ho parlato qui: click e click. Sei ancora qui, di Daniel Waters edito da Sperling & Kupfer, sempre omaggio della casa editrice è una storia di cui vi ho parlato qui: click.



Assassin's Creed Odyssey di Gordon Doherty, sempre omaggio della casa editrice Sperling & Kupfer è per la partecipazione al Blogtour di cui vi ho parlato qui click con un test divertente sulle divinità che si nascondono nel vostro animo. Il piccolo libro della gentilezza, di Geronimo Stilton edito da Piemme è un libricino di poche pagine, all'incirca una cinquantina che partecipa alla settimana della gentilezza. 

Ora sono curiosa di conoscere invece la vostra buca delle lettere, le novità arrivate nelle vostre case o nei vostri kindle e se avete letto o meno questi titoli. 

giovedì 18 ottobre 2018

Samhain, cosa stiamo aspettando.


Che ne dici di fermarti ad ascoltare la voce di Ecate mentre ti invita a lasciarti andare nel buio? Che ne dici di fermarti a riflettere sul silenzio che hai intorno e sull'attesa di ciò che sta arrivando? Sta per giungere l'ora del raccogliersi interiormente, del lasciare andare ciò che non serve più e accogliere quello che è più importante. Sta per giungere Samhain e il velo si assottiglia sempre più...(Il mondo di sopra)

Buongiorno lettori, la ruota dell'anno continua a girare e anche quest'anno stiamo per raggiungere Samhain, la notte degli spiriti, la notte più discussa al mondo. Nonostante in Italia in molti paesi ci sia stata l'usanza fino agli anni cinquanta - sessanta di continuare a festeggiare questa festa, per la maggior parte degli italiani e della chiesa tuttavia ne rimane una festa associata al diavolo e ai satanisti, una festa da distruggere e demonizzare. 

Samhain in realtà non è altro che una festa dove ci si raccoglie per attendere il buio, l'oscurità della natura e festeggiare l'arrivo del nuovo anno. 

In questa notte il velo tra il nostro mondo e quello degli spiriti si assottiglia sempre più, dando a entrambi la possibilità di comunicare, di ricevere messaggi e di sbirciare in maniera approfondita il futuro con l'utilizzo di strumenti di divinazione. 



Onorare gli antenati e i defunti dona la possibilità agli spiriti di esser ringraziati e di trovare serenità lungo il loro cammino, ma visto la loro particolare attività ed energia in questa notte è sempre meglio non disturbarli utilizzando tavole o rituali, ma di attendere con tranquillità i loro messaggi, anche nei sogni. 

Visto l'inizio del nuovo anno, la festa è incentrata sul lasciare andare, sul capire che il passato ha bisogno di rimanere chiuso dietro quella porta e lasciar scivolare tutto ciò che può disturbare in maniera negativa la nostra anima. La morte è la fine di tutto, eppure è comunque un nuovo inizio, un viaggio che ci porta alla consapevolezza di una nuova maturità intrapresa e riflettere su ciò che l'esperienza passata ci ha donato. 

Nella notte di Samhain è possibile seppellire delle mele rosse come cibo per defunti, accendere candele bianche alle finestre per illuminare il loro cammino, bruciare della salvia per purificare l'ambiente, utilizzare tarocchi per la divinazione e leggerne i messaggi, cenare in silenzio, meditare sull'anno passato, onorare gli spiriti intagliando una zucca. 



mercoledì 17 ottobre 2018

Io sto con Vanessa, Kerascoet - Recensione -



Ci sono romanzi che spesso non hanno bisogno di parole e Io sto con Vanessa parole non ne ha, eppure sembra urlare ad ogni immagine.
Io sto con Vanessa, quando la gentilezza fa la rivoluzione è un libro adatto a partire da sei anni di età e dai tre anni se accompagnati dalla lettura con mamma e papà.


