giovedì 8 novembre 2018

Inquisizione Michelangelo, Matteo Strukul - Recensione in Anteprima -

IN USCITA OGGI 




inquisizione michelangelo

Matteo Strukul 

Editore: Newton Compton Editori 
Prezzo: 9,00€
Pagine: 384

Trama: Roma, autunno 1542. All’età di sessantasette anni, Michelangelo è richiamato ai suoi doveri: deve completare la tomba di Giulio II, opera ambiziosa ma rinviata per quasi quarant’anni. Guidobaldo II, erede dei Della Rovere, non accetterà altre scuse da parte dell’artista. Ma Michelangelo si trova nel mirino dell’Inquisizione: la sua amicizia con la bellissima Vittoria Colonna non è passata inosservata. Anzi, il cardinale Gian Pietro Carafa, capo del Sant’Uffizio, ha ordinato di far seguire la donna, con lo scopo di individuare il luogo in cui si riunisce la setta degli Spirituali, capeggiata da Reginald Pole, che propugna il ritorno alla purezza evangelica in una città in cui la vendita delle indulgenze è all’ordine del giorno. Proprio la Roma divorata dal vizio e violata dai Lanzichenecchi sarà il teatro crudele e magnifico in cui si intrecceranno le vite di Malasorte, giovane ladra incaricata di spiare gli Spirituali, di Vittorio Corsini, Capitano dei birri della città, di Vittoria Colonna, marchesa di Pescara, e dello stesso Michelangelo Buonarroti, artista tra i più geniali del suo tempo. Tormentato dai committenti, braccato dagli inquisitori, il più grande interprete della cristianità concepirà la versione finale della tomba di Giulio II in un modo che potrebbe addirittura condannarlo al rogo…

L'autore de I Medici ritorna in libreria con un grande romanzo storico in uscita oggi per Newton Compton Editori: Inquisizione Michelangelo.

Siamo abituati a vedere il grande artista Michelangelo sotto l'aspetto di un uomo geniale, capace di grandi e meravigliose opere, ma Matteo Strukul riesce ad arrivare al di là della genialità dell'uomo e a presentarci l'essere umano in quanto essere; un individuo complesso sotto tante sfumature che si ritrova a fare i conti verso la vita vissuta e a concludere la sua esistenza in ostacoli e difficoltà. 

Ci troviamo di fronte ad un periodo storico importante, dove l'inquisizione romana per via del Papa ne sta prendendo sempre più piede e Michelangelo ne viene braccato per via della sua adesione ad una setta chiamata Gli spirituali. 

Il richiamo della setta convince Michelangelo l'uomo e non l'artista, ad aderire per rinascere e riscattarsi dagli ultimi anni dove sente di non appartenersi più e di aver tradito ciò che è il suo essere di artista. 
La forte amicizia con la marchesa di Pescara, il credo spirituale a cui appartiene e il lavoro che continua a rimandare, porta Michelangelo ad una sorta di accerchiamento sia da parte della chiesa pronta a tutto per spiarlo e condannarlo, sia da parte del committente di quella che sarà l'opera più discussa del grande artista: La tomba di Giulio II.

I personaggi che Matteo Strukul ci presenta sono tantissimi ed ognuno di loro ha sfumature complesse diversificate dalla propria personalità, da un lato troviamo donne come Vittoria Colonna, marchesa di Pescara, elegante e determinata nel suo essere, donna dall'apparenza molto fragile eppure forte caratterialmente, dall'altro lato è possibile trovare Malasorte, una ladra, una donna pagata per spiare Michelangelo, eppure nonostante il suo essere duro come ghiaccio, Michelangelo riesce a scioglierne i tratti e a fondare le basi di una solida amicizia. 

Matteo Strukul ruota la sua storia intorno al maestoso monumento funebre per Giulio II dove Michelangelo sembra ultimarlo graffiando rabbiosamente gli ostacoli e le difficoltà che si ritrova ad affrontare per via dell'inquisizione romana.

Tra passione, tradimenti, spionaggio, fughe e nascondigli Matteo Strukul con Inquisizione Michelangelo non ci presenta più solo un romanzo storico che racconta una parte della storia realmente vissuta, ma con il suo stile accattivante e adrenalinico riesce a trasportarci di fronte ad un grande thriller dove il protagonista non è più solo la genialità dell'artista, ma l'uomo. 

E' fondamentale e ci tengo particolarmente a sottolineare come Matteo Strukul sia stato capace di dividere in due il Michelangelo conosciuto da sempre nei libri della storia dell'arte. Da una parte l'uomo, dall'altra il genio; è questa dualità, questo riflesso in uno specchio immaginario che ci porta a percorrere divorando ogni riga del romanzo in modo da arrivare velocemente alla parola fine. 

Inquisizione Michelangelo riesce ad illudere il lettore di trovarsi di fronte ad una sola storia, ma pagina dopo pagina ci si renderà conto che lo spazio temporale percorso e le avventure a cui Michelangelo si ritrova attivo protagonista, ci riportano in una storia nella storia. 
Ancora una volta Matteo Strukul ci costringe a rimanere spiazzati di fronte alla sua scrittura che, come un mare in tempesta, travolge il nostro animo lasciandoci inerme davanti ad un romanzo ricco di tutto ciò che un lettore ha bisogno: adrenalina, coinvolgimento, curiosità e passione.


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.