sabato 28 gennaio 2017

La voce nascosta delle pietre. Recensione

Buongiorno lettori del Mondo di sopra. Lo ammetto questo freddo mi sta uccidendo. Non sono una di quelle che si lamenta spesso delle temperature, ma questa volta sento il freddo entrare nelle ossa, mi starò mica ammalando? Spero proprio di no perché chi sopporterebbe di stare a casa, sotto la copertina viola, a farsi coccolare, tenendo una borsa dell'acqua calda e un libro da leggere? Ok... esco in giardino nuda e poi torno. 
Ma bando alle ciance, oggi vi parlo di un libro particolarissimo. Lo so, sicuramente ne avrete ormai la testa piena tra i vari social ma La voce nascosta delle pietre ne vale davvero la pena. E' un libro nuovo, un libro particolare, poi avendo mescolato entrambe le mie passioni cristalloterapia e romanzo.. beh.. come potevo non leggerlo e amarlo?



La voce nascosta delle pietre

Chiara Parenti






Editore: Garzanti
Prezzo: 16,90€
Pagine: 384

Trama: «Segui le pietre, solo loro regalano la felicità.» Luna è una bambina quando il nonno le dice queste parole speciali insegnandole che l'agata infonde coraggio, l'acquamarina dona gioia e la giada diffonde pace e saggezza. E lei è certa che quello sia il suo destino. Ma ora che ha ventinove anni, Luna non crede più che le pietre possano aiutare le persone. Non riesce più a sentire la loro voce. Per lei sono solo sassolini colorati che vende nel negozio di famiglia, mentre il nonno è in giro per il mondo a cercare gemme. Perché il suo cuore porta ancora i segni della delusione. Si è fidata delle pietre, di quello che nascondono, di quello che significano. Si è fidata di quel ragazzo di sedici anni che attraverso di loro le parlava di sentimenti. Dell'amicizia che cresceva ogni giorno e racchiudeva in sé la promessa di un amore indistruttibile. Leonardo era l'unico a credere come lei nel fascino dei minerali e dei cristalli. Leonardo che in una notte di molti anni prima l'ha abbandonata, senza una spiegazione, senza una parola. E da allora il mondo di Luna è crollato, pezzo dopo pezzo. A fatica lo ha ricostruito, non guardando mai più indietro. Fino a oggi. Fino al ritorno di Leonardo nella sua vita. È lì per darle tutte le risposte che non le ha mai dato. Risposte che Luna non vuole più ascoltare. Fidarsi nuovamente di lui le sembra impossibile. Ha costruito intorno al suo cuore un muro invalicabile per non soffrire più. Ma suo nonno è accanto a lei per ricordarle come trovare conforto: il quarzo rosa, la pietra del perdono, e il corallo che sconfigge la paura. Solo loro conoscono la strada. Bisogna guardarsi dentro e avere il coraggio di seguirle.;

Per la prima volta voglio raccontarvi la mia opinione partendo dalle ultime pagine del libro. Con sorpresa mi sono ritrovata in un vecchio grimorio, nel quaderno di uno dei protagonisti per poi perdermi nel dietro le quinte, dove l'autrice risponde a delle domande su quello che è il suo romanzo. Non è da tutti creare un romanzo dove le parole diventano musica fino alla fine delle pagine, di solito si arriva alla fine della storia ed è tutto lì, con Chiara Parenti ci troviamo invece ad assaporare ogni dettaglio, ci troviamo a leggere con attenzione fino all'ultima riga per poi stringere il libro al petto.  

E' solo dal fuoco che nascono i diamanti. 

Tante sono le frasi, le citazioni che si cominciano ad amare di questo libro, ma questa frase è stata quella che in questo momento vorrei farla mia, vorrei tatuarmela a fuoco sul braccio per ricordarmi di quanto anche se la vita ci mette a dura prova, possiamo comunque essere forti e brillare come solo un diamante sa fare.

Il libro di Chiara sembra parlare direttamente al nostro cuore, non esistono le coincidenze e so che questo libro è arrivato nel momento giusto, nel momento in cui avevo bisogno di rinascere davvero. La sua scrittura è poetica, è sogno, è musica che ascolta e conforta il nostro dolore.

Quando si legge un libro due sono le scelte che si vanno a fare: la prima scelta è quella di leggere un libro per passare il tempo, un libro che ti aiuti a dimenticare o semplicemente ad appassionarti, un libro che può lasciarti anche una morale alla fine, ma la seconda scelta è quella più importante, la seconda scelta è quella che quando leggi un libro che ti entra nella pelle, che non è solo una storia, ma che è un messaggio, è un punto che ti permette di crescere, vuol dire che quella scelta ti ha permesso di leggere un capolavoro, un libro che arriva diretto nei preferiti, un libro che ti coccola, che sai che se un giorno avrai bisogno di una mano per risalire, quel libro sarà il braccio e La voce nascosta delle pietre lo è, perché ti tira su e ti aiuta a brillare, a sorgere e splendere come non mai. 

Con questo libro sembra di aver trovato un nuovo volto dell'autrice, se prima eravamo abituati a qualcosa di leggero, qui ci troviamo nel profondo dell'anima con protagonisti che escono dalla carta e diventano i nostri migliori amici. 

