Di notte scribacchio cose e mi chiamano Autrice

mercoledì 20 gennaio 2021

Seduta davanti a questo computer, mi rendo conto che le parole sono diventate qualcosa di importante, la mia valvola di sfogo, da quando la scrittura mi ha aiutato a cambiare ciò che ho dentro. Sembrano normali parole, eppure riga dopo riga, sento dentro di me il cambiamento: ciò che è distruttivo, diventa costruttivo. Ciò che poteva farmi male, adesso mi fa stare bene. So che quello che ti sto scrivendo, può sembrarti la solita morale di quanto sia importante accettare ciò che ci succede e trovare il modo per cambiarlo, ma alla fine, solo con il dark fantasy ho capito come vomitare fuori tutto ciò che ho dentro. Affronto l’abisso per quello che è per me, faccia a faccia gli sorrido e lo accolgo. 

Cerco di creare una determinata storia che mi dia la possibilità di parlare per tutte le volte che mi hanno detto che non potevo farlo, che mi hanno detto di star zitta o che tanto non serviva a nulla. 

Credo che solo una cosa renda impossibile la realizzazione di un sogno, la paura di fallire. Paulo Coelho

Forse sbaglierò pure a scrivere queste storie così cupe e a volte non poi così commerciali, forse non saranno romanzi da leggere nemmeno per tutti i lettori al mondo e forse mi leggeranno pure in pochi, ma ho trovato la mia opportunità nel mondo e la sto cogliendo. 

Le mie storie non offrono al lettore un lieto fine, non offrono quel senso di aver letto una storia piacevole. 

Ciò che scrivo spesso può disturbare, creare una sorta di amarezza e inquietudine nel proprio animo, a volte insinuare pure qualche dubbio sulla propria spiritualità, ma spero che aiutino chi le legga a trasformare ciò che hanno dentro e a vedere il buio in maniera diversa, come un qualcosa che ti avvolge e non che ti distrugge. 

Ho sempre avuto paura di sbagliare. 

Non ho mai pubblicato ciò che scrivevo per paura di essere giudicata forse troppo strana o di commettere errori in qualche modo, ma paura alla fine di cosa? Non esistono formule magiche per allontanare le paure, non esistono frasi per attrarre chi legge a trovare sempre piacevole una storia, esiste solo la consapevolezza di essere ciò che siamo e di accettare che alcune storie debbano essere raccontate, anche se non hanno un lieto fine o a volte quel lieto fine non sempre arriva come lo aspettavamo.


Se ti va, prova a guardare nel buio e leggi di me e ciò che scrivo! Trovi le mie pubblicazioni su Amazon e nelle migliori librerie.


Hai mai pensato di provare a guardare oltre ciò che riesci a vedere? Guarda oltre ciò che vedi, manuale sull'arte dei tarocchi e sul loro utilizzo, ti aiuta a scoprire il significato di ogni singola carta e ti indica come realizzare alcuni schemi e stese per individuare il futuro e alzare quel velo tanto misterioso. Una piccola raccolta di spiegazioni ed esercizi in cui potrai trovare il significato più semplice e approfondire la comprensione di figure tanto simboliche quanto ricche di dettagli.







Tra i picchi delle più alte montagne, punto d'incontro di Umani e Dei crudeli, c'è un luogo maledetto dove il buio quasi diventa suono, assordante e oscuro. Con la luce del sole però torna a essere Borgo Opaco: un villaggio unico, malinconico e ridente, dove culti e i riti di ogni epoca e provenienza convivono in serenità. Tra i suoi abitanti troviamo Moon, un'adolescente che professa l'Antica Religione. Moon ha perso i genitori e vive con Nymphe, sua nonna: una strega che, per malattia o sortilegio, non ha più la facoltà di esprimersi in maniera lucida e coerente. Tra rabbia e dolore, sacrifici umani e ricerca del proprio destino, Moon si troverà di fronte a due sentieri e dovrà compiere la sua scelta: potrà riempirsi di oscurità o sacrificarsi per la salvezza. Due incontri segneranno il suo percorso: quello con Metelaine, all'apparenza una ragazza come lei ma forse non umana, e quello con Provenza, la ninfa immortale preda della morte. Crescere è sempre scegliere, ma cosa deciderà Moon? E chi ne pagherà il prezzo?


