Babbo Natale fa gli straordinari, Michele D'ignazio - Recensione -

mercoledì 18 novembre 2020

Babbo Natale fa gli straordinari

Michele D'ignazio

Editore:  Rizzoli

Trama: Babbo Natale è davvero soddisfatto della sua nuova vita: il lavoro di netturbino gli piace, la cooperativa che ha aperto insieme alla Befana per produrre regali riciclando rifiuti funziona, Bice va a trovarlo tutti i giorni e le sue api producono tanto miele buonissimo. Potrebbe essere più felice? Forse sì. E a farglielo capire sarà Neve, una bambina che ha espresso un desiderio molto speciale.






Babbo Natale fa gli straordinari sembra abbracciare il ricordo dimenticato di quello che eravamo e delicatamente trasportarci alla ricerca di quei sogni, di quelle letterine scritte per quell'omone vestito di rosso dalla lunga barba bianca. 

Michele D'ignazio ci trasporta con parole delicate e armoniche in una storia che, nonostante venga catalogata come fantasy per bambini, riesce comunque ad essere apprezzata dai più grandi lasciandoci la sensazione di speranza e quella mite occasione che la notte di Natale qualcosa possa succedere davvero.

Babbo Natale è soddisfatto del suo nuovo lavoro e di esser riuscito a coniugare le due cose: il suo secondo lavoro e il donare ai bambini dei giocattoli. Riciclare non è di certo facile, eppure insieme alla Befana sembra riuscirci benissimo, tuttavia pagina dopo pagina scopriamo il desiderio di Neve una bambina che scombussolerà la quotidianità del nostro protagonista.

Michele D'ignazio con una prosa fluida e profonda allo stesso tempo, trasporta il lettore all'interno di pagine dove il valore dell'amore, dell'amicizia, la speranza e l'ottimismo sembrano mescolarsi tra loro, separarsi in diversi pezzi per poi fondersi insieme restituendo al lettore un tipo di emozione nuova, dove il bisogno di ritrovare il bambino interiore risulta dominante.

L'autore con poco più di cento pagine accoglie il lettore con leggerezza e ironia, riuscendo comunque a lasciare la sensazione di un messaggio profondo da portare sempre al petto.

Il lettore viene comunque coinvolto anche dalle stesse illustrazioni che soddisfano a pieno il bisogno di immaginare e di meravigliarsi. 

Babbo Natale fa gli straordinari e il lettore si lascerà sorprendere. 



Commenta il post
Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.