domenica 6 settembre 2015

Anime Eterne. Recensione.

Giorni fa sono stata contattata dall'autrice di questo romanzo, anche se non leggo digitali degli autori, sono stata letteralmente pregata dalla cara Lina Giudetti per darle un opinione del suo romanzo.. ed ecco qui la recensione.


Titolo: Anime Eterne
Autore: Lina Giudetti
Editore: Lettere Animate
Prezzo: 2.49 € ebook
Pagine: 518

Sinossi: Romania, XV secolo.
Il principe Vlad Țepeș Dracula III detto l’Impalatore, regna nella Valacchia e da tempo combatte per mantenere l’ordine politico e religioso della sua terra, ma non tutti approvano i suoi metodi estremi. Soprattutto il suo nipote prediletto Stefan, avendo un cuore puro e pacifista, ritiene le sue leggi eccessivamente severe e non appena ha la possibilità di diventare re perché Vlad viene rinchiuso per anni in prigione a causa di un complotto politico, riforma ogni legge abolendo perfino la pena di morte per impalazione… al suo ritorno però Vlad non è più lo stesso di un tempo. La guerra e la morte della prima moglie lo hanno incattivito così tanto da avergli fatto scegliere di diventare un demonio. Vlad rinchiude Stefan nei sotterranei del suo castello e solo quando si ammala di tubercolosi ha dei rimorsi e tenta di salvarlo trasformandolo in quello che è lui: un vampiro, ma prima che la metamorfosi si completi, Stefan si uccide. Sua moglie Serafine impazzisce dal dolore e si uccide anch’ella e questa tragica serie di eventi, causa che una maledizione incomba sulle loro anime che si ritroveranno a vivere reincarnandosi in altri luoghi, in altri tempi e in circostanze molto avverse. Cosa succede infatti quando un figlio della luce diventa un figlio delle tenebre generando un karma che lo condanna alla maledizione della giovinezza eterna? Lei è bella, innocente e umana… lui è affascinante, tenebroso ed è un vampiro… un vampiro sul quale vengono diffuse molte leggende orribili… nella sua ultima incarnazione lei è tormentata da alcuni incubi ricorrenti di cui neppure suo fratello che è uno psichiatra, riesce a comprendere la provenienza; incubi che le mostrano come un’ossessione, gli squarci più significativi delle sue vite precedenti affinché si renda conto di essere tornata dal passato per riequilibrare il karma molto doloroso generatosi tra lei e il suo antico amore Stefan. Sono ormai fatalmente diversi, eppure così fatalmente innamorati…
Viene così compiuto in questa storia un lunghissimo viaggio dalla Romania medievale all’America degli anni ’50 e dall’Inghilterra degli anni ’90 fino di nuovo al regno di Dracula e al suo castello rumeno che nasconde una serie di segreti agghiaccianti…




Non e' stato facile leggere questo romanzo perchè sono sempre stata innamorata della figura dei vampiri di Anne Rice, quindi ritrovarmi a tu per tu con una nuova tipologia di vampiri mi ha lasciato un po' sottosopra.

Devo dire che all'inizio ho trovato il romanzo difficile poichè molte scene sembravano già riviste in altri film o libri, la scena iniziale dove il nobile nipote difende gli zingari e mostra il suo essere togliendosi il cappuccio, mi ha ricordato la storia di Aladdin, quando Jasmine per difendere il povero, ha tolto il cappuccio che la nascondeva per mostrare alle guardie chi fosse realmente.

Andando avanti ho avuto difficoltà a capire come fosse cosi facile per i protagonisti odierni, credere nella realtà dei vampiri e conoscere il nome di vampiri scozzesi "baobhan sith" quando il romanzo si centrava sul fatto che i vampiri fossero comunque una realtà nascosta e considerata solo immaginaria.

Più volte ho pensato ora chiudo il libro e non lo continuo, scusandomi con l'autrice, ma non fa per me. In realtà non sono riuscita a farlo, perchè mi sono resa conto che più andavo avanti nella lettura, più la storia letteralmente mi chiamava per darle una possibilità.

Il romanzo è molto lungo perchè l'autrice, secondo il mio parere, si è trovata di fronte ad un mondo di personaggi che avevano voglia di uscire fuori e avere una voce, così troviamo una storia su una storia.. quando in realtà mi sarebbe piaciuto leggere due romanzi con ognuno la propria storia.

Se vi aspettate di trovare vampiri sbrillucicosi alla luce del giorno e scolpiti come un David di Michelangelo allora la risposta è ni. Qui i vampiri non sono sbrillucicosi, ma sono vampiri-bestie, vampiri che prendono, violentano con forza e ottengono tutto ciò che vogliono, sono mostruosi, brutali, bestiali, ma nello stesso tempo molto simili al Dracula di Bram Stoker, misterioso, affascinante e fisicamente un David scolpito, come lascia immaginare la descrizione.