In realtà i personaggi sono tantissimi e a loro modo tutti ci entrano nel cuore. Mi sono affezionata a Luna, al suo essere così complessa, il suo capire quanto vale solo quando si è trovata di fronte ad una determinata scelta. Lo so, in questa recensione non sto facendo altro che parlarvi di scelte, la cosa non è casuale, in quanto è lo stesso libro che ci insegna a scegliere, a scegliere di non smettere mai di credere, a scegliere di non smettere mai di esistere e di brillare. 

Dalle prime pagine ci troviamo di fronte a una protagonista bambina che brilla di una luce propria grazie a momenti felici, è innamorata del lavoro del nonno che ricerca e vende gemme che scaldano il cuore, ha un amico che è poi il suo tutto, è una bambina felice. Il nonno Pietro è uno di quegli uomini che vorresti avere nella tua vita; è una figura che si incontra una volta sola nella vita, una coincidenza che per caso arriva al momento giusto e ti spiazza, ti fa riflettere sul senso vero di quello che può essere un esistenza. In questo romanzo la sua figura ne è stata per me importante. E' un uomo, Chiara lo descrive come un gigante buono, un uomo che ha viaggiato, un uomo che conosce e sa vedere oltre le apparenze. E' un uomo che vende cristalli, ma non il solito cristallo, lui ti vende il cristallo che va bene a te come persona. E' un uomo che ha una conoscenza infinita e che spero un giorno di averla anch'io. Pietro non è un personaggio di carta, Pietro è vivo e diventa la tua coscienza.
E poi c'è Leonardo, lui, il bambino che cresce insieme a Luna, quell'amore intenso che fa giri immensi come dice la canzone. Leonardo è una figura particolare, andando avanti nella lettura l'ho sentito un po' come la luna nera, che non la vedi, ma sai che c'è, ed è forse quella più importante a livello magico, perché è quella che nonostante non la vedi, ti dona tantissimo. 

La voce nascosta delle pietre è un inno all'amore in tutte le sue forme. L'amore che il nonno ha per la sua nipotina è qualcosa di immenso, pulito, qualcosa che non si può immaginare e che in un certo senso ho anche un po' invidiato non avendolo mai provato così forte. L'amore tra i due protagonisti, invece, diventa per me viscerale, è qualcosa di profondo, di scavato nella pelle, è come una tempesta che arriva in un attimo quando il cielo è ancora sereno. 

In questo romanzo sono davvero troppe le emozioni che si provano, perché quando Luna viene presa alla sprovvista e viene chiusa nel buio del suo animo, lei vive in una sorta di accettazione, lei esiste perché respira, quindi accetta qualsiasi cosa. Ed è lì che con il fiato in gola, pagina dopo pagina, sproniamo la nostra protagonista a vivere, a non arrendersi, perché quella protagonista diventiamo anche un po' noi e in quel momento non possiamo perderci.

In questo libro si piange, non posso nascondervelo, vorrei raccontarvi riga dopo riga tutto quello che succede, ma non voglio rovinarvi quello che è questo tesoro.

L'autrice ci accompagna per mano in quello che è un viaggio in un sogno, sembra di entrare nel mondo onirico e sarà difficile volerne uscire davvero.

Dopo tanto tempo posso dire finalmente di aver trovato un libro che scalda il cuore, un libro che ti ricorda quanto sia importante credere nella luce delle stelle, credere nei propri sogni, credere nell'amore, credere nella propria voglia di esistere. Un libro che non posso non inserire nella mia lista dei preferiti. 









6 commenti:

  1. Caspita! Bellissima recensione :D Se prima ero convinta di comprare questo libro all'80% (percentuale di tutto rispetto), ora lo sono al 100% ahahah :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara, grazie mille. Guarda te lo consiglio al 1000% perchè ne vale la pena. Non sono spesso così buona con un libro, ma questo lo rileggerò sicuramente tante altre volte :D

      Elimina
  2. Adesso ti odio ancora di piú brutta biiiiippppp biipppppp biiipppp perche non me lo vuoi prestareee io te ne ho prestato due brutta antipaticaa coma il romanzo é fantastico voglio leggerlooooo

    RispondiElimina
  3. Non vedo l' ora di leggerlo, mi aveva incuriosito il titolo, avevo sbirciato qualcosa su Il libraio.. E tu mi hai convinta a prenderlo! Oltre alla passione per i cristalli, lo voglio leggere anche per via del rapporto tra nipote e nonno! A me manca un sacco la mia... Sarà il mio prossimo acquisto!

    RispondiElimina
  4. Sono molto curiosa di leggere questo libro perchè conosco l'autrice per altri scritti e la tua recensione mi ha incuriosita.
    Bellissima la nuova grafica del blog

    RispondiElimina
  5. L'ho comprato la settimana scorsa, un po' titubante perchè noto recensioni molto belle o molto deludenti....
    Non vedo l'ora di leggerlo per farmi un'idea mia, di sicuro dopo la tua recensione sono ancora più curiosa *_*

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.