lunedì 22 ottobre 2018

Prima del Review: Laurie, Stephen King - Recensione -

Buongiorno lettori e buon inizio settimana, oggi parto subito alla carica con la recensione di un racconto che preannuncia la meravigliosa uscita di domani del Re della Letteratura.

Delizioso e terrificante, un regalo di King ai lettori italiani, in occasione dell'uscita del nuovo romanzo The Outsider.


LAURIE

Stephen King

Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: GRATIS
Pagine: 41

Trama: Quando sua sorella Beth si presenta con una cagnolina, la prima reazione di Lloyd - vedovo da sei mesi, solo e senza figli - è di rifiuto. Il lutto gli ha tolto forze e desideri: già gli pesa occuparsi di se stesso, gestire un cane sarebbe impensabile. Ma la paziente fiducia della cucciola e i modi perentori della sorella - Una persona in lutto ha bisogno di qualcosa per tenere la mente occupata - hanno ben presto la meglio sulla fragile determinazione di Lloyd. Rimasti soli, l'uomo e la cagnetta - che Lloyd ha chiamato Laurie - imparano a conoscersi, scoprendo insieme il piacere di semplici riti condivisi. Fra questi, la passeggiata lungo il canale. Un sentiero tranquillo, che però un giorno diventa teatro di un evento atroce, a cui né Lloyd né Laurie erano preparati...

Laurie è un racconto di Stephen King che preannuncia l'uscita di domani: The Outsider e lo fa nei migliori nei modi, regalandoci un racconto che lascia i brividi e strane sensazioni sulla pelle.

Lloyd ha perso tutto con la morte della donna che amava, ha addosso il peso del dolore e niente gli da la voglia di vivere; quotidianamente sopravvive a stento, cercando nel tempo che passa quei vecchi ricordi di un amore felice. E' in questa attesa non attesa, in questo oblio che va avanti giorno dopo giorni, che la sorella del vedovo decide di regalargli un animale per riuscire a distrarsi e forse tornare a vivere. 
Lloyd non ha scelta, deve prendere con sé quel cagnolino nonostante la sua instabilità emotiva.

Giorno dopo giorno il cagnolino entra a far parte della vita del vedovo ed entrambi si affezionano l'uno all'altro. Il cucciolo accompagna Lloyd in ogni suo passo fino all'accenno di piccoli sorrisi. Quel buio che sembrava circondare la non esistenza dell'uomo, sembra piano piano dissiparsi crescendo grazie all'amicizia che si lega come un filo in entrambi.

Stephen King gioca con il nostro io più intimo raccontandoci di un legame che si forma giornalmente tra un uomo e un animale che, nonostante la dimensione, sembra avere un cuore enorme. E' questo continuo gioco questa malinconica litania, che ci porta a continuare a leggere il piccolo racconto e a sentire sulla pelle strani brividi perché la scrittura dell'autore è proprio questa: inserire tratti cupi e angoscianti in quella che sembra una storia vera.

Laurie finisce dove inizia The Outsider e lascia quella sensazione tachicardica che è sempre un piacere avere grazie alla mente geniale dell'autore.








9 commenti:

  1. Ottimo! Speriamo che questo lasci presagire bene anche per quanto riguarda "The Outsider"! *____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si, leggi le recensioni del Blogtour.. ti lasceranno a bocca aperta!

      Elimina
  2. Apparentemente sembrava una bellissima storia di amicizia tra un uomo e la sua nuova arrivata, una cagnetta, Laurie, invece... come al solito King è riuscito a costruire una storia angosciante e geniale!

    RispondiElimina
  3. Quanta ansia comunque... anche perché alla fine mi ci ero pure affezionata a Laurie e credevo che sarebbe saltato fuori che si trattava di un demone o chissà quale altra creatura (non che il finale non sia truculento -.-)

    RispondiElimina
  4. L'ho scaricato anch'io, ma non l'ho ancora letto. Sono contenta che ti sia piaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo appena riesci, vedrai che ti basteranno pochi minuti ^^

      Elimina
  5. La potenza dell'amore che s'instaura tra esseri viventi è tale da riuscire a far superare i momenti più bui, sopratutto quelli ricolmi di paura. Rimango sempre sorpresa da questa cosa.

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.