Loveless, Alice Oseman - Recensione -

martedì 18 maggio 2021


Loveless


Alice Oseman


Trama: Georgia ama le storie d'amore. Tutte. Da sempre. E crede nella magia dell'amore raccontata nei film, nei libri e nelle fanfiction romantiche da cui è ossessionata. Eppure, a diciotto anni, non ha mai baciato nessuno e non ha mai avuto nemmeno una cotta di quelle folli. Ma, come le dicono i suoi migliori amici Pip e Jason, prima o poi anche lei troverà la persona giusta. Così si dice, no? L'inizio dell'università, in una città che non conosce, lontana da casa, sembra l'occasione perfetta: incontrerà persone nuove, vivrà nuove esperienze e finalmente anche lei imparerà a godersi le farfalle nello stomaco di cui parlano tutti. E poi Georgia ha un piano. Con l'aiuto della sua esuberante compagna di stanza Rooney, che come lei ha una passione smisurata per Shakespeare, riuscirà a realizzare il suo sogno, forse. Ma quando finisce in mezzo a una personalissima commedia degli errori che crea il caos tra i suoi amici di sempre, Georgia inizia a domandarsi perché l'amore sembri così facile per tutti tranne che per lei. Quando poi le appioppano definizioni mai sentite come asessuale o aromantica, incertezza e confusione aumentano a dismisura. Che sia davvero destinata a restare senza amore? O forse, per tutti questi anni, si è tanto affannata a inseguire la cosa sbagliata? E poi, chi lo dice che quello romantico, alla fine, sia l'unica forma possibile di vero amore? Una storia delicata e intensa di identità e accettazione che farà breccia nel cuore dei lettori e che conferma il talento cristallino di Alice Oseman, un'autrice dalla voce rara e autentica. 


Dicono che un libro debba essere assaporato. Dicono che un romanzo vada gustato piano piano, come se fosse un piatto da ristorante stellato. Dicono che dopo ogni pagina, bisognerebbe riflettere su ciò che si è letto, portando il libro al petto e, se è possibile, senza far rumore. Dicono, eppure per Loveless si sbagliano. 

Loveless appartiene a quel genere di romanzi che non sai bene esattamente dove debba essere catalogato, perché tra quelle frasi, tra quelle parole così profonde, avrai la sensazione di trovarli tutti.

Alice Oseman sconvolge con il suo stile di scrittura cristallino che porta a scoprire sentimenti universali attraverso occhi diversi, quelli di una ragazza in preda al bisogno di scoprire il mondo e sé stessa.

Un secondo sentimento universale ma ugualmente importante, è l'amicizia. Il bisogno della protagonista di avere i suoi pezzi: i suoi amici che con la loro maturità ed esuberanza, la tengono a galla. Pagina dopo pagina si scopre il bisogno della protagonista di trovarsi, di scoprire il suo posto nel mondo. 

Ci si trova di fronte a sentimenti pieni come l'amore e l'amicizia, eppure ci sembrerà di trovarci all'interno di quelle parole e alla ricerca di quei sentimenti così travolgenti come l'autrice li descrive. 

Loveless è un fiume in piena di parole ed emozioni. Ci si interroga sull'amore e sul bisogno di avere qualcuno al nostro fianco. La continua ricerca della felicità, può basarsi su una persona vicino? O è possibile trovarla in noi stessi?

Senza paura Alice Oseman ci accompagna a scoprire cosa vuol dire amare, cosa vuol dire accettarsi e soprattutto scoprirsi. 

Loveless un romanzo con la R maiuscola. Un libro che diventa una piccola chicca preziosa. Accattivante, intenso, evocativo. Un romanzo formativo, soprattutto per gli adulti. 




Commenta il post
Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.