io sto con vanessa

Kerascoet

Editore: DeAgostini
Prezzo: 12,90€
Pagine: 40

Trama: Ispirato a una storia vera, un libro più potente di qualsiasi discorso anti-bullismo. La piccola Vanessa, una nuova studentessa timida e riservata, diventa vittima di un bullo dopo la scuola e corre a casa in lacrime. Un’altra bambina la vede e si preoccupa così tanto da dirlo agli altri compagni. La testimone resta sveglia tutta la notte, in pensiero per l’amica, e al mattino ha un’idea: andrà a prendere Vanessa e l’accompagnerà a scuola. Sulla via, le due sono raggiunte da un altro bambino, poi da un altro e da un altro ancora. Poco a poco un corteo di bimbi sorridenti affianca Vanessa e la scorta fino in classe, mentre il bullo si allontana imbarazzato. Un originalissimo silent book che sa parlare con estrema dolcezza ed efficacia, svelandoci l’importanza dei piccoli gesti quotidiani capaci di contrastare l’ipocrisia e la più becera indifferenza. Libro dell’anno per «Publishers Weekly».

Nonostante il libro sia di poche pagine il messaggio che riporta si sente forte e chiaro e insegna a grandi e piccini il potere di un piccolo gesto che, come una piccola luce, riesce a combattere il buio.

Io sto con Vanessa è ispirato ad una storia vera e in silenzio racconta la storia di una bambina vittima del bullismo.
Vanessa è quella bambina che c'è rimasta dentro, timida, a volte goffa e buffa nei modi e chiusa in se stessa perché a volte il mondo è troppo grande; Vanessa ha tanto da dare eppure non riesce quasi a esprimersi, a raccontarsi e questa debolezza così ingenua viene presa di mira da un bullo a scuola, diventando così Vanessa la vittima.

Io sto con Vanessa è una storia vera, ma non ne racchiude solo una; Io sto con Vanessa è la storia che racconta tutte le storie, è la storia di una bambina che aveva paura, che si sentiva sola e che nel buio ha trovato una, due, venti, cento mani pronte a sollevarla e a sconfiggere quel bullo, quella cattiveria pronta a farle male.

Io sto con Vanessa è un libro di cui si amano i dettagli, è un libro silenzioso che urla alla voce del cuore e che ogni colore, ogni tratto si percorrono con le dita per memorizzarlo meglio.

Non essere vittima di bullismo in silenzio. Non permettere che facciano di te una vittima. Non accettare la definizione di nessuno sulla tua vita, definisci te stesso (Harvey Fierstein)

martedì 16 ottobre 2018

Wanted Pirates, Calico Jack Blogtour


Buongiorno lettori, appoggiate i bicchieri di rum sul tavolo e tra urla e rumori di spade battenti veniamo alla tappa di oggi del Blogtour sul nuovo romanzo di Sabrina Pennacchio!



