giovedì 30 gennaio 2020

Appuntamento con la strega: Mulan, la leggenda di una donna guerriera


Da oggi in libreria è possibile trovare la nuova uscita pubblicata da HarperCollins Italia: Mulan la leggenda di una donna guerriera, illustrata da Ang J. 

Ma chi era la donna guerriera che combattè con onore salvando il suo popolo? 
In questo articolo ne approfondiamo insieme i dettagli grazie anche alle splendide illustrazioni pubblicate nel libro edito da HarperCollins

Il fiore che sboccia nelle avversità è il più raro e più bello di tutti

MULAN LA LEGGENDA DELLA 

DONNA 

GUERRIERA


Prezzo: 13,00€
Pagine: 32
Editore: HarperCollins Italia 

Trama: Mulan, la leggendaria guerriera, prende nuova vita in queste pagine grazie alle splendide illustrazioni e a una storia che continua a essere un grande esempio di coraggio e determinazione per tutte le generazioni. 

Per la prima volta, nel 1998, la Disney porta sul grande schermo la leggenda della principessa guerriera pronta a tutto pur di salvare la sua terra.

In realtà la Disney prende ispirazione da una leggenda trascritta nel poema La ballata di Mulan, che si tramanda da generazioni; leggenda che vede la nostra protagonista come una donna cinese effettivamente esistita:

Siamo tra il 400 e il 600 in un'epoca dove l'imperatore della Cina era continuamente turbato da nemici che tentavano di invadere la sua terra; dopo l'ennesimo attacco, l'imperatore chiamò alle armi tutti gli uomini cinesi del suo popolo tra cui il padre di Mulan.

Illustrazione tratta dal libro Mulan, la leggenda di una donna
guerriera, HarperCollins Italia
L'uomo, ormai anziano e precario in salute, si ritrovò comunque ad onorare il patto fatto con l'imperatore e a rispettarne il suo volere pur di non disonorare la famiglia e gli antenati.

Illustrazione tratta dal libro Mulan, la leggenda di una donna
guerriera, HarperCollins Italia
E' lì che Mulan per salvare il padre decise di prendere il posto dell'uomo utilizzando il nome del fratello minore in accordo con la famiglia.

La leggenda narra che per anni nessuno si accorse mai che Mulan in realtà fosse una donna, grazie alla sua forza, alla sua capacità dell'utilizzo della spada e delle arti marziali.

Illustrazione tratta dal libro Mulan, la leggenda di una donna
guerriera, HarperCollins Italia
Si narra che fu la stessa Mulan a vincere la guerra e a portare la pace nella sua terra; divenuta comandante dopo anni di guerre, Mulan decise di ritornare a casa continuando a nascondere la sua vera identità; solo dopo aver vinto le varie guerre contro gli Unni e solo dopo le continue insistenze da parte di un comandante per sposarne la figlia, in un matrimonio combinato, si scoprì che Mulan in realtà era una bellissima donna.

La leggenda si interrompe con il comandante che con orgoglio e pieno di ammirazione nei confronti di Mulan porge a lei e alla famiglia numerosi onori. 

Questa leggenda è descritta in un famoso poema cinese dal nome La ballata di Mulan che è possibile trovare alla fine del libro edito da HarperCollins Italia.

Nel film animato della Disney, invece, la principessa guerriera per salvare il padre scappa da casa per arruolarsi all'insaputa dei genitori aiutata dal drago Mushu, uno spirito guardiano evocato dagli spiriti degli antenati della famiglia di Mulan.

L'addestramento per la ragazza è difficile sia nell'arte della guerra, sia nel dover nascondere la sua vera identità. Solo alla fine, quando gli Unni vengono sconfitti ne viene svelato il segreto di Mulan e, nonostante ci sia il rischio della pena di morte, in realtà l'imperatore riempie anche qui la ragazza di onori per le sue gesta e il comandante si innamora perdutamente della bellissima principessa guerriera. 

Nel 2004 sempre per la Disney esce il secondo film d'animazione riguardo alla principessa guerriera dove il comandante chiede in sposa la bellissima principessa che si ritrova ad affrontare un sacrificio per salvare ancora una volta la sua terra e il suo popolo. 

Ricordo anche che il 28 Marzo ci sarà l'uscita del live action targato Disney: Mulan.






1 commento:

  1. Non conoscevo il libro, ma la storia sì. Per quanto riguarda il film Disney, anche se non è uno dei miei preferiti, apprezzo la scelta di aver selezionato come protagonista una persona realmente esistita.

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.