martedì 8 ottobre 2019

Può succedere anche a noi? Becky Albertalli e Adam Silvera Review Party


Titolo: Può succedere anche a noi?
Autore: Becky Albertalli e Adam Silvera
Editore: Mondadori
Pagine: 312
Prezzo: 18,00€ 
Trama:
Arthur è entusiasta all'idea di trascorrere un'intera estate a New York. Per lui, cresciuto a pane e musical, è proprio una città magica, romantica, dove tutto può succedere. Se Broadway gli ha insegnato qualcosa, poi, è che l'universo può recapitarti una storia d'amore indimenticabile quando meno te l'aspetti. E quale luogo al mondo potrebbe essere un set migliore della città che non dorme mai? Ben, invece, pensa che l'universo per una buona volta dovrebbe imparare a farsi gli affari suoi. Se davvero ci tenesse a lui, di certo non starebbe andando all'ufficio postale per spedire un'intera scatola di oggetti posseduti dal suo ex. Ma quando, proprio in quel grigio luogo affollato, le strade di Arthur e Ben si incrociano, viene il sospetto che il destino abbia davvero qualcosa in serbo per loro. Ma che cosa di preciso? Forse niente. In fondo, dopo essersi incontrati, ognuno va per la sua strada. Forse tutto. In fondo, alla fine si rivedono. E decidono di ripetere l'esperienza. Ma cosa accadrebbe se il loro primo appuntamento "ufficiale" non andasse proprio come previsto? E nemmeno il secondo primo appuntamento... o il terzo? Che cosa accadrebbe se Arthur le tentasse tutte per far andare bene le cose tra loro, e Ben invece non ci provasse abbastanza? E se la vita, quella vera, non fosse così tremendamente magica come pensa Arthur? Ma se invece lo fosse? Chi l'ha detto che non può essere come uno dei musical di Broadway che tanto ama? E soprattutto: perché un amore a prima vista fantastico come quelli che si vedono nei film deve capitare sempre agli altri? Perché non può succedere anche a loro?

Recensione:

La storia si svolge nella Grande Mela, in quella bellissima New York che tutti noi siamo abituati a vedere nei film. 
Arthur è un sedicenne che dovrà trascorrere a New York un'intera estate per via del lavoro di sua madre. 

New York è magica, affascinante, cool, ma ci sono tante regole non dette:
Non fermarti mai in mezzo al marciapiede, non incantarti a guardare i grattacieli, non perdere tempo a leggere i graffiti.
Arthur un giorno incontra casualmente Ben, un ragazzo che sta cercando di spedire al suo ex un pacco contenente vecchi ricordi. Colpo di fulmine! Ma non è semplice ritrovare una persona della quale non sai nemmeno il nome...in una città con milioni di abitanti. 

Con la complicità di alcuni amici e tramite alcune app, Arthur riuscirà a trovare Ben... e da li inizieranno alcuni appuntamenti che cambieranno la vita ad entrambi. Ma cosa succede quando hai davanti a te il tuo potenziale grande amore e sai di avere a disposizione solo pochi mesi per poterlo vivere? 

Vi dico solo che ho amato da morire questa storia. 

Ho amato Arthur e il suo credere disperatamente al potere dell'universo, quell'universo che mette in moto le sue energie affinché si compia quello che è destinato a compiersi. 

Ho amato moltissimo anche Ben, con il suo sentirsi inadeguato perché sta frequentando la scuola estiva pur di non perdere l'anno, ho adorato Dylan, grande amico di Ben, un po' eccentrico e fuori dalle righe, quell'amico un po' buffone che tutti vorremmo avere ( mi ha ricordato Pacey di Dawson's Creek), che si innamora diecimila volte e ogni volta è per sempre. 
Adoro la sensazione delle mie mani tra i suoi capelli. Adoro la.morbidezza della sua nuca. E più di tutto, adoro quando le nostre labbra si toccano e le nostre bocche si aprono e il mio cuore batte a un chilometro al minuto e il nostro respiro diventa un tutt'uno. 
Questa non è solo la storia di un amore omosessuale: è la storia di un piccolo grande amore fra adolescenti, è il voler essere padroni del proprio destino e inseguire ardentemente la felicità. Mi ha commossa e fatta sognare. Straconsigliato.

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.