- Calico Jack★ ᴄᴀᴘɪᴛᴀɴᴏ ᴅᴇʟʟᴀ ɴᴀᴠᴇ "ᴛᴇᴍᴘᴇsᴛᴀ ᴅᴇɪ ᴍᴀʀɪ"; ᴍᴏʟᴛɪ ᴘᴏᴘᴏʟᴀɴɪ ᴄʀᴇᴅᴏɴᴏ ᴄʜᴇ ʟᴜɪ sɪᴀ ɪʟ ғɪɢʟɪᴏ ᴅᴇʟ ᴘʀᴇᴄᴇᴅᴇɴᴛᴇ ᴄᴀʟɪᴄᴏ ᴊᴀᴄᴋ, ᴜᴄᴄɪsᴏ ɪɴ ɢɪᴀᴍᴀɪᴄᴀ ɴᴇʟ 1827 ɪɴsɪᴇᴍᴇ ᴀ ᴛᴜᴛᴛᴀ ʟᴀ sᴜᴀ ᴄɪᴜʀᴍᴀ, ᴘᴏᴄʜɪ sᴏᴘʀᴀᴠᴠɪssᴜᴛɪ ᴀ ᴘᴀʀᴛᴇ; ᴀʟᴛʀɪ ɪɴᴠᴇᴄᴇ, ᴄʀᴇᴅᴏɴᴏ ᴄʜᴇ ᴇɢʟɪ sɪᴀ ᴛᴏʀɴᴀᴛᴏ ᴅᴀʟ ᴍᴏɴᴅᴏ ᴅᴇɪ ᴍᴏʀᴛɪ ɢʀᴀᴢɪᴇ ᴀᴅ ᴜɴ ᴘᴀᴛᴛᴏ ᴄᴏʟ ᴅᴇᴍᴏɴɪᴏ. ʀᴀᴘɪsᴄᴇ ʟᴀ ғɪɢʟɪᴀ ᴅᴇʟ ɢᴇɴᴇʀᴀʟᴇ sᴜʀᴄᴏᴜғ ᴘᴇʀ ᴏᴛᴛᴇɴᴇʀᴇ ʟᴀ ᴄᴀɴᴄᴇʟʟᴀᴢɪᴏɴᴇ ᴅᴇʟʟᴀ ᴛᴀɢʟɪᴀ sᴜʟʟᴀ sᴜᴀ ᴛᴇsᴛᴀ. ᴀᴍᴀ ʟᴀ ʙɪʀʀᴀ ᴇ ʟᴇ ʙᴇʟʟᴇ ᴅᴏɴɴᴇ. ᴀɴᴛᴀɢᴏɴɪsᴛᴀ/ᴘʀᴏᴛᴀɢᴏɴɪsᴛᴀ ᴅᴇʟ ʟɪʙʀᴏ: ᴀᴛ ᴡᴏʀʟᴅ's ᴇɴᴅ: ᴡᴀɴᴛᴇᴅ ᴘɪʀᴀᴛᴇs. 


Vivi una vita felice… oppure vieni via con me.




- Marina Charlotte Surcouf★ ғɪɢʟɪᴀ ᴅᴇʟ ɢᴇɴᴇʀᴀʟᴇ ᴅᴇʟʟᴀ ᴍᴀʀɪɴᴀ ʙʀɪᴛᴀɴɴɪᴄᴀ; ʜᴀ ᴜɴ ᴄᴀʀᴀᴛᴛᴇʀᴇ ᴀʟʟᴇɢʀᴏ ᴇ ᴅᴇɪ ᴍᴏᴅɪ ᴇʟᴇɢᴀɴᴛɪ, ᴅᴇɢɴɪ ᴅɪ ᴜɴᴀ sɪɢɴᴏʀɪɴᴀ ᴅᴇʟ sᴜᴏ ʀᴀɴɢᴏ. ᴅɪ ɴᴀᴛᴜʀᴀ ᴛʀᴇᴍᴇɴᴅᴀᴍᴇɴᴛᴇ ᴄᴜʀɪᴏsᴀ, sɪ ʀɪᴛʀᴏᴠᴇʀà ᴀ sᴄᴏᴘʀɪʀᴇ ᴄʜᴇ ɪ ᴘɪʀᴀᴛɪ ɴᴏɴ sᴏɴᴏ ᴄᴏsì ᴀғғᴀsᴄɪɴᴀɴᴛɪ ᴄᴏᴍᴇ ᴄʀᴇᴅᴇᴠᴀ ᴀ ᴄᴀᴜsᴀ ᴅᴇʟʟᴇ sᴛᴏʀɪᴇ ɴᴇɪ sᴜᴏɪ ʟɪʙʀɪ. sᴀ sᴜᴏɴᴀʀᴇ ɪʟ ᴘɪᴀɴᴏ ᴇᴅ è ᴀɴᴄʜᴇ ʙʀᴀᴠᴀ ᴀ ᴄᴀɴᴛᴀʀᴇ, ᴛᴜᴛᴛᴇ ᴅᴏᴛɪ ᴀᴘᴘʀᴇsᴇ ɪɴ ᴀɴɴɪ ᴅɪ ɪɴsᴇɢɴᴀᴍᴇɴᴛɪ ᴘʀɪᴠᴀᴛɪ ᴇ sᴛᴜᴅɪ ᴇsᴛᴇʀɪ. ᴘʀᴏᴛᴀɢᴏɴɪsᴛᴀ ғᴇᴍᴍɪɴɪʟᴇ ᴅᴇʟ ʟɪʙʀᴏ: ᴀᴛ ᴡᴏʀʟᴅ's ᴇɴᴅ: ᴡᴀɴᴛᴇᴅ ᴘɪʀᴀᴛᴇs.
Non sapeva cosa volesse dire “amare qualcuno” in quel modo ma era sicura che se l’amore fosse stato anche solo un po’ vicino a quel che lei provava per lui, allora amarlo sarebbe stato semplice e meraviglioso.





