martedì 1 marzo 2016

Archie Greene e il segreto del mago. Recensione.

Avete presente quei libri che non possono mai mancare nelle librerie? Sono cresciuta con le prime edizioni di Harry Potter cercando poi nei libri successivi quella magia di cui mi ero innamorata ed ora eccola di nuovo qui, in questo primo libro di una nuova serie. Archie Greene lo bramo, lo amo nonostante ormai i miei anni sui trenta. Mettetevi comodi perchè ho da raccontarvi del bisbiglia-libri.
(Ringrazio lo staff della Salani per avermi inviato una copia del romanzo)

Titolo: Archie Greene e il segreto del mago
Autore: D.D Everest
Editore: Salani Editore
Pagine 329
Prezzo: 15,90€ cartaceo















Per ogni blogger arriva quell'attimo in cui scrivere di un libro che ti ha lasciato senza fiato diventa difficile. A volte si vorrebbe quasi custodire l'emozione che il libro ci ha suscitato, prenderlo e incartarlo per poi nasconderlo da qualche parte, chiuso in chissà quale cassaforte, per far sì che non venga mai ne' rovinato ne' usurato dal tempo. Ecco questo è esattamente il mio momento. E' difficile parlarvi dell'emozione che questo libro mi ha suscitato, ma piano piano con calma estrarrò dal pacchetto ogni emozione e vi lascerò guardare quei meravigliosi colori.

Quando mi hanno consegnato il libro sono stata colpita immediatamente dalla sovracopertina, catturata subito dai colori e come se non bastasse ecco che anche la copertina interna nasconde un tesoro meraviglioso, quasi come se presentasse già la ricchezza delle pagine che si scoprono all'interno.


L'autore già dalle prime pagine ci immerge in questo mondo popolato di libri e magia dove tutto viene scritto così naturalmente che sembra quasi irreale scoprire che in verità è frutto solo della sua fantasia e non realtà vera e propria. Difficilmente mi soffermo poi sul carattere della scrittura, ma anche questo carattere così studiato ha reso il tutto ancor più sublime.

Le descrizioni e le immagini che saltano agli occhi ci portano immediatamente nel mondo di Archie e arrivare alla parola fine, a quell'ultima pagina bianca diventa come uno strappo all'interno del nostro animo. 

Il libro inizia con una torta di compleanno fatta di sardine e cioccolato perchè la suprema dote della padrona di casa è quella di combinare insieme strani ingredienti per far invidia anche al più grande vincitore di Masterchef. 

Qualche chilometro più in là troviamo invece Horace Catchpole, socio dell’antico studio legale Folly & Catchpole. I suoi compiti sono sempre importanti e uno dei compiti che ci troviamo a leggere e ad affrontare con lui è quello della consegna di un pacco con allegata pergamena, niente di più semplice.

Ma ovviamente le cose più semplici si rivelano sempre le più difficili.

Quel pacco che da quattrocento anni aspettava di essere consegnato viene portato a destinazione in maniera errata poichè il nostro "postino" si dimentica di consegnare la cosa più importante, la pergamena allegata. E' qui che l'autore ci catapulta nel mondo di Archie, nel mondo di un ragazzino che compie dodici anni.

Potrei parlarvi ore dei personaggi strani che si incontrano in questo primo volume e della magia che assaporiamo in ogni pagina. C'è la nonna che fino adesso ha cercato di nascondere ad Archie, per il suo bene, la verità. C'è poi lo zio Caprifoglio che sbuca dallo stipetto di un mobile, c'è il libraio che è uno stregone, Arabella la libraia un po' impacciata e i cugini che aiuteranno Archie nella sua avventura.

Ci si innamorerà addirittura della voce dei libri, come non innamorarsi del Piccolo libro delle benedizioni e del suo essere così, lasciatemelo dire, tenero? 

Ogni creatura, ogni magia, ogni essere di questo libro è minuziosamente studiato e ci si affeziona ad ognuno di loro, anche al drago chiuso nella camera della libreria!

I libri dell'Isola di White sono spaventati a morte. Sono giorni che non mi dicono niente

Fidatevi le pagine scorreranno così velocemente che arrivati all'ultima sentirete il bisogno di ritrovare quei personaggi che così facilmente sono entrati nelle vostre vite. 

Pagina dopo pagina l'autore ci porta in una libreria fantastica dove i libri parlano e cambiano posto a seconda delle loro voglie, dove le creature dei libri pop up possono uscire e crear disastri (attenti a non ritrovarvi un rinoceronte in camera!)

Sono rimasta completamente stregata da questo libro (non si è ancora capito vero?), la scrittura è armonia, è complessità, è tutto. Lo stile così semplice e pulito ci permette di immaginare tutto ciò che si legge, la curiosità sale pagina dopo pagina, il ritmo non si abbassa mai e l'autore riesce a catturare la nostra attenzione in ogni riga. 

Arrivati a metà libro ci si ritrova quasi in un limbo, come se alla fine ci si ritrova a scegliere se continuare a divorare le pagine o a smettere per non perdere quell'emozione fantastica che il nostro animo sta ricevendo. Perchè nonostante sia una lettura per ragazzi questo libro riempe il cuore di quell'innocenza, di quella magia che ti fa sentire vivo, che ti fa sentire ancora bambino. E' come se ad un tratto cominciassimo a urlare io credo nelle fate! per lasciar in vita chissà quale fatina.

Mi sono immaginata lì nella libreria Isola di White nello Scrittoio della Grande galleria, mi sono immaginata lì nella stanza dove si ritrova il marchio e nel mio stesso palmo ho cercato quel marchio anch'io per capire a che genere di lavoro sui libri potessi appartenere. 

Fino all'ultimo ho camminato accanto ai protagonisti cercando nelle parole dello scrittore la soluzione del dilemma, ho sospettato di molti personaggi cercando nei buoni qualche finto ed imbroglione e sono rimasta piacevolmente sorpresa da come poi avanza la storia.

L'avventura con Archie e i suoi amici diventa un viaggio, dove la voglia di scoprire cose e mondi nuovi è sempre più avvincente. E' un inizio favoloso e il seguito sembra ancora più sorprendente quando verso le ultime pagine la casa editrice ci lascia qualche estratto del secondo volume dove troviamo poi i miei amati corvi.

E' un libro che non può assolutamente mancare nelle librerie di ogni lettore. E' un libro che ci farà vedere ogni tomo in maniera diversa, è un libro che ci fa tornare bambini e ci fa tornare la voglia di credere nella magia del bene. E' un libro che ha il sapore dolce del cioccolato e che profuma di buono.

E' un libro che ci insegna a capire quanto sia importante leggere e credere nei viaggi che si esplorano con le parole. E' un libro che ci insegna a scoprire i tesori nascosti di ogni volume.

E' una serie avvincente, da non sottovalutare e da venerare in ogni suo splendore.





Questo libro partecipa alla secretbookchallenge di Marzo

4 commenti:

  1. Bellissima recensione!! Anche io lo vogliono*_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te ne innamorerai.. come è successo a me *^*

      Elimina
  2. ciao
    bella recensione. Messo questo libro tra i libri da scegliere da leggere: http://robbyroby.blogspot.it/2016/03/libro-da-leggere-3.html

    RispondiElimina
  3. questo libro mi incuriosisce moltissimo

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.