martedì 7 marzo 2017

Ancients – Il Grande Freddo. Blogtour.


 Buongiorno Abitanti Lettori del Mondo. Oggi ospito con piacere una tappa del Blogtour-Giveaway del Romanzo di Fantascienza Ancients – Il Grande Freddo di Luigi Viagrande.

Venite a scoprire tanti contenuti originali in anteprima e un libro cartaceo + un ebook del romanzo in premio!


Ancients Il grande freddo

Luigi Viagrande


Prezzo: 15,99€ EBOOK IN OFFERTA A 0,99€
FINO AL 16 MARZO
Pagine: 440
Genere: Fantascienza, Avventura

Trama: In un mondo devastato da un virus letale, Liam Cooper è un ragazzo di appena 27 anni che vive un'esistenza mediocre ma al riparo dal virus all'interno della città-cupola di Nuova Yermo. La sua vita cambierà quando il professor Graham, leader della congrega dei Sapienti, decide di trasferirlo nella prestigiosa Università di Pahrump, luogo dove si formano le menti che, in un futuro ancora distante e incerto, riusciranno a debellare il virus dalla faccia della terra. Per sempre. Qui Liam viene a conoscenza di una inquietante verità; il virus sta rapidamente conducendo il globo verso un tragico epilogo. Il processo non è irreversibile e Liam affronterà un viaggio crudele e pericoloso nell'estremo tentativo di salvare le poche persone ancora in vita. Conoscerà un mondo dominato dalla malvagità e dalla crudeltà dell'uomo e scoprirà che la verità è ancora più agghiacciante di quanto sembri. Fuori c'è ben altro, una realtà più oscura e terribile del virus stesso

ENTRIAMO NELLA TAPPA:

Venite a scoprire con me un estratto che ci è stato concesso, il contenuto originale di oggi:

«Lo so, dottore, tutto questo piace a me meno che a lei, però al comando esigono sottopormi a una perizia psichiatrica. Cosa vuole che le dica… lo fanno tutti dopo essere tornati dalla loro prima missione. Senta, le propongo un patto: lei mi ascolterà in silenzio e io cercherò di non rubarle più tempo del necessario. «Fantastico, allora; le dicevo della prima missione perché è proprio quello di cui voglio parlarle: la mia prima missione. Al comando ritengono che molti crollino la prima volta che si uccide un uomo. Lo chiamano disturbo post-traumatico da stress. Deve sapere che mi sono informato molto e conosco gli effetti che procurava anche ai veterani di guerra, figuriamoci alle reclute. Già, è proprio un figlio di puttana, questo disturbo, e spero di non averlo preso. Ma sa cosa c’è? Non credo proprio. Mi sento bene, dottore, mi sento benone. Vuole una sigaretta? No? Poco male, ce n’è di più per me.» Il soldato tirò fuori dalla giubba militare un pacchetto sgualcito di Winston blu. Lo aprì e prese una sigaretta tra le labbra. Stava già per accenderla quando si fermò. «Deve perdonare i miei modi. Non le dispiace se fumo dottor…» Si avvicinò al dottore e gli sedette accanto. Allungò il collo verso la targhetta sul petto e lesse: «Dottor Makarov.»




Trovate le altre tappe qui:



Per provare a vincere una copia digitale del romanzo:

 a Rafflecopter giveaway 

1 commento:

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.