venerdì 26 ottobre 2018

Libera per tutti, Simone Rausi - Blogtour -



LIBERA PER TUTTI

Simone Rausi 

Editore: Scatole Parlanti Editore 
Prezzo: 15,00€
Pagine: 190

Trama: Certe cose non si scoprono. Semmai, si coprono. 
Angelica è lesbica e vive una vita in ombra, tra appuntamenti al buio e bugie, in un piccolo paese del Sud Italia. Claudio sta per compiere trent'anni e ha un sogno che non riesce a realizzare a causa del suo nome. Letizia sparisce di continuo in viaggi misteriosi, non riesce a separarsi dalla Bibbia, ma il suo legame con Dio nasconde un segreto. Tutti mentono, ma uno di loro cambierà per sempre la vita degli altri. Cosa siamo disposti a fare per trovare il nostro posto nel mondo? Quello che siamo ci somiglia davvero? Conosciamo realmente le persone che ci stanno accanto? Libera per tutti è la storia profonda e appassionata di tre vite sovrapposte. Un romanzo intenso, che mostra come a volte per essere se stessi serva qualcun altro.

Libera per tutti, il libro che racconta l’omosessualità femminile e la ricerca dell’identità con le musiche dei Coldplay e stralci di brani inediti 

Il secondo romanzo di Simone Rausi è una “storia musicale”, il racconto di tre vite sovrapposte che mostra come, a volte, per essere se stessi serva qualcun altro. 

Arriva nelle librerie e nei principali digital store Libera per tutti, il secondo romanzo di Simone Rausi edito da Scatole Parlanti. 

Il romanzo affronta temi come la ricerca della propria identità, l’accettazione di sé e la difficoltà che a volte si prova nello star bene nei propri panni. A chi non è mai capitato di sentirsi dire “Questo non è da te”? Quanti si sono ritrovati ad essere quello che sono oggi per fare felici la famiglia, il marito o gli amici? È quello che succede ai tre protagonisti
Angelica, una ragazza lesbica ma omofoba. 
Claudio, un trentenne ipocondriaco che non può realizzare il suo sogno “per colpa” del suo nome. Letizia, un’animalista fanatica della Bibbia che sa come lasciare il segno. 

Il libro è un romanzo “a specchio”: le storie di Angelica e Claudio scorrono parallele raccontando le stesse emozioni da punti di vista molto differenti. Ogni capitolo di Angelica si apre con l’estratto di un successo dei Coldplay che ne anticipa il contenuto. Ogni capitolo di Claudio, invece, si chiude con stralci di brani completamente inediti che ne riassumono il senso. Letizia è il personaggio che spariglia le carte in tavola. 

Il tema dell’omosessualità femminile è centrale. 
Angelica era lesbica e non l’aveva capito, non l’aveva “scoperto”. Capire e scoprire sono due verbi che coinvolgono necessariamente qualcosa di sconosciuto fino a quel momento. Si capiscono le divisioni in colonna a scuola e si scoprono nuovi pianeti quando ci si spinge oltre i propri orizzonti. Il proprio corpo e la propria vita invece no. Si vive con se stessi da sempre e per sempre e certe cose non si scoprono all’improvviso, semmai, si coprono. 

In merito all’argomento, l’autore ha detto: 
Le prime persone che hanno letto il libro mi proposto di evitare di usare la parola ‘lesbica’ perché giudicata troppo forte”. Parlo di persone che si definiscono estremamente moderne e aperte. Persone che vivono in una società in cui certe parole, come lesbica, risultano fastidiose. Il libro è pieno di parole forti. La vita di Angelica ne è piena. Resterete molto sorpresi dallo scoprire quanto possano essere diverse le persone che si presentano ai nostri occhi. Angelica finirà per comportarsi come nessuno, neanche lei, aveva mai immaginato. Scoprirà di essere davvero se stessa solo rompendo le regole
Libera per tutti esce il 5 ottobre 2018 in libreria e nei principali digital store.

ENTRIAMO NELLA TAPPA:

La parola che non si può scrivere: “Libera per tutti” e le reazioni alla quarta di copertina 

Ci sono parole che non si possono dire. O peggio, non si possono nemmeno scrivere. Chi l’ha detto? Un editore, anche piuttosto importante. 

Questo è quello che mi ha raccontato Simone Rausi, autore di Libera per tutti (Scatole Parlanti, lo trovate su Amazon e IBS). Un romanzo molto intenso, denso di emozioni e colpi di scena. 

Libera per tutti racconta la storia di tre vite sovrapposte. Queste: 

  • Angelica è lesbica e vive una vita in ombra, tra appuntamenti al buio e bugie, in un piccolo paese del sud Italia. 
  • Claudio sta per compiere trent’anni e ha un sogno che non può realizzare a causa del suo nome.
  •  Letizia sparisce di continuo in viaggi misteriosi. Non riesce a separarsi dalla Bibbia, ma il suo legame con Dio nasconde un segreto.  


Tutti mentono, ma uno di loro cambierà per sempre la vita degli altri. 

Trovate qualcosa di sbagliato in questa quarta di copertina? 

Eppure la parola “lesbica” è stata giudicata “troppo forte”, persino disturbante. 

A Simone è stato consigliato di eliminarla. Per fortuna poi le cose sono andate diversamente e la casa editrice che, alla fine, ha pubblicato il libro non ha mai fatto nessun appunto in tal senso. 

Ma davvero ci sono, ancora oggi, parole che non si possono dire o scrivere? Vi è mai capitato di trovare delle parole “disturbanti” nei libro, tanto da dover essere censurate? 

Libera per tutti, intanto, è già alla seconda ristampa. È un libro che racconta di vite quotidiane, una storia appassionate che spiega come, a volte, per essere se stessi, serve qualcun altro

Libera per tutti prova a rispondere a delle domande che ci siamo fatti tutti: Cosa siamo disposti a fare per trovare il nostro posto nel mondo? Quello che siamo ci somiglia davvero? Conosciamo realmente le persone che ci stanno accanto? 

 Il romanzo esplora il tema delle relazioni, sotto ogni punto di vista. E a chi prova a spiegare quale tipo di amore deve essere giudicato “normale” risponde con i pensieri di Angelica. Anche lei si fa le stesse domande. 

Ecco un estratto del capitolo CINQUE: 
Non bastava fare parte del mondo, essere stati creati e inseriti nella specie dei viventi per essere considerati normali? Lei non lo aveva deciso, non aveva fatto il biglietto per venire al mondo. Ci si era ritrovata e basta, senza fare nulla di particolare per ritrovarsi così com'era. Semmai si era sforzata di non esserlo così com'era. Forse lei era un pezzo difettoso, come quei vestiti che escono dalla fabbrica con la cerniera rotta o una manica più lunga dell'altra e che i "normali" non indosserebbero mai. 
Chi fosse incuriosito a leggere i primi due capitoli di Libera per tutti può farlo qui: click 

Chi invece volesse acquistare il libro può farlo ora IN PROMOZIONE CON SCONTO DEL 15% su ibs: click oppure comprarlo su Amazon: click 

Vi invito a seguire le prossime tappe del blog tour di Simone Rausi. E chi avesse domande per l’autore o sul libro si faccia pure avanti!

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.