- Jean Read★ ᴘʀᴏᴍᴇssᴏ sᴘᴏsᴏ ᴅɪ ᴍᴀʀɪɴᴀ ᴄʜᴀʀʟᴏᴛᴛᴇ; ᴄᴏɴᴏsᴄᴇ ʟᴀ ʀᴀɢᴀᴢᴢᴀ sɪɴ ᴅᴀʟʟ’ɪɴғᴀɴᴢɪᴀ ᴇᴅ è ᴄʀᴇsᴄɪᴜᴛᴏ ᴄᴏɴ ʟᴇɪ ᴄᴏᴍᴇ ғᴏssᴇʀᴏ ғʀᴀᴛᴇʟʟɪ. ɪʟ ᴍɪʟɪᴛᴀʀᴇ ᴘᴇʀғᴇᴛᴛᴏ: sᴇʀɪᴏ, ᴅᴇᴅɪᴛᴏ ᴀʟ ʟᴀᴠᴏʀᴏ ᴇ ʙʀᴀᴠᴏ ᴀ ᴄᴏᴍᴀɴᴅᴀʀᴇ ʟᴀ ᴛʀᴜᴘᴘᴀ ᴅᴇʟʟᴀ ᴍᴀʀɪɴᴀ ᴍɪʟɪᴛᴀʀᴇ, ᴅᴇʟ ǫᴜᴀʟᴇ ɴᴇ è ɪʟ ᴄᴏᴍᴀɴᴅᴀɴᴛᴇ. ᴀɴᴄʜᴇ ǫᴜᴀɴᴅᴏ sɪ ᴜʙʀɪᴀᴄᴀ ɴᴏɴ ᴘᴇʀᴅᴇ ᴍᴀɪ ɪʟ ᴄᴏɴᴛʀᴏʟʟᴏ. ᴄᴏ-ᴘʀᴏᴛᴀɢᴏɴɪsᴛᴀ ᴅᴇʟ ʟɪʙʀᴏ: ᴀᴛ ᴡᴏʀʟᴅ's ᴇɴᴅ: ᴡᴀɴᴛᴇᴅ ᴘɪʀᴀᴛᴇs.










PARTECIPA AL GIVEAWAY E VINCI L'EBOOK!

Vinci una copia E-book di questo straordinario romanzo. Poche semplici regole:

- Diventa lettore fisso di ogni blog che pubblica la tappa (attenzione controlliamo)

- Metti mi piace alla pagina dell'autore click qui 

- Condividi l'articolo pubblicamente 

- Rispondi nei commenti alla domanda posta alla fine dell'articolo 

- Lascia tra i commenti email dove contattarti in caso di vincita e link condivisione

DOMANDA A CUI RISPONDERE:

Tra romanzi classici o contemporanei c'è una storia di pirati che ti ha sempre affascinato? 