I personaggi han cominciato a piacermi piano piano perchè questa ostentazione della storia dei vampiri che essi stessi raccontano, me li ha resi antipatici, infatti proprio all'inizio c'è una scena di attacco dove i vampiri prima di attaccare le vittime, gli raccontano il perchè stanno attaccando.. Ecco, questa cosa mi ha lasciato basita, forse un po' con l'amaro in bocca, perchè avrei preferito una scena di sangue, una scena quasi di morte, ma non il vampiro egocentrico che prima di attaccare racconta la storia così poi come un baccala' trovarsi a scappare per via del suono della polizia che arriva.

La storia dei due amanti maledetti mi ha ricordato molto gli angeli in Fallen e Torment della Rizzoli. L’idea è buona tutto sommato, l’autrice come dicevo prima sa scrivere, precisiamolo, ha anche talento, ma la storia delle due anime eterne non è riuscita a prendermi fino alla fine.

Ho trovato il vampiro protagonista un personaggio molto emblematico di carattere, quel suo tono così misterioso e serio viene a mancare davanti al personaggio che rappresenta l'anima reincarnata della donna che ama.. capisco i suoi sentimenti, ma se la scena è molto formale perchè il suo orgoglio deve "sottomettersi" in poche righe?

Non condivido le recensioni troppo positive che ho letto girovagando in internet perchè questo romanzo ha molte correzioni da avere, ma ci tengo a precisare che l'autrice sa scrivere e potrebbe creare un capolavoro se prendesse in mano la situazione.

Nota finale: Questa recensione non è un attacco nei confronti dell'autrice, ma semplicemente un opinione solo mia e personale sul romanzo che ho letto.



8 commenti:

  1. Tesoro non mortificarti condivido a pieno il tuo pensiero, io sono del parere che le recensioni negative tendino a far crescere l'autore. Stai tranquilla perchè questa non sarà ne la prima ne l'ultima che farai. Poi si sa i pareri sono soggettivi è possibile che a te il romanzo non sia piaciuto e una altra persona invece lo avra amato. Questa e la dura e cruda verita ogni tanto noi blogger siamo costrette anche a dare un voto negativo ad un romanzo

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ATTENZIONE SPOILER: Guarda come ti ho detto in chat è una mia personale opinione, che non deve essere assolutamente presa come un attacco alla tua persona, anzi. Il problema dei fratelli l'ho trovato sin dalle prime pagine quando loro non credevano ai vampiri,ma andando avanti nel racconto son rimasta perplessa quando lui sapeva tranquillamente citare vampiri scozzesi.. quindi di un altra parte del mondo e li mi sono chiesta "come mai? se prima tu stesso non ne sapevi nulla?" mi ha lasciato in dubbio anche il fatto che la sorella continuasse a leggere il diario nonostante la morte cosi violenta del padre. Ovviamente quando si legge un libro le aspettative si mettono da parte, ma l'idea di trovarmi di fronte a figure metà bestiali e metà bram-stokeriane mi ha lasciata perplessa, perchè da una parte ho la figura di un uomo affascinante e misterioso, dall'altra praticamente vampiri a quattro zampe che ringhiano nello stesso essere.. quindi era come vedere un vampi licantropo.. ecco questa cosa mi ha lasciato sottosopra. Di certo ti ripeto è una mia opinione ci sono libri che piacciono, altri un po' meno.. ciò non significa che devi buttarlo via, ma semplicemente me come lettrice ci sono andata con i piedi di piombo come scritto sopra, in realta' come ti ho detto su amazon hai comunque tantissime note positive, quindi sono io l'unica perla nera :)

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Credo allora che tu non abbia bisogno di me per sapere com'è il tuo libro visto la fama già dal 2003 no? :) da quello che ho letto io ho percepito questo ^^ altri avranno altre percezioni ^^

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. DIVERSI COMMENTI SONO STATI CANCELLATI DALL'AUTRICE QUINDI LA CONVERSAZIONE E' INUTILE LEGGERLA E CONTINUARLA. SE NON SI E' PRONTI A LEGGERE RECENSIONI CHE NON SIANO POSITIVE, E' INUTILE PREGARE UNA BLOGGER DI LEGGERE IL PROPRIO ROMANZO, SOPRATTUTTO SE LA BLOGGER IN QUESTIONE SI RIFIUTA NON ESSENDO CARTACEO. RIBADIRE IN PRIVATO CHE LE VENDITE CALERANNO PER COLPA DI QUESTA RECENSIONE, MI SEMBRA POCO CREDIBILE. DETTO CIO' LA CONVERSAZIONE E' CHIUSA.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.