Non sprecare il tempo, non sprecare l'amore, Ann Napolitano - Recensione -

giovedì 14 maggio 2020


Non sprecare il tempo, non 

sprecare l'amore

Ann Napolitano

Prezzo: 19,00€
Pagine: 324

Trama: È una mattina d’estate quando Edward Adler, dodici anni, suo fratello e i suoi genitori partono dall’aeroporto di Newark per raggiungere Los Angeles, dove li attende una nuova vita. Tra i 187 passeggeri ci sono una giovane promessa di Wall Street, una ragazza che ha appena scoperto di essere incinta, un veterano di ritorno dall’Afghanistan, un anziano tycoon della finanza e una donna che sta scappando da un marito opprimente. Le loro vite, come spesso capita in queste occasioni, iniziano a entrare in contatto. Ma il volo su cui viaggiano non arriverà mai a destinazione e il piccolo Edward sarà l’unico sopravvissuto al disastro. “Caro Edward…” Iniziano così le e-mail e le lettere che persone da tutto il paese inviano all’indirizzo dei suoi zii, dove “il ragazzo miracolato” – come lo definisce la stampa – è andato ad abitare. La sua storia cattura l’interesse di un’intera nazione mentre Edward combatte per stare al mondo senza la sua famiglia. Una parte di lui è rimasta in cielo, con i suoi compagni di viaggio.

Ci sono libri che sembrano parlare alla nostra solitudine, ci sono libri che quando inizi a leggerli sembrano scritti solo per te e allora ti guardi intorno, sperando che nessuno riesca a vedere quell'emozione che senti dentro e che hai paura che qualcun altro possa vedere.
Non sprecare il tempo, non sprecare l'amore di Ann Napolitano, è uno di quei romanzi che appena lo apri hai voglia di finirlo nello stesso istante, isolandoti dal resto del mondo per rimanere solo tu e quelle pagine fatte di carta e inchiostro.

Sin dalle prime pagine l'autrice accompagna il lettore di fronte ad una storia dove il passato e il presente si intrecciano, in un romanzo che diviene sfumatura di più generi.
Non sprecare il tempo, non sprecare l'amore diventa un thriller capace di catturare l'attenzione sulla vicenda di quel volo dove Edward, un ragazzino quasi adolescente, è l'unico sopravvissuto; diventa un romanzo di formazione cercando di comprendere la crescita del nostro protagonista, che si ritrova ad affrontare una terapia fisica e allo stesso tempo psicologica, dovuta alla condizione di aver avuto intorno a lui solo la morte; diventa allo stesso tempo un romanzo motivazionale capace di spronare il lettore a vivere la vita e a comprendere quanto anche se circondati dal buio, vi è sempre una luce.

Ann Napolitano riesce a far immergere completamente il lettore nell'animo di Edward, di un ragazzino che si ritrova ad essere condizionato da una trauma pesante, e a non avere solo la classica empatia che si potrebbe avere con un personaggio così ricco di dettagli.

La profonda crisi e la rinascita viene approfondita grazie ad uno stile narrativo profondo e ricco di una voce sottile e dettagliata che guida verso l'accettazione del dolore e il bisogno di trasformare quell'energia distruttiva, in qualcosa di costruttivo.

Le immagini che pagina dopo pagina arrivano nella mente del lettore, sono suggestive e stimolano il lettore a comprendere come i fili del fato sia connessi ad ogni storia e a comprendere come davvero ogni attimo diventi sfuggente.

Edward è toccante e forte allo stesso tempo, Non sprecare il tempo non sprecare l'amore ha la forza di un bucaneve che riesce a sfidare la forza della natura per uscirne.

Ogni pagina difficilmente si riuscirà a dimenticare, Ann Napolitano con questo romanzo riesce a radicare nel lettore radici di accettazione e meditazione sulla vita. E' la storia di una luce che oscilla tra la vita e la morte, è la storia che illumina il limbo della passività e fa rialzare il lettore facendogli capire l'importanza che ha la vita stessa e le persone che ne sono accanto. 
2 commenti on "Non sprecare il tempo, non sprecare l'amore, Ann Napolitano - Recensione - "
  1. Mi ispira tantissimo il fatto che sembri mescolare più generi. Non vedo l'ora di leggerlo anche io, sembra un libro davvero profondo

    RispondiElimina
  2. Sembra una lettura davvero molto bella ☺️☺️☺️

    RispondiElimina

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.