Lo spirito e l'isola, Simone Giudici - Segnalazione -




lo spirito e l'isola

Simone Giudici

Editore: Amazon KDP
Prezzo: 2,99€ ebook, 9,90€ cartaceo
Pagine: 398

Acquista qui: click

Trama: Chestertown, Maryland, 1889. Ernest Christian Reiche, bizzarro inventore di origini tedesche, costruisce la prima tavola Ouija della storia, allo scopo di dare il via ad una lucrosa attività commerciale. Quando però la proverà per la prima volta, ne verrà lui stesso terrorizzato. Isola di Marettimo, estate 1989. La giovane Annele Morris manda avanti da sola la pensione “Stella Marina”, aperta anni prima dalla mamma e dal nonno, morti misteriosamente quindici anni prima. La notte di San Lorenzo Annele acquista da un misterioso individuo una vecchia tavola Ouija e grazie al fortuito ritrovamento del prezioso diario di guerra del nonno Alfred , riuscirà finalmente a svelare il mistero che avvolge da tempo la sua famiglia e liberare la magia che si cela da più di un secolo nella tavola Ouija. Da Monterey a Baltimora, attraverso l’infernale deserto del Marocco, fino alla magica Isola di Marettimo: questo libro vi terrà incollati alle sue pagine fino all'imprevedibile e sconvolgente rivelazione finale.

Un gran libro, qua e là colorato di spiritismo e magia

Un romanzo particolare, sin dal principio

Appassionante, scorrevole e coinvolgente



Il romanzo d'esordio di Simone Giudici, "Lo spirito e l'isola" è l'ultima, umile, nuova aggiunta a quella grande tradizione di letteratura thriller e horror che ha visto come capofila autori immortali quali Stephen King e H.P. Lovecraft, perenne fonte di ispirazione coi loro libri.

martedì 9 ottobre 2018

Fuoco invisibile, Javier Sierra - Recensione -

Buongiorno lettori e finalmente abbiamo superato il lunedì. Questa sarà una settimana di recensioni intensa, dove la carrellata di novità da leggere è stata tanta con per la maggior parte ottimi risultati. Oggi per iniziare in bellezza voglio parlarvi di Fuoco Invisibile, Javier Sierra edito da DeA Planeta.


fuoco invisibile

Javier Sierra

Editore: DeA Planeta
Prezzo: 18,00€
Pagine: 523

Trama: Al Trinity College di Dublino, il giovane e brillante «esperto di parole» David Salas ha appena finito il dottorato. Non ha programmi per l’estate, deve sgombrare l’ufficio dalle carte accumulate in lunghi anni di studio e, come se non bastasse, non vede di buon occhio le prossime nozze della madre con l’insulso fidanzato, di molti anni più giovane. Così, quando la sua responsabile gli propone di partire alla volta di Madrid in cerca di uno dei testi più rari e preziosi del Siglo de Oro, David accetta al volo l’occasione di cambiare aria e tornare nella terra dei suoi avi. Ma appena arrivato a Madrid si ritrova risucchiato nell’orbita dapprima di Paula, affascinante storica dell’arte, e poi di Victoria, vecchia amica di famiglia che dietro la facciata di rispettata scrittrice coltiva arcane e pericolose passioni. Ben presto, quello che per David doveva essere un incrocio tra una vacanza e una spedizione di lavoro si trasforma in un’incredibile e rischiosa avventura fra pregiate collezioni d’arte, misteriose scritte scolpite nella pietra e chiese romaniche sperdute nei Pirenei. Sarà un’indagine senza esclusione di colpi quella che porterà David a far luce sulla morte di un allievo di Victoria. E, forse, ad apprendere la verità sulla sorte del padre, scomparso molti anni prima in circostanze mai chiarite.

Finita la lettura di questo romanzo, in realtà ho cominciato ad aver dei dubbi su in che genere catalogarlo. Da una parte mi sono trovata con la sensazione di leggere un thriller, uno di quelli psicologici dove i protagonisti ti catturano mentalmente, dall'altra ho avuto la sensazione di trovarmi quasi di fronte ad un antico saggio esoterico per i minuziosi e accattivanti dettagli che l'autore inserisce.

