sabato 6 agosto 2016

E' una bugia ma ti amo. Recensione

Piove, ho dovuto chiudere le finestre perchè altrimenti la cucina si sarebbe allagata e, mentre vi scrivo questo post, non sarebbe il massimo. Ma mica eravamo ad agosto? Qui non ne sono più sicura. Controllo il calendario, ma non mi ci ritrovo. Va beh.. sarà che il cielo ha voglia di evadere un po'.. comunque Buongiorno cari amici lettori e bentornati ne il mondo di sopra. Oggi parliamo di un libro tutto italiano, un omaggio inviatomi dalla piemme, un romance coi fiocchi e marshmellow rosa, un romance che ha le basi giuste per crescere.

Titolo: E' una bugia ma ti amo
Autore: Erika Favaro
Editore: Piemme
Pagine: 286
Prezzo: 17,50€















Wendy non è la ragazzina dei libri di Peter Pan, non è quell'adulta dall'aria sognante che racconta le favole a bimbi sperduti, Wendy in questa storia è una ragazza che ha i sogni negli occhi e che per non far del male a se stessa e gli altri, racconta piccole bugie a fin di bene. Se ti fermi a guardarla non ti dirà mai che sta piangendo, ma semplicemente che ha un moscerino nell'occhio, sa bene che alla fine è il mondo intero che gira così, che tutti raccontano piccole bugie a fin di bene, quindi perchè non dovrebbe farlo anche lei?

Alcune persone che stanno bene, stanno bene solo per finta.

Per Wendy o Guendalina sono solo piccole bugie rassicuranti. Le sue giornate movimentate tra le strade di Venezia, non le permettono comunque di dimenticare un lavoro che comincia a odiare per colpa del suo capo, un ex stronzo e il dolore che ormai vive il suo migliore amico. Lei ci prova, dalla psicologa ci va davvero, eppure mente.. mente a parte su Marino, il suo migliore amico.

L'unica cosa che diventa sincera nella sua vita è quell'attimo in cui si perde ad ammirare da lontano l'amore della sua vita, l'uomo dei suoi sogni, perfetto e affascinante in ogni poro della pelle, il proprietario del ristorante sotto casa. Gli appostamenti fuori dal locale diventano quasi manovre da circense, così nascosti che lui non riesce mai a vederla...o quasi.

I giorni passano sempre nella solita routine, telefonate e incontri con le amiche, giornate di lavoro in preda quasi ad una crisi isterica, fino a quando Wendy non parla con Libero, il proprietario del ristorante, o meglio... Libero parla con lui.

Ma gli opposti si attraggono no? 

Libero e Wendy sono come l'acqua e il fuoco, l'inferno e il paradiso, lei svia ogni sincerità, lui ha bisogno e il dovere di essere schietto su ogni cosa, lei progetta mari e monti.. lui no. Ma come acqua e fuoco, inferno e paradiso, l'uno non possono vivere senza l'altro.

Pagina dopo pagina ci troviamo in una storia che ci trasporta, che movimenta le nostre ore tra sorrisi e piccoli colpi di scena interessanti.

Il ritmo sempre più frizzantino prende piede e ci cattura lasciandoci sorpresi di aver trovato già l'ultima pagina.

La scrittura è scorrevole e come detto all'inizio ha ottime basi per creare qualcosa di strepitoso, di fresco e nuovo. L'ambientazione è minuziosa, i dettagli portano il lettore in quella Venezia di Wendy e Libero, troviamo una scrittura evocativa pronta ad essere scoperta.

Guenda non è facile per me. E' piuttosto complesso, è faticoso trovare qualcuno su cui contare veramente, qualcuno che ti ascolti senza cercare di capire come spillarti soldi, godere di benefici, dovresti saperlo, ti ho parlato un sacco di volte di tutto il marcio che ho intorno. E comunque mi farebbe davvero piacere uscire con te, stare un po' insieme. 

Bello. Fresco. Divertente. Erika Favaro ci sa fare e lo dimostra con E' una bugia ma ti amo.













2 commenti:

  1. Wowwwww non vedo letteralmente l'ora di leggere questo libro! ❤️_❤️ Complimentisismi per la recensione e per gli estratti che hai scelto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, sei sempre carinissima :) fammi sapere se lo leggerai.

      Elimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.