Abbracciami Eoin Mclaughlin Polly Dunbar , - Recensione -

giovedì 6 febbraio 2020

ABBRACCIAMI

Eoin Mclaughlin Polly Dunbar

Prezzo: 9,90€
Pagine: 204
Editore: HarperCollins

Trama: Il riccio si sentiva triste. Triste come può sentire un riccio. Così triste solo una cosa potrebbe aiutare ... La tartaruga si sentiva triste. Triste come può sentire una tartaruga. Così triste solo una cosa potrebbe aiutare ... In questo flipbook intelligente, sia un riccio che una tartaruga sono in cerca di un abbraccio. Chiedono a tutti gli altri animali che incontrano, ma per qualche motivo nessuno li abbraccerà. Fino a quando un gufo saggio non spiega: Il riccio è troppo appuntito; La tartaruga è troppo ossuta. Ed è allora che si trovano! Un bellissimo e toccante libro illustrato con tutto il fascino universale di Indovina quanto ti amo.

Oriana Fallaci scriveva che negli abbracci forsennati o dolcissimi non si cerca il corpo ma l'anima, con pensieri, sentimenti, sogni e poesie. 

Abbracciami di Eoin Mclaughlin e Polly Dunbar è un abbraccio che scalda il cuore, un piccolo gioiello prezioso che racchiude sentimenti come l'amore e l'amicizia, utilizzando illustrazioni così tenere che a stento ci sembrerà vero che sia solo un libro per bambini.

Nonostante l'età infantile sia passata da un pezzo trovandoci anche contro la nostra volontà di fronte ad un presente cambiato fatto di corse contro il tempo, di frasi non dette e sentimenti nascosti per puro imbarazzo, i nostri protagonisti, Riccio e Tartaruga, sembrano parlare al nostro essere bambino curando quel lato che spesso ne rimane ferito: il lato del cuore, quello dove si nasconde ogni tipo di sentimento pur di non sentirci umiliati. 

Riccio e Tartaruga fermano il tempo regalandoci loro stessi un abbraccio fatto di tenerezza e calore, facendoci capire che l'apparenza spesso inganna e che il tempo anche se corre si può fermare.

Abbracciami può e deve essere considerato a tutti gli effetti non un libro illustrato per bambini, ma un libro breve con una storia nella storia collegato dal filo rosso dell'anima gemella. 
Se da una parte troviamo la storia di Riccio, dall'altra Tartaruga percorre i suoi stessi passi piano piano facendoci capire e ricordare che anche se di due mondi diversi ogni anima può provare gli stessi sentimenti

Le illustrazioni ne arricchiscono all'interno questo piccolo gioiello in maniera così tenera e delicata che ci porterà a estraniarci da tutto ciò che ci circonda.

Come mamma lettrice mi trovo a consigliare questo libro come un libro di formazione per i propri figli: un libro che insegna il valore di un abbraccio, insegna l'accettazione di ogni tipo di sentimento come la tristezza e che porta a vedere l'altro come qualcosa di uguale e mai diverso. 
Abbracciami.
Commenta il post
Posta un commento

Se hai letto l'articolo lascia pure un messaggio, un'impronta del tuo passaggio. Dedicami qualche minuto così da raccontarmi le tue opinioni od impressioni, mi fa piacere confrontarmi e leggere i commenti di nuovi lettori. Gli estranei sono amici che non abbiamo ancora incontrato. Grazie per essere passato e il mondo di sopra esplorato.