Fuoco invisibile di Javier Sierra inizia portandoci a Dublino, di fronte ad un giovane professore intento nel suo ultimo giorno accademico. David Salas, il nostro protagonista, ultimamente si ritrova in bilico in un periodo dove l'apatia, la mancanza di adrenalina e il matrimonio della madre secondo lui sbagliato, lo portano a non sentirsi più vivo, ma in una sorta di continua e arrancante sopravvivenza; tuttavia le cose cambiano quando a David viene proposto un viaggio per una missione: un testo raro e prezioso a Madrid. David accetta la missione senza remore, sente il bisogno a pelle di cambiare aria e chissà che quel viaggio non lo aiuti a perdonare il proprio passato e se stesso.

Eppure quando l'universo decide di giocare, lo fa sempre in un modo tutto suo e Javier Sierra sembra marchiare a fuoco questa frase nel romanzo, in quanto per David già l'arrivo a Madrid cambierà le carte in tavola, nonostante la missione sembrasse molto semplice.
Quello che sembrava essere un semplice ritrovamento di un libro ormai raro, diventa una sorta di thriller quando David in una discussione accesa sul santo Graal scopre della morte di una persona cara a quel gruppo di intellettuali.

Dal ritrovamento del libro all'investigare sulla morte il passo è breve e David si troverà a dover risolvere il caso su quella morte e allo stesso tempo riaprire una porta del passato che pensava già chiusa.

Fuoco invisibile sembra seguire le orme di Angeli e Demoni e de Il codice da Vinci di Dan Brown lanciandoci in intrighi e voglia di conoscere sempre più affondo non solo la storia, ma gli stessi personaggi.
A livello di protagonisti e personaggi secondari, Javier Sierra colloca due importanti figure femminili che portano il protagonista in una sorta di percorso formativo e in una continua evoluzione caratteriale.
Anche gli stessi dialoghi inseriti tra i protagonisti e i vari personaggi ne invogliano la lettura e la voglia di continuare a sapere come andrà il tutto avanti.

Interessante come anche il mito del Santo Graal venga inserito dall'autore in un contesto particolare ricavandone caratteristiche e delucidazioni diverse rispetto alla classica storia.

Javier Sierra con un ritmo accattivante e sempre in crescendo crea una storia incalzante pronta a rapire anche la mente più razionale. Il fiato sospeso, l'adrenalina che corre da metà del libro porta il lettore a sentirsi sempre più coinvolto e a non distogliere mai l'attenzione dalla lettura


lunedì 8 ottobre 2018

Mademoiselle Coco e il profumo dell'amore, Michelle Marly - Review party -




MADEMOISELLE COCO 

E IL PROFUMO DELL'AMORE


Michelle Marly 

Editore: Giunti 
Prezzo: 14,90€
Pagine: 432

Trama: Parigi, 1919: a trentasei anni Coco Chanel è già un'icona di stile, simbolo di una donna moderna, libera di esprimere la propria sensualità anche indossando i pantaloni. Eppure le sue umili origini continuano a perseguitarla, tanto che il grande amore della sua vita, l'aristocratico inglese Boy Capel, anche se l'adora non rinuncia a un matrimonio di interesse. Quando Boy muore in un tragico incidente, Coco sprofonda nella depressione finché, durante un viaggio a Venezia, scopre un profumo unico, il più inebriante che abbia mai sentito: un'essenza realizzata per la famiglia degli zar, ormai introvabile dopo la rivoluzione bolscevica. Coco non ha dubbi: è questa l'eau de l'amour che desidera ricreare in ricordo del suo innamorato. Un sogno destinato a diventare realtà, una leggenda intramontabile che diverrà il profumo più esclusivo e desiderato di ogni tempo, Chanel n°5

Il personaggio del romanzo, come avrete sicuramente capito, è la leggendaria Coco Chanel: Coco è nel periodo del suo apice, ha raggiunto e consolidato un gran successo, le dame dell'alta società fanno a gara per farsi vestire da lei; proprio da lei che è stata un'orfanella abbandonata in un convento, figlia di un'umile lavandaia e di un venditore ambulante. 

