giovedì 3 settembre 2015

#1 Appuntamento con la strega: Il mortaio e le erbe




Buongiorno amici de Il mondo di sopra,
questa mattina mi son svegliata con la voglia di aprire vecchi libri sulla stregoneria, e mentre giravo tra le pagine ormai ingiallite dal tempo, un idea ha illuminato la mia mente.. perchè non creare una rubrica magica? Ed ecco quindi che nasce APPUNTAMENTO CON LA STREGA.

Una piccola rubrica magica, dove vi parlerò degli strumenti, dei rituali, delle celebrazioni.. una rubrica dove la magia non è quella di Harry Potter con la bacchetta, ma è la magia quotidiana di una strega che ne fa uso nel tempo di oggi.

E come non potevo iniziare se non con lo strumento che forse utilizzo di più quotidianamente? IL MORTAIO!


Questo mortaio mi è stato regalato da mia nonna tantissimi anni fa, ha ormai forse un secolo (no un secolo no sto esagerando), ma mia nonna lo prese con sè da giovane donna sposata, quando lo trovò al mercato.

E' un mortaio di legno pesante, come si usava farli una volta con un pestello anch'esso pesante.

Il mortaio si utilizza (e qui cito wikipedia) per pestare, ridurre in polvere e mescolare sostanze solide. Si tratta essenzialmente di un recipiente, dal fondo tondeggiante, in legno duro o metallo (raramente in pietra, marmo o porcellana) nel quale vengono poste le sostanze, che vengono poi triturate dall'azione di un pestello, una corta mazzetta costituita da un'impugnatura e da una estremità più larga e pesante.

SI pigliano l' herbe in quantità e, peste in mortaio di legno o di pietra, si mettono in un vaso grande (...) Tratto da Magia delle erbe

Ebbene si, quando parliamo di attività magiche il mortaio è lo strumento che serve per lavorare con ingredienti come erbe e resine.

Raccogliete la quantità di erbe che vi serve per il "lavoro" magico che dovete svolgere, io preferisco caricare le erbe mentre le pesto con il mortaio.

Piccola parentesi: Cosa significa caricare? Caricare è infondere in loro le proprietà che desideriamo, donarle della nostra volontà e lavorare, portandogli comunque rispetto.

Imponete le mani finchè non percepite l'energia delle erbe (un calore nei palmi, un formicolio) e senza perdere la concentrazione sul vostro obbiettivo dosate le erbe da utilizzare nel mortaio.

Ci sono due modi per pestare le erbe:


  • in senso orario: per attrarre qualcosa a noi, lavorare sul positivo
  • in senso anti-orario: per allontanare qualcosa da noi, lavorare sul negativo per portarlo in positivo

E da qui le erbe vanno pestate a vostra scelta.

Per diffondere nell'aria il proposito magico, il composto realizzato con il mortaio deve essere bruciato sul carboncino.
Per avere un prezioso amuleto basta portare le erbe anche in un semplicissimo sacchettino
Per gli incantesimi di lunga durata il composto deve essere in polvere e realizzato per talismani.

4 commenti:

  1. Bellissimo il tuo mortaio! *O* io non ne ho ancora uno mio, non l'ho trovato come lo vorrei, per cui aspetto, sperando che arrivi molto presto!

    RispondiElimina
  2. Arriverà vedrai.. gli strumenti arrivano quando ne abbiamo davvero bisogno.

    RispondiElimina
  3. Il mio è di marmo nero, ma il tuo è proprio bello ♥

    RispondiElimina
  4. io ne possiedo due uno l'ho acquistato io stessa e un altro eras di mia zia ho pestato parecchie erbe al suo interno e il profumo che rilasciano e fantastico *_*

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.