giovedì 4 ottobre 2018

Il giorno perfetto per un delitto, Barbara Sessini - Review Party -



IL GIORNO PERFETTO PER UN 

DELITTO

Barbara Sessini 

Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: 9,90€
Pagine: 384

Trama: Quando la violinista Ines Salis viene raggiunta da un proiettile in pieno viso, nessuno sa spiegarsi cosa ci facesse in quella strada deserta di Alarcò, nella costa sud della Sardegna. Il caso va risolto in fretta, perché la fama della località turistica è minata da alcuni eventi accaduti nelle ultime settimane. Tra questi, l’arresto per traffico di cocaina di Oscar Berti, la cui innocenza Ines stava cercando di dimostrare, e l’omicidio di un notabile del paese. Sulle vicende indaga la squadra del commissario Diana e, senza spostarsi da Torino, anche l’annoiato commissario Rossini, che tenta ufficiosamente di capire se il ragazzo, che era stato suo consulente, non sia stato vittima di ritorsioni per un vecchio caso. Quando si tratta di traffici illeciti, infatti, i muri crollano e le distanze si accorciano, comprese quelle tra Sardegna e Piemonte. Ma sono davvero la droga e l’arresto di Oscar Berti le cause del destino di Ines Salis?

Ciò che voglio è ciò che più temo. Forse è per questo che scelgo sempre la strada più lunga per arrivare a destinazione. Forse è per questo che raramente mi sento a casa. 
La storia si apre con un proiettile che raggiunge in pieno volto la povera violinista Ines Salis. Ironia della sorte, una viaggiatrice come lei ha trovato questo destino assurdo a poche centinaia di metri da casa sua, in Sardegna.

Su questo tragico evento inizieranno ad indagare la sua amica Vera Diana, il commissario Diana padre di Vera, e da Torino anche il commissario Rossini, pare infatti che un filo misterioso colleghi Sardegna e Piemonte.

Come se non bastasse il fidanzato di Vera, Oscar, viene fermato in aeroporto e subito condotto in carcere: nel suo bagaglio infatti hanno trovato cocaina purissima. Ma cosa ha visto Ines di cosi terribile da essere fermata? Ed Oscar è davvero un corriere della droga sotto l'aspetto di un bravo ragazzo?

Non voglio svelarvi altro della trama, ma cercherò invece di parlarvi un po' più a fondo dei personaggi. In primis Ines: mi ha molto colpito il suo personaggio, è una ragazza di talento che ad un certo punto scopre che il suo conto in banca è quasi azzerato, sicuramente a causa del suo ex manager che ha ancora la delega sul suo conto.

Un altro personaggio molto particolare è Oscar, il fidanzato di Vera: parla un italiano molto particolare, quasi antico, molto forbito, il carcere non sarà per lui un'esperienza piacevole. Molto intensa anche la caratterizzazione e la descrizione del carcere e della cella in cui si trova Oscar: sembra quasi di percepire la sua angoscia, la sua disperazione, il suo macerarsi nella sofferenza, soprattutto perché lui si trova in carcere forse da innocente o almeno così sembra.
Hai ancora tempo fino al colloquio col giudice, negro", insiste l'uomo. " Torneremo, tu accetterai e noi ti daremo il nome. Ma se non accetti, o racconti al giudice della nostra chiacchierata, la prima a pagarla sarà lei. Spero che tu mi abbia capito
Devo dire che la storia mi è piaciuta molto, anche se il ritmo e l'adrenalina scemano in alcuni tratti: il romanzo è piuttosto voluminoso e sicuramente la tensione narrativa non può essere sempre costante.
Una nota particolare è la caratterizzazione dei personaggi, il loro essere umani, reali, fatti di sangue e ossa.

Si parla di droga e di crimini legati al mondo della droga, è una storia che potrebbe facilmente ricordare uno dei tanti fatti di cronaca dei giorni nostri, e anche questa cosa mi è molto piaciuta.
Non fatevi intimorire dalla mole del romanzo, merita di essere letto proprio perché porta il lettore in un mondo di crimini e misteri, quasi a essere testimone di eventi e situazioni terribilmente delicate.
Sta per decidersi a salire le scale, convinta di essersi sbagliata, quando finalmente capisce l'origine di quel disgusto fin nelle viscere. C'è un odore nauseabondo nell'atrio, un odore fradicio di morte. Gira appena la testa e solo allora lo vede.

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.