sabato 5 settembre 2015

La casa dei cani fantasma. Recensione

Buongiorno amici de Il mondo di sopra! Oggi voglio parlarvi di un libro che è stato un piccolo compagno serale. Un libro molto interessante..


Titolo: La casa dei cani fantasma
Autore: Stratton Allan
Editore: Mondadori
Prezzo: 17,00 € 14,45 € cartaceo, 6,99 ebook
Pagine: 252

Sinossi:

Cameron ha quindici anni ed è molto arrabbiato, con sé e col mondo: insieme a sua madre è costretto da tempo a fuggire da un padre violento che li perseguita, e quindi a cambiare spesso casa e città. Si ritrova così a vivere in una fattoria isolata, ad affrontare la sua solitudine e le sue paure che si materializzano in visioni inquietanti: un branco di cani feroci, il fantasma di un ragazzo suo coetaneo di nome Jacky, un'anziana donna ricoverata in manicomio... La paura iniziale si trasforma in una vera e propria indagine su un terribile mistero del passato che somiglia incredibilmente alla sua storia



Ho amato i colori di questa copertina, sembra un quadro dipinto senza pensarci troppo, se si guarda meglio sembra quasi di toccare quel campo che danza nel vento e la casa che si vede in fondo.. quella casa ormai quasi disabitata sembra invogliare al lettore di... scappare.. ma si sa quando la curiosità bussa alla nostra porta sotto il nome di mistero, bisogna entrare e visitare quella casetta laggiù.

I temi trattati in questo romanzo sono temi pesanti, l'autore suggerisce il libro a lettori di dodici anni in su; su questo non sono d'accordo in quanto visto il tema di violenza, diversità e paura, darei più spazio a lettori con una certa maturità.

E' pur vero che il libro si presenta come un classico thriller forse discepolo dei capolavori di Steven King che hanno accompagnato la mia adolescenza, tuttavia la scrittura è molto semplicistica appunto per il target a cui si richiama.

La scrittura è piacevole, nonostante il tratto da "ragazzino" e fino alla fine ci si immerge letteralmente nella storia, l'autrice non lascia spazio a pezzi scontati e banali, quindi le pagine vengono accompagnate dalla curiosità e dalla voglia di scoprire quello che succede al protagonista, che talmente presi dalla storia diventiamo noi stessi il personaggio.

Qualsiasi personaggio della storia viene descritto in maniera molto dettagliata così da lasciare spazio alla fantasia del lettore che si perde a visualizzare non solo ciò che legge, ma i personaggi stessi.

Le emozioni che si provano nel racconto sono diverse, fanno capolino rabbia, tristezza, coraggio, paura, delusione, ansia.. perchè il racconto sa prendere.

Consiglio questo libro a chi vuole passare un paio di serate in compagnia di una storia che va oltre a ciò che vediamo.
Suggerisco "un paio di serate" perchè nonostante il numero delle pagine si riesce davvero a leggere in poco tempo.



2 commenti:

  1. Molto bello questo libro credo proprio che lo metto nella mia wish list..mi sono appena iscritta e se ti va di ricambiare mi trovi qui: Lostupendomondodeilibri.blogspot.it
    Ciao:)

    RispondiElimina
  2. Ciao nashira ti ringrazio passo volentieri! :)

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.