mercoledì 28 marzo 2018

Oggi ti porto tra le pagine di...



Vittoria Agostinelli parla di coraggio, paura e amore in una storia ambientata in un futuro non troppo lontano.


i figli della follia 

Vittoria Agostinelli 

Editore: GDS
Prezzo: 2,99€ ebook / 17,90€ cartaceo
Pagine: 368
Genere: Fantasy

Trama: Anno 2048. La Terra sembra essere stata catapultata indietro di centinaia d'anni, a causa di una devastante guerra di proporzioni mondiali. I 'Figli della follia' sono persone che possiedono poteri soprannaturali, a causa di un'alterazione del DNA provocata dalla guerra. Sull'Europa si affaccia la minaccia di Gabriel Lefèvre, un Figlio della follia vampiro che ha l'obiettivo di assoggettare tutte le nazioni e creare un mondo dominato dai Figli della follia; egli rapisce Demian, un giovane ma potentissimo Figlio della follia che ha il potere di dominare gli elementi, con l'intenzione di usarlo per i propri scopi. Sua sorella Vèra si mette in viaggio per ritrovarlo, insieme a una squadra di soldati guidata da Aaron Eyewolf, un soldato dalle capacità straordinarie con un passato doloroso alle spalle. Dall'Italia alla Francia, in un futuro che non vi aspettereste, un'avventura che avrà dei risvolti color sangue. Una storia di coraggio, paura e diverse forme d'amore, che non manca di fare una piccola grande critica alla società di oggi.


Qualche riga sull'autore: Vittoria Agostinelli è nata a Roma nel 1991 e attualmente vive in provincia con il marito. Dopo essersi diplomata col massimo dei voti in grafica pubblicitaria, ha intrapreso un percorso universitario incentrato sugli studi storico artistici. Ama la lettura e la scrittura sin da quando era bambina e questo l’ha portata ad aprire un canale You Tube dedicato ai libri, “Che libro mi (s)consigli??”, oltre a un altro dedicato alle ricette di cucina: “Le dolcezze di Viky”. “I figli della follia” è il suo romanzo d’esordio, una storia che aveva in mente sin dalla scuola superiore e alla quale è riuscita, infine, a dare forma concreta.





mosaico, una storia veneziana

Marco De Luca


Prezzo: 1,99€ ebook / 10,40€ cartaceo
Pagine: 270

Trama: Anno Domini 1583. Venezia è la città dei Dogi, la regina del Mediterraneo, centro nevralgico di tutti i commerci. Il capitano Iñacio Cortés, avventuriero portoghese, intraprendente e senza scrupoli, cercherà di farsi strada dai bassifondi della città di San Marco fino a raggiungere, forse, i vertici della piramide. Attraversando calli e sottoporteghi, districandosi tra intrighi e inganni, il portoghese verrà catapultato in una Spalato leggendaria, dove su suggerimento di un geniale ebreo, si è deciso di fare della città adriatica un fiorente scalo commerciale per favorire l’amicizia tra Venezia e i Turchi. Iñacio cadrà, si rialzerà e imparerà a proprie spese che nella vita ci sono tre tipi di persone: quelli che stanno fermi, quelli che muovono e quelli che sono mossi. La vera protagonista di Mosaico è però la Serenissima Repubblica, e più ancora gli uomini e le donne che la animano come tessere di un mosaico: uomini di stato, cortigiane deliziose, sicari, avidi mercanti, nobili decaduti, eroi di guerra, corsari rinnegati e cospiratori visionari.


Qualche riga sull'autore: Sono nato a Lecce trentaquattro anni fa, nei mitici anni ’80. Vivo e lavoro a Verona. Dopo il diploma, nel 2002, ho lasciato la mia amata Lecce per iniziare un’avventura che mi ha portato a vestire una divisa. Dopo nove anni nell’Esercito Italiano conditi da esperienze uniche e amicizie indissolubili, adesso vesto la divisa della Polizia di Stato. Sono sposato da quasi sei anni con Giovanna che mi sopporta e mi supporta in tutte le mie scelte. Con noi vive anche Chimico, un meticcio di due anni che mi ha regalato il titolo di “padre di cane”. Mosaico è il mio romanzo d’esordio, spero il primo di una lunga serie.

Chiara si avvicinò nuovamente a Iñacio e gli sorrise. "Venezia è così, fatevelo dire da chi la conosce da sempre. Lo imparerete presto. È come un mosaico dove ogni tessera serve per tenere incollata l’altra. Prese per sé, sono poche le tessere che non siano brutte alla vista, che non sembrino sgradevoli o il cui senso non è chiaro: ma se tutto ricade secondo un disegno, ognuna di loro acquista scopo nel tutto. Cortés, voi siete una tessera, e neppure nobile. Da solo non siete nulla. Ma il ruolo che vi è stato riservato sembra essere uno d’onore; accettatelo e vedrete le grandi fortune che spettano a chi sa stare al proprio posto."

1 commento:

  1. Io sono di Venezia, mi sa che questo libro devo per forza leggerlo :'D
    Se vuoi nel mio blog ho appena pubblicato WWW...WEDNESDAY! Aspetto il tuo!

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.