lunedì 30 maggio 2016

Un libraio molto speciale. Recensione.

Di questo libro non ho voluto spoilerarmi nulla, nemmeno la trama. Ho come sentito il bisogno di leggerlo senza conoscere ciò di cui stavo andando a scoprire. E credo che quando succede vuol dire che un libro così parte già bene. 
Buongiorno soffittanti del mondo, sto parlando di Un libraio molto speciale.


Titolo: Un libraio molto speciale
Autore: Petra Hulsmann
Editore: Piemme
Pagine: 368






Avete presente quei libri che scorrono veloci, che non ti fanno capire se è giorno o notte? Ecco, un libraio molto speciale ci fa perdere la cognizione del giorno e della notte, ci mette a dieta perchè non ci permette più di pranzare o cenare, ci coinvolge a tal punto che dobbiamo finirlo presto per non lasciarlo andare.
Un libraio molto speciale è un libro che parla di cambiamenti. Pagina dopo pagina cresciamo insieme ai nostri protagonisti, li vediamo cambiare, crescere e nel loro temporale sperare di vedere presto un arcobaleno.

Lena si ritrova a cambiar tutto da un momento all'altro, il suo ordine, il suo meraviglioso ordine sia interno che esteriore ad un tratto crolla, a pochi giorni del suo matrimonio, semplicemente perché quel viscido del suo fidanzato, del suo convivente, ad un tratto cambia idea. Ma si potrà mai cambiare idea così all'improvviso? Ma l'universo qualche segnale lo aveva inviato.
A volte si tende a chiamar certi segnali sfiga, non capendo che in realtà le coincidenze non esistono

E l'universo a Simon, quel viscido, lo aveva capito, ecco perché continuava ad ostacolare il programma matrimoniale.

Mi sono innamorato di un'altra donna. 

Pagina dopo pagina vediamo l'evoluzione di Lena, che ricomincia da sè, che come una donna in rinascita ripercorre il suo cammino grazie anche alle persone che ha accanto e grazie anche ai nemici che si trova attorno.Si perchè Ben è il migliore amico di suo fratello, sei anni più grande e pure a detta sua maturità ancora sotto le scarpe. 

Perché l'amore va stuzzicato, va assaporato.

Ben e Lena si stuzzicano, si provocano. Avete presente quando si è bambini e il tuo vicino di casa è un bambino dispettoso che non fa altro che provocarti in continuazione, ciò nonostante ti lascia le farfalle nello stomaco? Quel mal di pancia che non si capisce perché? Ecco, Ben e Lena hanno la stessa ingenuità, ci troviamo di fronte a quell'ingenuità di bambini che si provocano, che non si sopportano, che si stuzzicano, quei bambini che infondo sembra non esser mai cresciuti.

Ma si sa l'amore a volte fa giri immensi prima di trovarsi (o si diceva in maniera diversa?)

Eccoci quindi che pagina dopo pagina cavalchiamo la vita di Lena, che a tratti ricorda la pasticciona di Bridget Jones per il suo essere buffa e calamita di ogni genere di disgrazia. 

Ho amato ogni personaggio descritto, mi sono trovata davanti a Lena e a sorridere con lei, a spronarla ad andare avanti e non arrendersi. Ho amato e odiato lo stesso Ben e i loro sguardi, ho odiato il modo di amare di Lena quasi come se per l'amore non ci dovrebbe essere più tempo e mi sono fatta trascinare dalla storia.

Ogni personaggio e ambiente sembrano pezzi di puzzle che si incastrano a vicenda così da crearne un connubio perfetto. 

Ho amato il cambiamento di Lena quando riscopre un lavoro diverso per la sua vita, quello della libraia.

Un libro frizzante e caldo, un libro da non sottovalutare e portare con sé sotto l'ombrellone per le vacanze estive, un libro da sfogliare sotto un albero in queste splendide giornate.

La scrittura è scorrevole e incalzante, lo stile divertente e la storia intrigante. Consigliatissimo.



4 commenti:

  1. Questo libro mi incuriosisce molto, ma visto che questo mese ho ampliamente superato il budget di acquisto-libri ho dovuto rimandarne la lettura.
    Dopo aver letto la tua recensione però credo proprio che me lo procurerò al più presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere cosa ne pensi, sono sicura che ti piacerà!

      Elimina
  2. Questo libro mi stuzzicava ma ero ancora indecisa.
    Adesso, dopo aver letto la tua recensione, me lo segno!

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.