giovedì 8 marzo 2018

Uno di noi sta mentendo...chi? #unodinoistamentendo Fascicolo strettamente confidenziale

Benvenuti nel fascicolo strettamente confidenziale de Il mondo di sopra che ha accettato la sfida lanciata da Libri Mondadori per Uno di noi sta mentendo, che trovate in libreria dal 6 Marzo.

Un ragazzo è stato ucciso in una scuola, durante un’ora di punizione. Simon. Simon aveva inventato e gestiva Senti questa, una app in cui rivelava dettagli piccanti della vita privata degli studenti.
Tutte le cose che i suoi compagni di scuola non avrebbero voluto far sapere.

E sono quattro gli indiziati: Addy, Bronwyn, Cooper e Nate.

Ognuno di loro ha un segreto, o molti segreti. E uno di loro sta mentendo. Ma chi?

La sfida che Libri Mondadori ha creato, ci porta a scoprire o meglio, a cercar di scoprire chi è il colpevole dell'omicidio del ragazzo ucciso a scuola. Ma tra i quattro, sarà davvero uno di loro? 


uno di noi sta mentendo

Karen M. McManus

Editore: Mondadori
Prezzo: 15,00€ / 7,99€ ebook
Pagine: 298

Trama: Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po' ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi." Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio..









Punire come prima cosa e domandare mai. 

Aula di Punizione. Giornata X 24 settembre

Quattro sospettati ed un solo colpevole. Dalle prime pagine emerge il carattere complesso dei ragazzi che si ritrovano in aula di punizione. Nate, ragazzo complessato non è la prima volta che passa le sue ore in punizione come conseguenza delle sue azioni.
Gli altri ragazzi dichiarano di esser innocenti e puniti ingiustamente.

Ora X: incidente di Simon. 

I quattro ragazzi cercano di intervenire:

  • Nate ne risponde in maniera lucida cercando di aiutarlo.
  • Cooper sembra impacciare sull'avvenimento.
  • Bronwyn chiama i soccorsi e i professori.
  • Addy sembra esitare per via della paura



In questa prima puntata dell'appuntamento settimanale, dalla descrizione degli atti il sospettato ricade sulla figura di Addy che troppo emotiva sembra distrarre l'attenzione dai suoi comportamenti con il trauma subito.

La personalità di Addy si contrappone alla figura della madre dove per quest'ultima lei non è all'altezza delle situazioni, tantomeno del suo fidanzato.

Addy ha caratteristiche insicure, nega l'apparenza e tende a nascondere la sua personalità timida e impacciata nei confronti del mondo. Tende a farsi influenzare da ogni tipo di individuo che ha vicino.

Che l'omicidio sia stato creato per vendetta e per gridare al mondo che anche lei esiste?!  


Disturbo istrionico di personalità che combacia con l'avvenimento dell'omicidio? 

Ci vediamo giovedì prossimo per la seconda puntata di #unodinoistamentendo
Sarà ancora Addy la sospettata?







4 commenti:

  1. Oh mamma...ma sembra una cosa vera messa così... che curiosità! Mi tocca leggerlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai ancora in tempo a procurartelo e a giocare con noi, accettando la sfida di Libri Mondadori :)

      Elimina
  2. Uno di noi sta mentendo per ora mi sta piacendo e prendendo moltissimo! Anche io sto giocando e mi sto veramente divertendo a fare mille supposizioni!
    Stasera le posterò sul blog!

    RispondiElimina
  3. Sai che anche io avevo pensato a Lei? Anche Cooper nasconde qualcosa però oltre a quello che ha svelato Simon!

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.