Doveva toccarli.
Doveva vederli.
Doveva entrare in acqua.
Il delicato equilibrio di Borgo Opaco, tra umani e Dei crudeli, è stato infranto e, in completa solitudine, Moon trascorre la sua monotona quotidianità. La sua giornata viene però interrotta da una scoperta strana e terrificante, ma allo stesso tempo magnifica. Chi è la creatura che si nasconde in quell'abisso?

Racconto brevissimo legato alla dilogia Al di là di Borgo Opaco per riscoprire ancora il freddo perenne delle Montagne dei Dimenticati e l'amarezza di una Moon persa nel buio. Attenzione: i fatti di questo racconto brevissimo si collocano circa un anno dopo quelli raccontati nel primo romanzo della dilogia Al di là di Borgo Opaco. Per comprenderne la storia è quindi necessario aver letto il volume precedente.
Borgo Opaco non ha più l'aspetto bizzarro e fiducioso a cui eravamo abituati. La scelta di Moon ha rotto un delicato equilibrio e quel luogo, a metà strada tra il mondo degli uomini e quello degli dei, ha perso l'innocenza e conosciuto la morte. Neanche Metelaine è più come ricordavamo: la giovane strega tutta boccoli e buone maniere è fiaccata da una vita spesa al confine con l'Oltretomba. Tutti i giorni, Metelaine fa i conti con le conseguenze delle azioni di Moon, spegnendosi una sepoltura dopo l'altra, un errore dopo l'altro. Osiride però rimescola le carte in tavola con una proposta, perché esiste una via per riparare tutto ciò che si è rotto: Metelaine deve partire alla ricerca di un oggetto segreto e dal potere divino. Questa volta sarà lei a dover compiere una scelta, mettendo tutto in discussione, anche sé stessa. Da Valle Eterea alle Montagne dei Dimenticati per poi scendere nell’Oltretomba, Metelaine affronterà un cammino di vendetta e redenzione per poter pagare il prezzo delle scelte altrui, ma anche delle proprie.


C’era una volta un gigantesco castello tra le nuvole e una bambina che sognava di diventare una fata… forse iniziavano così le favole di una volta, ma in questa raccolta di storie per bambine e bambini, saranno soltanto gli animali a parlare, portando a scoprire tanti piccoli insegnamenti da poter utilizzare nella vita reale! Grazie alla lettura di questa raccolta potrai imparare a:
-Accettare te stesso senza sentire la necessità di diventare qualcun altro e gli altri per quello che sono.
-A non aver paura del buio
-Ad essere gentile con chiunque
-Ad aiutare e a chiedere aiuto senza sentirsi troppo piccoli
-A scoprire che non esiste un amico diverso, ma soltanto un amico!
Gli animali incontrati ti insegneranno lezioni di vita importanti con una scrittura semplice e tante illustrazioni colorate!
Storie lunghe un abbraccio pubblicato da Cordero Edizioni




Giappone, età feudale. Yamauba è divenuta mamma di uno splendido bambino. Il marito, stanco di quella donna che ormai ha trovato nel figlio il fulcro dell’esistenza, escogita con sua madre un piano per liberarsene: spingerla al suicidio, facendole credere di aver avvelenato il piccolo con il proprio latte. Così avviene e Yamauba, additata come strega e aggredita dagli abitanti del villaggio, è costretta a rifugiarsi in una caverna sui vicini monti. Convinta di aver ucciso il figlio decide di lasciarsi morire ma, per volere degli Dei, Yamauba sopravvive scivolando nella follia. Tra foreste cupe e distese innevate, la sua unica compagnia saranno gli Yōkai: spiriti crudeli e pericolosi, votati all’inganno. Guidata da uno di essi, Yamauba cederà ai peggiori istinti, nutrendosi di carne umana e accettando di perdere l’anima.
Il vuoto di Yamauba, pubblicato da Press & Archeos










Commenta il post
Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.