Nonostante sia una donna indipendente e di successo, Coco soffre perché il suo grande amore, Boy Chapel, rinuncia a sposarla proprio per via delle sue umili origini. Quando Boy muore tragicamente in un incidente d'auto, Coco si abbandona alla disperazione, ma è troppo intelligente per lasciarsi sopraffare dal dolore. La sua amica Misia, pianista di origine polacca fa di tutto affinché Coco torni ad essere la donna forte ed emancipata che è sempre stata, e la invita a trascorrere del tempo assieme a lei e a suo marito a Venezia. 

Proprio nella magica Venezia Coco conosce un impresario russo, il quale le porge un fazzoletto impregnato di un profumo sublime e misterioso: è un'essenza ormai introvabile realizzata per la famiglia degli Zar. Coco ha un'illuminazione: è questa la fragranza che vuole ricreare in onore del suo grande amore Boy, un'essenza che vuole proporre per un pubblico selezionato, per le sue affezionate clienti. 

Non sarà semplice riuscire a ricreare la magia, la sensualità, la magia emanate dal profumo, ma Coco sarà aiutata da Dmitrij Romanov, granduca russo in esilio che la metterà in contatto con un noto profumiere. Vi sembra solo la storia della creazione di un banale profumo? Sbagliato! E' molto più di questo: è la descrizione del genio femminile, del talento e del buon gusto di una donna che è riuscita a farsi strada solo col suo talento e col suo acume. Una donna che in apparenza aveva un destino già segnato: orfana e povera, senza praticamente più nessuno al mondo

Gabrielle "Coco" Chanel si definisce una semplice sarta, ma riuscirà a diventare una stilista di successo e ad imporre uno stile rivoluzionario per l'epoca: capelli corti, il togliere piuttosto che aggiungere, l'utilizzo prevalentemente di colori come bianco e nero che racchiudono tutto, la semplicità come sinonimo di eleganza

Mi ha molto colpito la Coco Chanel donna prima ancora della Coco imprenditrice: anticonformista, ribelle, spregiudicata senza mai essere volgare. E' una donna che soffre per amore, nonostante sia così libera e indipendente, ed in questo Coco assomiglia a tutte noi. 

Leggendo il libro siamo lì un angolino a soffrire con lei, a essere deluse e impotenti di fronte ad un uomo che la ama ma non la sposa per via delle sue umili origini, siamo li con lei a piangere per la morte del suo grande amore, a sentirci vive con nuove passioni, come quella di Coco per il musicista Stravinskij, sposato con un'altra donna ma pazzo di lei. Siamo sempre lì con Coco che discute con Misia, la sua migliore amica, una donna un po' impicciona ma che le vuole un gran bene, e siamo sempre lì a sognare con lei per la sua storia col granduca Romanov. 
Era ingiusto paragonare Dmitrij a Boy. E aveva paura che non avrebbe amato nessun altro quanto aveva amato Boy. Aveva il terrore di fallire, anche se era il suo stesso corpo a chiedere tenerezza e soddisfazione.
E poi è davvero emozionante assistere alla nascita del profumo più leggendario di tutti i tempi, Chanel n.5! Impareremo come creare profumi sia un'arte, che essere un naso richiede studio, talento e passione. E quando il naso è sopraffatto da troppe essenze basta annusare qualche chicco di caffè. 

Inutile dirvi che il libro mi è piaciuto tantissimo: lo stile evocativo porta il lettore ad immergersi nella Parigi degli anni venti, a respirare quell'aria bohemienne e a seguire con passione la storia di Coco Chanel. 

I personaggi sono ben caratterizzati, sembrano quasi veri per le loro emozioni intense, quasi volessero uscire dalle pagine di carta. Mi è piaciuto moltissimo il personaggio di Misia: è quell'amica saggia che tutte noi vorremmo avere, a volte un po' invadente, ma è l'amica che si preoccupa per noi, quella che possiamo non sentire per mesi ma sappiamo che è sempre lì.  
Nessun uomo ti farà sentire protetta e al sicuro come un cappotto di cachemire e un paio di occhiali neri