giovedì 24 settembre 2015

I cieli di Tabula. Recensione

Ormai sapete quanto io sia legata al ginseng, e invece no. Vi scrivo queste righe mentre sorseggio un caldo the' ai frutti, visto che il tempo comincia a raffreddarsi. Mabon ormai è velocemente corso via quindi con i mostriciattoli che gironzolano per casa vi parlo di lui un romanzo tutto italiano, un romanzo che non è un romanzo, ma è I cieli di Tabula 

Titolo: I cieli di Tabula
Autore: Chiara Andreazza & Valentina Furnò
Editore: Leone Editore
Pagine: 503
Prezzo: 14,90 € cartaceo

Sinossi:

Mentre sta videogiocando al gioco di ruolo chiamato The Dreaming World, Alyssa viene catapultata in un altro mondo e incontra per la prima volta il gatto parlante di nome Kether. Spaventata, si disconnette dal gioco, ma quando vi fa ritorno trova dei terribili nemici ad attenderla, nemici in grado di inseguirla anche sulla Terra. Ad Alyssa non resta che seguire Kether nel mondo di Tabula, dove, dopo un lungo apprendistato, imparerà a plasmare la magia e diventerà un Araldo dell'Albero della Vita.







E' inutile, i romanzi della Leone Editore sono perfetti, questa casa editrice sforna tesori e sono sicura che lo sa già da sè.. se prima sono stata catturata da Calpurnia, ecco che I cieli di Tabula mi ha rapito la mente e anche un po' il cuore.


Di solito non mi faccio trascinare dai book trailer, li guardo con aria distaccata, ma questo, averlo visto dopo aver letto il libro, beh c'ha preso in pieno. E' perfetto. Vi lascio il link qui per visionarlo

Come vi ho detto all'inizio del post, questo non è un romanzo.. è un viaggio! Lo so dire un percorso di vita forse è troppo, ma per me in una settimana è stato un percorso, un percorso dove ho conosciuto tanti personaggi meravigliosi.



All'inizio ero un po' perplessa, ho immaginato questo libro come la classica storia ispirata da Harry Potter o comunque le classiche dove troviamo l'accademia o il castello di magia e invece Dea mia quanto mi sbagliavo. 

Già dalle prime pagine ci ritroviamo a vivere nel quotidiano e nelle avventure dei personaggi, non c'è un distacco, non c'è un immersione della storia piano piano, no! Siamo immersi da capo a piedi dentro la storia dalla prima pagina dopo la dedica, sin dalla prima parola eccoci li in quel mondo e adesso? e adesso si cammina passo dopo passo fino all'ultima pagina. 


Non so cosa significhi scrivere un libro a quattro mani e non oso immaginare quanto le autrici abbiano avuto pazienza nel sopportare chissà quante crisi pre ciclo o attacchi di esaurimento nel scrivere un capolavoro così, ma devo dire che queste due donne insieme funzionano e funzionano alla grande.

Con questo romanzo si cresce insieme ai personaggi, ci troviamo il personaggio principale con un carattere particolarmente descritto e con un evoluzione che avviene pagina dopo pagina e ci permette di amarla, di crescere con lei, con le sue paure, con le sue ansie e con le sue problematiche visto il suo vissuto.

All'inizio ci troviamo nel quotidiano un po' di tutti o comunque che abbiamo passato tutti, la solita scuola, i soliti "amici" , i soliti videogiochi per svagarsi dalla realtà, ma tutto ad un tratto un gatto forse un po' troppo sottosopra trasporta la protagonista a Tabula e tutto cambia, noi cambiamo. 



E' come trovarsi nel capolavoro della Storia Infinita solo che non aspettiamo la fine per entrare nella storia, i personaggi anche qui sono tantissimi ( e vi sto facendo il paragone con il libro della Storia Infinita e non il film) e uno più fantasioso dell'altro, se prima ci si innamora di Alyssa, ci troviamo poi catapultati a condividere Sharon, per poi avere un debole per Kether, poi troviamo streghe, troll, orchi, fate, arpie, glifi magici, spiriti, draghi, animali magici come le armi, insomma provate a sognare un personaggio ed eccolo li nelle pagine! 

In alcuni punti può sembrare troppo, perchè c'è il rischio di dover tornare indietro a capire "e adesso questo personaggio chi è ", non perchè la lettura non sia scorrevole, ma perchè ci son talmente tanti dettagli che a volte ci si perde troppo a immaginare.

Come ho ripetuto chissà quante volte in questo post, è un capolavoro e come tale va trattato. Va assoporato, va divorato, vi farà emozionare, ridere, un libro che è già film.. perchè tra qualche anno sono sicura che saremo tutti li a vedere il film al cinema.

Lo consiglio a chi ha voglia di percorrere una strada diversa, a chi ha voglia di fermarsi ed entrare in una scuola, a chi ha voglia di buttarsi tra scaffali pieni di polvere, a chi nella magia ci crede davvero, a chi sa che nella vita non bisogna solo combattere. 


Sinceramente? Valutazione? Un' infinità di mici! Altro che 5... cinque micetti non bastano! 
Aspetto vostri commenti su questo romanzo qui o in pagina fa lo stesso, ma il libro dovete aver letto altrimenti in magia una bocciatura sul diploma ci sia! 











5 commenti:

  1. Mamma mia, mi hai fatto venire una voglia matta di leggere questo libro. Già mi ispirava, ma dopo questa recensione lo metto direttamente in wishlist!

    RispondiElimina
  2. Te lo consiglio Ilaria, a me ha fatto sognare.. e ho una voglia matta di rileggerlo ancora!

    RispondiElimina
  3. Wow. Questa recensione mi ha trasmesso una voglia di leggere il libro immediatamente..entrerà a far parte della mia wish list immediatamente;)

    RispondiElimina
  4. Waaaaa non vedo l'ora che mi arriviiiiii *_*

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.