Appuntamento con la strega: Come usare le candele in magia

martedì 2 giugno 2020

Come i tarocchi, anche le candele possono essere uno strumento per conoscere noi stessi.
Le candele possono diventare messaggeri dell'universo e mezzo per sintonizzarsi con il momento che ci collega all'universo stesso, lasciando la consapevolezza che il pensiero diventa energia trasformabile.

La candela con la sua luce, solleva il velo e ci collega alla nostra anima , fa luce nel buio che ci divide e ci permette di avere ciò che è giusto per noi, perché coincide con il disegno dell'universo.
Se il mio desiderio coincide, vuol dire che io mi sono sintonizzato, ho riconosciuto me stesso e la mia anima. Ho visualizzato e compreso ciò che l'universo indica come la strada a me più adatta e che mi porta ad affidarmi al destino stesso.
Le candele che vengono utilizzate per qualsiasi tipo di rituale devono essere nuove e quindi non devono essere state usate per nessun altro scopo, anche se non sono mai state accese.

La candela deve essere considerata un oggetto sacro (non si possono ad esempio utilizzare candele esposte come centro tavola) e utilizzata solo per quello scopo. L'ideale sarebbe fabbricarsele da soli in quanto impregnerebbe la candela stessa delle proprie vibrazioni personali, dei pensieri e dei desideri di chi li userà.

Le candele devono essere fatte solo di cera d'api, rivestendole così del loro ruolo magico: il sacrificio che fanno per noi e il nostro desiderio.

Nell'utilizzo delle candele, in magia si differenzia anche la candela per offerta , dove sempre fatta di cera d'api viene cosparsa di olio e fiori secchi in modo da rivestire il compito di candela votiva.

In qualsiasi tipologia di rituale è bene ricordare di offrire sempre una candela di ringraziamento, anche se non abbiamo ancora ottenuto ciò che ci sta a cuore.

Per fare in modo che la candela sia più in sintonia con una persona, si può incidere nella cera il testimone, un nome, o il desiderio della persona che ne fa richiesta o il nostro stesso nome se il rituale è per noi.

La forma classica delle candele viene vista nella forma maschile: obelisco che brucia e proietta. La forma, invece, tonda o conica viene vista come forma femminile che può rappresentare animali e divinità.

Le candele d'altare sono le rappresentazioni delle entità e vengono utilizzate per poter attingere ai poteri dell'entità stessa.

Le candele astrali vengono utilizzati incidendo sulla cera vari simboli che possono essere utili durante il rituale.

Le candele planetarie servono ad attrarre e a proiettare a seconda del rito. Bisogna scegliere l'essenza e il colore dedicato al pianeta, se si vuol utilizzare questo tipo di attrazione universale.

Tutto è sempre connesso. Impara a collegare per comunicare con l'universo.


Commenta il post
Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.