giovedì 13 settembre 2018

Città sospesa, Madrid 1936, Eduardo Mendoza




città sospesa

Eduardo Mendoza 

Editore: DeA Planeta Libri 
Prezzo: 17,00€
Pagine: 472

Trama: Uno storico dell’arte sulle tracce di un capolavoro perduto del Siglo de Oro nella Madrid violenta ed esplosiva della metà degli anni Trenta. Nella primavera del 1936, il critico d’arte inglese Anthony Whitelands arriva in treno nella convulsa Madrid sull’orlo della Guerra civile. Lo scopo del viaggio è verificare l’autenticità di un presunto Velázquez appartenente a un amico di José Antonio Primo de Rivera, figlio del generale già dittatore di Spagna. Un’opera il cui immenso valore potrebbe influenzare gli scenari politici in un momento tanto drammatico per il paese. Ma distratto da problemi personali e dai turbolenti incontri amorosi con donne di diversa estrazione sociale, Whitelands non fa troppo caso ai nemici – poliziotti, politici, diplomatici, spie – che sempre più numerosi gli si affollano intorno. Le tragedie della Storia e l’insostenibile leggerezza della commedia umana si mescolano in questo romanzo pessimista e ironico, ambizioso e godibilissimo sulla nascita del fascismo, il potere dell’arte, l’amore e l’avventura. Vincitore del prestigioso Premio Planeta 2010 e per la prima volta tradotto in Italia, Città sospesa seduce il lettore attraverso le straordinarie doti narrative di un protagonista della letteratura spagnola.


Il protagonista della storia è Anthony Whitelands, un suddito britannico esperto ed appassionato d'arte. Anthony è un uomo conosciuto per la sua cultura, dal gran prestigio, ma sicuramente non ricco e distratto da faccende amorose. Un giorno un tal Pedro Teacher gli offre un'opportunità succulenta: andare in Spagna e valutare un quadro che si presume possa avere un valore inestimabile. 
Il quadro appartiene ad una nobile famiglia che probabilmente si prepara a fuggire all'estero: siamo negli anni Trenta, gli anni della guerra civile, un periodo oscuro e bellicoso dove in Spagna si sta affermando la dittatura di Francisco Franco. 

Anthony Whitelands sa che gli è stato affidato un incarico pericoloso, anche se apparentemente semplice. Arrivato in Spagna per valutare il quadro si ritroverà in un intrigo incredibile, dove chi ti sembra un amico è in realtà il tuo peggior nemico. Anthony farà la conoscenza del duca, proprietario del quadro, di sua moglie e delle loro due figlie, Paquita e Lili'. 

Ho adorato Paquita e Lili', due piccole donne furbe e capaci di sfruttare il loro fascino e la loro intelligenza per ottenere ciò che vogliono. Lili' ha solo quattordici anni, e sentirle pronunciare parole d'amore in alcune circostanze mi ha fatto anche sorridere.
"Vieni" disse Lili' " sediamo su quella panchina e dimmi cos'è che ti preoccupa. Non ho una grande esperienza del mondo degli adulti, ma sono tua sorella, ti conosco e voglio più bene a te che a chiunque altro, e questo compenserà la mia ignoranza." 
Anthony Whitelands prosegue la sua missione, turbato da eventi più o meno tragici e grotteschi e distratto da donne più o meno virtuose. Tra dipinti di Velazquez e sparatorie rocambolesca il nostro Whitelands si rende conto di essersi imbarcato in un progetto assurdo. 

Perché mi è piaciuto tanto questo libro? Perché è assolutamente folle e geniale, è scritto benissimo e porta il lettore a sentirsi davvero come Anthony Whitelands: spiato, nascosto nei corridoi di un enorme palazzo, pasticcione ma idealista e dal cuore grande. 

La scrittura è fluida, pertanto anche se il libro è voluminoso si legge con molta facilità arrivando addirittura a finirlo in poche ore.
I personaggi, pur essendo il romanzo ambientato negli anni Trenta, risultano moderni ed emancipati. Un esempio di queste sono le due sorelle: dietro un'apparente facciata di moralismo e perbenismo sono due giovani donne appassionate e coraggiose. Paquita è innamorata di un rivoluzionario, José Antonio, uno che alla fine di rivoluzionario ha ben poco se non gli ideali, e come tutti i maschi dominanti colleziona molte donne. 

Eduardo Mendoza affascina con la sua scrittura anche nel descrivere i sentimenti dei personaggi che, ad ogni pagina, sembrano quasi trarci in inganno. Se all'inizio la figura di Paquita ci sembrerà innamorata anche di Anthony, subito dopo ne avremo dubbi a riguardo cercando di capire se effettivamente quei sentimenti sono o meno sinceri. 
La figura di Anthony sembra a volte incoerente per la sua distrazione verso le donne rallentando quasi la missione principale. 

In città sospesa è interessante come in una situazione molto tesa e pericolosa fino ad arrivare alla morte, le due sorelle ragazzine sembrano uscirne vincenti fino a trarne un sospiro di sollievo e capire che a quelle donne ci si è oramai affezionate. Il romanzo così coinvolgente porta il lettore ad approfondire la guerra civile spagnola.

Nel romanzo è possibile trovare atmosfere surreali, che sembrano ispirarsi ai film di Almodovar. L'immagine seguente citata nel romanzo è La morte di Atteone di Tiziano: Diana viene sorpresa nuda e Atteone viene tramutato in cervo e sbranato dagli altri animali. 


Romanzo fornito da DeA Planeta Libri.


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.