Costanza Sicanie Regina, Sonia Morganti - Recensione -

lunedì 27 luglio 2020


COSTANZA SICANIE 

REGINA


Sonia Morganti

Trama: Anno 1209. Costanza è una vera Aragona: è colta, intelligente e dotata della tenacia necessaria a sopravvivere sul trono. Dopo la drammatica fine del periodo come regina d’Ungheria, fatica a rassegnarsi a una vita quieta, ospite nel chiostro fondato dalla madre. Cosa può aspettarsi dal domani? Costanza ormai ha venticinque anni ed è già vedova. Proprio tali caratteristiche attirano però le attenzioni del Papa, che vede in lei la consorte ideale per tenere a freno un ragazzo duro a morire, erede di due corone che, se riunite, circonderebbero i suoi territori. Così, sotto il sole schietto e il colori intensi di Palermo, le vite del giovane Federico II – quindici anni appena e già sopravvissuto a un mare di guai – e di Costanza d’Aragona – dieci anni in più sulle spalle, la metà dei quali trascorsa regnando – si intrecciano in un bizzarro arazzo. Perché se progettare è umano, scombinare i piani è divino. È la storia di una coppia che diventa invincibile essendo improbabile, ma anche di un saraceno che desidera troppo, di una fanciulla che incanta, di una madre che ama e di un’altra che, morendo, ha imbevuto il proprio nome di un potere quasi magico.

Quando ci si innamora dello stile di un'autrice si dice che si leggerebbe anche la lista della spesa, ma di Sonia Morganti si sente il bisogno di leggere qualsiasi cosa. Sonia Morganti è quell'autrice che vorresti come migliore amica, è quell'autrice che vorresti come guida per le strade così da scorgere qualsiasi tipo di segreto. 

Costanza Sicanie Regina è un romanzo dove storia e fiction si mescolano per creare una nube di odori, sensazioni e meraviglia.

Siamo nel 1209 davanti ad una donna che, nonostante abbia perso tutto, non lascia trasparire il suo dolore e affronta con forza giorno dopo giorno. Costanza è una donna forte, piena, una donna che non si lascia sopraffare dal dolore e che, con lucidità, affronta il suo destino... ed è proprio il destino, con lo zampino del Papa per pura convenienza, a portarle davanti Federico II, un giovane erede pronto a tutto pur di ottenere ciò che vuole.

Nonostante sia un romanzo storico, Costanza Sicanie Regina, appare subito come un romanzo intenso e coinvolgente dal quale sarà difficile staccarsi.  Con un ritmo sempre alto e serrato, Sonia Morganti accompagna il lettore davanti a tanti personaggi, dove sarà possibile distinguerli tutti e riuscire ad apprezzarli.

Sonia Morganti tratta sentimenti come il coraggio, l'amore, l'audacia nelle azioni con una naturalezza poetica che lascia senza fiato. Il dolore, la sofferenza nascosta di Costanza pagina dopo pagina, sarà fondamentale per capire quanto i personaggi diventano umani e non più di carta e inchiostro.

Costanza Sicanie Regina è un romanzo potente che racconta la storia di una donna potente e capace di tutto pur di avere dalla vita ciò che merita. La storia di questa donna viene presentata al lettore con passione e coinvolgimento, come se Sonia Morganti fosse in realtà una sua vera e pura discendente.

La forza del romanzo è racchiusa nella voce di Costanza e nel bisogno di Sonia Morganti di raccontarla, di finalmente darle giustizia. Si sente l'accurata ricerca e lo studio di ogni personaggio che l'autrice testimonia nelle pagine. I loro percorsi, le loro storie sono primarie e Sonia Morganti se ne fa carico. 

Leggere Costanza Sicanie Regina significa ritrovare in vita una donna forte e completa, una donna dal calore dei profumi della Sicilia.

Una menzione particolare va ai dettagli minuziosi dell'ambientazione e della cura delle sensazioni che ne provoca la lettura. 

Sperando presto di leggere altro dell'autrice. 
Commenta il post
Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.